Mercoledì 26 Giugno, 9:50
Utenti online: 452
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

Il Tour de Ski verso il cambiamento, Ulvang conferma: "Partenza in linea per il Cermis e classifica sprint"

Il Tour de Ski verso il cambiamento, Ulvang conferma: 'Partenza in linea verso il Cermis e classifica sprint'

L'ex fuoriclasse norvegese, ora a capo della commissione del fondo, proporrà al congresso FIS di fine maggio una serie di modifiche da attuare già per la stagione 2019/2020

Il Tour de Ski è da tanti anni al centro delle discussioni degli appassionati e degli stessi addetti ai lavori, ma pare proprio sia arrivato il momento di cambiare per l'evento che dovrebbe rappresentare il fulcro della stagione e, troppo spesso, viene snobbato anche dagli atleti in piena corsa per la Coppa del Mondo (basti pensare a Therese Johaug, che non ha vinto la sfera di cristallo proprio per i punti lasciati a cavallo di Capodanno).

Ne avevamo già parlato nelle scorse settimane, preannunciando l'incontro a Milano tra FIS e Infront per discutere delle possibile modifiche al format della competizione; alla tv norvegese NRK, Vegard Ulvang ha confermato come ci sia già l'accordo con le tv per proporre cambiamenti decisamente rilevanti, in particolare per la giornata conclusiva verso l'Alpe Cermis. “Dopo 13 anni, il Tour de Ski ha bisogno di essere rivitalizzato – le parole del campionissimo norvegese, ora presidente della commissione FIS per il fondo, che si riunirà al congresso della federazione internazionale programmato per fine maggio a Cavtat-Dubrovnik, in Croazia – Troppe stelle saltano questo appuntamento e troppe lo lasciano in corsa, anche per questo l'idea è quella di una partenza in linea per la tappa conclusiva, oltre a creare una classifica a parte per gli sprinter, modificando il sistema dei bonus secondi”.

Si sta pensando anche di modificare il calendario di Coppa, “liberando” i week-end di gara che precedono l'inizio e seguono la conclusione del Tour de Ski, ma “questa mossa potrebbe essere attuabile solo dalla stagione 2019/2020”, ha confermato Ulvang.

Partenza in linea per battere la noia e mischiare le carte? Non pare essere molto d'accordo Sjur Roethe: “Non avere la certezza del vincitore una volta che il primo taglierà il traguardo, potrebbe rendere difficile per il telespettatore avere una visione d'insieme corretta”, ha detto a NRK il doppio oro di Seefeld, mentre si sono espressi favorevolmente il britannico Andrew Musgrave (“la noia degli ultimi anni è evidente, inoltre la situazione spesso è troppo favorevole a chi si ritrova in un gruppetto”) e Maurice Manificat. “Una modifica che mi piace, ma andrebbero discussi anche i bonus”, le parole del francese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA