Sabato 19 Gennaio, 19:19
Utenti online: 2809
Massimo Brignolo
Massimo Brignolo

foto di 2019 Getty Images

De Fabiani: "Tutto come immaginato tranne gli ultimi trenta metri"

De Fabiani: 'Tutto come immaginato tranne gli ultimi trenta metri'

Per la seconda volta sul podio, due secondi posti, in questa edizione del Tour De Ski , le dichiarazioni del dopo gara di Francesco De Fabiani oscillano tra la gioia e l'amarezza.

"Ho fatto quello che avevo immaginato, è andato tutto bene a parte gli ultimi trenta metri", dice Francesco De Fabiani, "Sapevo che c'era vento, era rischioso attaccare prima, ma era l'unica chance che avevo per provare a vincere, perché stare dietro e battermi in volata era quasi impossibile. Era molto più probabile riuscire a fare come ho fatto, c'è mancato poco. Sono rammaricato da una parte e contento dall'altra, è comunque il secondo podio al Tour de Ski. La condizione c'è, manca ancora una gara, spero di non perdere posizioni nel Tour de Ski e di restare quarto. Ce la giocheremo, spero di non patire troppo la Final Climb".

Un fiume in piena, il valdostano continua a raccontarsi: "La volata finale? Ho visto che le punte degli sci di Klaebo si avvicinavano velocemente, purtroppo c'era tanto vento, è stato bravo, è stato dietro di me e ha sfruttato la scia, passandomi negli ultimi metri. Complimenti a lui, è stata una bella gara, io ci ho provato e sono soddisfatto. È già tutto il Tour de Ski che faccio delle ottime gare, mi è mancato qualcosa nelle sprint, lì mi manca qualcosa a livello tattico. Nelle distance è importantissimo risparmiare in ogni punto e oggi l'ho fatto bene, nelle sprint lo puoi fare un pochino, ma non troppo perché lì quando perdi l'attimo è finita. La salita del Cermis è dura, anche Northug l'ha sempre partita pur essendo il più forte fondista degli ultimi tempi, io proverò a dare tutto".


Fonte: FISI.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA