Questo sito contribuisce alla audience de

Salto con gli sci: Kraft domina la pazza gara di Sapporo, azzurri fuori dalla zona punti

Salto con gli sci: Kraft domina la pazza gara di Sapporo, azzurri fuori dalla zona punti
Sci NordicoCoppa del Mondo

Salto con gli sci: Kraft domina la pazza gara di Sapporo, azzurri fuori dalla zona punti

"Sapporo 2" porta il nome del campione salisburghese che, dopo il podio della scorsa settimana, torna alla vittoria, la 30a in carriera in competizioni di primo livello. Il vento è stato un elemento fondamentale nel risultato finale, con vittime eccellenti sin nella prima serie. Non sono entrati in zona punti gli azzurri, con Bresadola sfortunatissimo.

Il trentino, 21° in Gara-1, si presentava sul trampolino con buone credenziali per un nuovo ingresso in top 30 e la speranza di migliorarsi ancora. Ma una volta in stanga di partenza si è ritrovato a dover affrontare vento praticamente nullo, se non alle spalle, mentre gli avversari avevano fin lì saltato con forte vento frontale. Risultato: 112.5 m e addio seconda serie. Bresadola ha chiuso infatti 46° nelle estreme retrovie della classifica, meglio hanno fatto Alex Insam 32° a meno di due pti dalla zona punti e Francesco Cecon 37°. 

Sono state vittime del vento altalenante della prima serie anche nomi importanti, come Markus Eisenbichler 31°, Jan Hoerl 39° e Anze Lanisek 50°, quest'ultimo davvero sfortunato, avendo saltato con vento alle spalle subito dopo Stefan Kraft, che a metà gara era solo al comando con ampio margine sulla concorrenza. L'austriaco è stato eccezionale in condizioni buone ma non idilliache, arrivando a 139 m con la solita eleganza tecnica, che gli ha permesso di rifilare oltre 10 pti ad Halvor Egner Granerud, che a sua volta ha preceduto di un'inezia la coppia Prevc-Zniszczol e Dawid Kubacki, tutti vicini tra loro. 

Nella seconda serie Kraft ha trovato buon vento, pescando un jolly, che gli ha permesso di conquistare la 27a vittoria in CdM, la numero 30 in competizioni di primo livello. Alle sue spalle Granerud ha difeso la piazza d'onore dalla pazzesca rimonta di Ryoyu Kobayashi, che si è inventato un salto di 137.5 m con vento alle spalle. Il nipponico ha recuperato dall'11a piazza di metà gara, chiudendo alla fine 3° a 7.4 pti dal vincitore.

Quarta piazza per il leader di Coppa del Mondo Dawid Kubacki, che ha così interrotto una striscia di 10 podi consecutivi e vede assottigliarsi il margine nei confronti del rivale Granerud. Alle spalle del polacco ecco invece gli austriaci Tschofenig e Fettner, con Wellinger 7°, Stoch 8° e Zyka e il sorprendente Zak Mogel a completare la top 10.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
13
Consensi sui social

FONDO, SCELTI DAI LETTORI