Martedì 19 Marzo, 23:56
Utenti online: 905
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

Graabak vince in volata la Gundersen di Lahti, quattro azzurri in zona punti

Graabak vince in volata la Gundersen di Lahti, quattro azzurri in zona punti

Approfittando dell’assenza di Jarl Magnus Riiber e di tutti i big tedeschi, il norvegese si è imposto nell’ultima gara prima dei mondiali di Seefeld.

Nella tarda mattinata odierna il segmento di salto è stato dominato da Mario Seidl. L’austriaco, atterrato a 132 m, due metri oltre il punto HS, con valutazioni stilistiche discrete ma non eccezionali, ha rifilato distacchi importanti a tutti gli avversari. Alle sue spalle si è attestato Akito Watabe (124 m), staccato di ben 43”, mentre il norvegese Espen Bjørnstad ha chiuso terzo a 58”. Tutti gli altri hanno pagato oltre un minuto di distacco, a partire da Hideaki Nagai, 4° a 1’06”, che ha preceduto Jørgen Graabak (+1:14).

Akito Watabe ha iniziato la frazione di fondo con un ritmo sostenuto per provare a colmare il gap con il battistrada. Davanti Seidl ha provato a gestire il cospicuo vantaggio ma con il passare dei chilometri ha perso progressivamente terreno. Al passaggio dell’intermedio posto ai 6.1 km il nipponico ha completato l’inseguimento e senza indugio si è portato in testa per cercare di tenere a distanza uno scatenato Graabak. Il norvegese si è riportato su Watabe all’inizio dell’ultimo giro, mentre Seidl alla prima accelerazione si è staccato.

Sulla salita conclusiva Graabak ha incrementato ulteriormente l'andatura, imboccando così in testa il rettilineo d’arrivo. Negli ultimi metri Watabe ha provato la disperata rimonta ma il photofinish ha premiato il norvegese, che ha così ottenuto il sesto successo in carriera in Coppa del Mondo. Si è dovuto invece accontentare della terza posizione Mario Seidl, che ha preceduto i norvegesi Bjørnstad e Krog, rispettivamente 4° e 5°.  Sono entrati nella top 10 anche Ilkka Herola 6°, Bernhard Gruber 7°, Eero Hirvonen 8°, Leevi Mutru 9° e Wilhelm Denifl 10°.

Buona prova di squadra per l’Italia, che ha portato ben quattro atleti in zona punti. Il migliore tra gli azzurri è stato Alessandro Pittin, in rimonta dalla 31a alla 14a piazza. Giornata da ricordare per Aaron Kostner, a punti in Coppa del Mondo per la prima volta in carriera. Il gardenese ha chiuso 22° appena davanti a Samuel Costa 23°, Raffaele Buzzi è finito invece 27°.

Sabato si è invece disputata una Team Sprint, vinta grazie a una rimonta nella frazione di fondo dai finlandesi Ilkka Herola e Eero Hirvonen. I padroni di casa hanno battutto in volata Norvegia I (Bjørnstad-Graabak). Terza piazza per Austria I (Denifl-Seidl), che nel finale ha approfittato della caduta di Norvegia II e Giappone I. Settima posizione per gli italiani Kostner e Pittin.

© RIPRODUZIONE RISERVATA