Questo sito contribuisce alla audience de

Johannes Høsflot Klæbo e Maiken Caspersen Falla battuti nelle sprint di Beitostølen!

Johannes Høsflot Klæbo e Maiken Caspersen Falla battuti nelle sprint di Beitostølen!
Info foto

Getty Images

Sci NordicoSci di Fondo

Johannes Høsflot Klæbo e Maiken Caspersen Falla battuti nelle sprint di Beitostølen!

L’inizio della Coppa del Mondo si avvicina: ad una settimana dall’opening di Ruka si stanno svolgendo tra Beitostølen e Gällivare competizioni chiave interne ai movimenti scandinavi, volte a definire le squadre del massimo circuito.

Quest’oggi tra Beitostølen e Gällivare è cominciato un fine settimana fondamentale per le squadre di casa, i cui movimenti sono oltremodo ampi e dunque vanno sfoltiti in vista delle convocazioni del Nordic Opening di Ruka: in Norvegia sono arrivate le vittorie di Erik Valnes ed Ane Appelkvist Stenseth in una sprint in tecnica  classica, mentre nelle distance in pattinato svedesi hanno festeggiato Jens Burman e Frida Karlsson.

SETTORE MASCHILE

Grande attesa in quel di Beitostølen per il vincitore delle ultime due sfere di cristallo: Johannes Høsflot Klæbo. Nella sua gara per antonomasia il fuoriclasse di Trondheim non ha rubato l’occhio difronte a connazionali già con uno stato di forma importante. Nelle qualificazioni mattutine il leader del movimento norge ha strappato ‘solo’ il 9° tempo ad oltre 5 secondi di ritardo da Pål Golberg, quindi nelle fasi eliminatorie ha sempre passato il turno, dovendo però cedere costantemente al pimpante Erik Valnes.

In finale Klæbo ha dato prova definitiva di non possedere ancora la brillantezza dei giorni migliori, rimanendo a galla ma senza riuscire a competere nello sprint finale, dovendosi accontentare della quinta piazza. Nel momento clou l’attenzione odierna l’hanno catturata le seconde linee scandinave, con Valnes che ha strappato il successo su Pål Trøan Aune, entrambi specialisti in questo format di gara. Terza moneta per Lucas Chanavat che si è dimostrato all’altezza anche se si competeva con la tecnica a lui meno congeniale.

Quindi Klæbo non brillante, ma non soltanto lui: anche gli altri norvegesi già certi del posto nell’opening di Ruka hanno faticato: Golberg, dopo essersi imposto in qualificazione, è uscito in una semifinale troppo tattica da cui non sono emersi ripescati; addirittura eliminati nelle batterie Emil Iversen e Sindre Bjørnstad Skar.

Trasferendoci dall’Oppland norvegese all’estremo nord della Svezia troviamo un Calle Halfvarsson quasi irriconoscibile: l’asso classe 1989 è stato autore di un’anonima 15 Km in skating, pagando un dazio di quasi un minuto e mezzo nei confronti del compagno di squadra Jens Burman. Tra i padroni di casa non ha sfigurato neanche Johan Häggström, secondo ed anch’esso capace di precedere sua maestà Dario Cologna, al primo test su neve.

BEITOSTØLEN – SPRINT TC

1. VALNES Erik (NOR) 3’34’’76
2. AUNE Pål Trøan (NOR) a 0’’35
3. CHANAVAT Lucas (FRA) a 1’’12

Clicca qui per i risultati completi.

GÄLLIVARE – 15 KM TL

1. BURMAN Jens (SWE) 31’33’’1
2. HÄGGSTRÖM Johan (SWE) a 15’’4
3. COLOGNA Dario (SUI) a 17’’5

Clicca qui per i risultati completi.

SETTORE FEMMINILE

Se Klæbo non ha vinto e neanche ci è andato vicino, un po’ meglio ha fatto la leader norvegese del comparto sprint Maiken Caspersen Falla, ma anche in questo caso però il successo di giornata è andato altrove. Infatti fin dalla qualificazione Ane Appelkvist Stenseth ha dato filo da torcere alla campionessa iridata del format, precedendola di mezzo secondo: le due si sono affrontate testa a testa soltanto in finale – dopo aver dominato le rispettive eliminatorie – ed in questo frangente a festeggiare è stata ancora una volta l’atleta meno navigata del confronto.

Terza posizione infine per la statunitense Sophie Caldwell, mai veramente in corsa con le norvegesi, che è riuscita a mettere in fila atlete di spessore quali la slovena Anamarija Lampic, Astrid Uhrenholdt Jacobsen ed Anna Svendsen. Meno fortunata la giornata delle giovani e molto talentuose Kristine Stavås Skistad e Helene Marie Fossesholm – uscite nelle rispettive due batterie –, nonché della medagliata ai Mondiali di Seefeld Mari Eide – eliminata in semifinale.

Aspettando la prima apparizione stagionale di Therese Johaug – che dovrebbe avvenire già domani a Beitostølen –, una delle possibili rivali della favorita alla conquista della sfera di cristallo ha cominciato a rivelare le proprie carte a Gällivare: nella 10 chilometri in tecnica libera disputata questo pomeriggio in contumacia dell’infortunata Ebba Andersson, l’astro nascente Frida Karlsson si è presa la soddisfazione di battere per una manciata di secondi la grande veterana Charlotte Kalla. Le due svedesi hanno condotto due prestazioni quasi parallele se non che la più giovane ha avuto un piccolo calo ad due terzi della prova, permettendo alla navigata compagna di squadra di limitare i danni a 6’’2.

Terzo gradino del podio per un’altra giovane in rampa di lancio: Moa Lundgren. La ventunenne è ancora alla caccia di un pettorale per le prime apparizioni della prossima Coppa del Mondo, in tal senso oggi ha dato segnali importanti allo staff tecnico avendo battuto nettamente due atlete come Maja Dahlqvist (7^ e già certa di un posto a Ruka) ed Anna Dyvik (8^).

BEITOSTØLEN – SPRINT TC

1. STENSETH Ane Appelkvist (NOR) 2’52’’63
2. FALLA Maiken Caspersen (NOR) a 1’’20
3. CALDWELL Sophie (USA) a 2’’37

Clicca qui per i risultati completi.

GÄLLIVARE – 10 KM TL

1. KARLSSON Frida (SWE) 23’28’’3
2. KALLA Charlotte (SWE) a 6’’2
3. LUNDGREN Moa (SWE) a 36’’8

Clicca qui per i risultati completi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
24
Consensi sui social