Giovedì 23 Maggio, 13:56
Utenti online: 652

foto di Getty Images

Angerer e Hetfleisch dominano i Campionati Mondiali Juniores di sci d'erba. Nessuna medaglia per l'Italia

Angerer e Hetfleisch dominano i Campionati Mondiali Juniores di sci d'erba. Nessuna medaglia per l'Italia

Si sono conclusi senza medaglie per l'Italia i Campionati Mondiali Juniores di sci d'erba che si sono tenuti da giovedì a domenica a Stitna nad Vlari, in Repubblica Ceca.

Nella giornata di giovedì i supergiganti hanno inaugurato la manifestazione sia in campo maschile sia in campo femminile e le medaglie di giornata sono andate all'Austria ed ai padroni di casa della Repubblica Ceca. Tra gli uomini è stato l'austriaco Hannes Angerer ad imporsi precedendo i due Cechi Tomas Soltik ed Hynek Rajch ed andando così a vincere la prima delle tre medaglie d'oro da lui conquistate in questa rassegna iridata giovanile. Il portacolori dell'Innsbruck Skilauefervereinigung, che compirà 21 anni il 14 agosto ed ha così concluso la sua carriera tra i più giovani, con questo successo è riuscito a vincere per il quinto anno consecutivo un titolo mondiale junior. Il suo prossimo obiettivo sarà conquistare il primo podio in carriera in Coppa del Mondo.

Davide Saviane è stato il miglior Azzurro con il settimo posto, Jacopo Facchin è arrivato undicesimo, Tommaso Reghin diciottesimo ed Alberto Bleynat venticinquesimo. In campo femminile il successo è andato all'atleta di casa Adela Kettnerova, che ha preceduto le due Austriache Kristin Hetfleisch e Daniela Krueckel. Tra le Azzurre Monica Ferrighetto è arrivata ottava, mentre Chiara Milesi ha terminato la propria gara in undicesima posizione.

Nella supercombinata di venerdì Angerer ha concesso il bis tra gli uomini relegando un’altra volta al secondo posto Soltik, mentre il terzo posto è andato all’altro ceco Martin Bartak, che nonostante i suoi soli 15 anni e mezzo è già stato capace di andare a podio in una gara tra i senior grazie al terzo posto ottenuto nello slalom FIS di Sankt Kathrein del 21 giugno scorso. Settimo posto per Saviane, quindicesimo per Reghin, mentre Facchin è stato squalificato e Bleynat non è partito. Tra le donne il successo è andato all’austriaca Hetfleisch, che ha preceduto la giapponese Chisaki Maeda e l’altra austriaca Lisa Wusits. Sesta Ferrighetto, mentre non è partita Milesi.

Festa ceca in campo maschile nello slalom di sabato, gara nella quale la squadra di casa è riuscita a piazzare i propri atleti nelle prime quattro posizioni. Soltik è riuscito a vincere l’oro dopo i due secondi posti delle prime due gare, Bartak ha vinto l’argento e Jan Jerosek il bronzo. Angerer in questa gara è andato fuori pista, mentre, per quanto riguarda i colori italiani, l’unico che è riuscito a terminare la propria prova è stato Saviane, che ha conquistato un bel quinto posto. Tra le donne la medaglia d’oro è andata alla giapponese Maeda, quella d’argento alla Hetfleisch e quella di bronzo alla Krueckel. Ferrighetto e Milesi si sono collocate rispettivamente in sesta ed in settima piazza.

Nel gigante di domenica che ha concluso la manifestazione l’Austria ha ottenuto altre due medaglie d’oro con i due atleti più forti di questa manifestazione. Angerer ha concluso in bellezza tra gli uomini andando a vincere la sua terza medaglia d’oro precedendo il tedesco Marcel Knapp  ed il ceco Bartak. Sesto posto per Saviane. Tra le donne Hetfleisch ha vinto la medaglia d’oro, e così come già accaduto l’anno scorso in occasione dei Mondiali junior che si sono disputati a San Sicario, in provincia di Torino, è andata a medaglia in tutte le gare della rassegna. Argento per Maeda e bronzo per Krueckel. Ferrighetto nona, mentre Milesi è stata squalificata.       

L’Austria si è così aggiudicata il medagliere con 5 ori, 2 argenti e 4 bronzi. Seconda la Repubblica Ceca con 2 ori, 3 argenti e 4 bronzi. Terzo il Giappone con 1 oro e 2 argenti. Quarta la Germania con 1 argento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA