Questo sito contribuisce alla audience de

Loevblom sbaglia, Escane si prende il gigante di Mayrhofen che apre la Coppa Europa: 7^ "Tite" Sola

Loevblom sbaglia, Escane si prende il gigante di Mayrhofen che apre la Coppa Europa: 7^ 'Tite' Sola
Info foto

2021 Getty Images

Sci Alpinocoppa europa 2022/23

Loevblom sbaglia, Escane si prende il gigante di Mayrhofen che apre la Coppa Europa: 7^ "Tite" Sola

La svedese, nettamente al comando dopo la 1^ manche, consegna il successo alla francese. Ottima prova della trentina e della tricolore Elisa Platino, anch'essa in top ten. Pietro Motterlini si prende il gigante FIS NJR di Arosa.

Un finale clamoroso, per l'apertura della 51esima edizione della Coppa Europa, inaugurata oggi dal settore femminile sulle nevi di Mayrhofen.

Hilma Loevblom sembrava la padrona assoluta del gigante sulle nevi austriache, dopo aver rifilato oltre un secondo di distacco a tutte le rivali nella 1^ manche e avere praticamente lo stesso margine sino a poche porte dalla conclusione della seconda, quando la svedese ha sbagliato clamorosamente, terminando addirittura fuori dalle trenta con 2”72 di ritardo e consegnando, di fatto, il secondo successo in carriera nel circuito continentale alla transalpina Doriane Escane.

La classe 1999 ha così preceduto sul podio la giovane statunitense Stella Johansson, subito protagonista a questi livelli con la seconda piazza a soli 15 centesimi, mentre la Francia ha festeggiato pure il terzo posto di Clarisse Breche, a 7 decimi dalla connazionale ed ex-aequo con la svedese Moa Bostroem Mussener.

A poco più di tre decimi dal sogno del primo podio in Coppa Europa (fu quarta lo scorso gennaio nello slalom di Zell am See), un'ottima Beatrice Sola che ha concluso settima a 1”02, preceduta dalla svizzera Zelger e dalla tedesca Dorigo, sesta con appena due centesimi sulla trentina classe 2003.

L'Italia ha piazzato in top ten anche la campionessa d'Italia in carica di gigante, Elisa Platino, brava a recuperare 7 posizioni nella 2^ manche, con Francesca Fanti 12esima e un pizzico di delusione per Asja Zenere, la migliore della nazionale a metà gara (la vicentina d'origine era ottava), alla fine 18esima davanti ad una giovane di grande talento come Ambra Pomarè, se pensiamo che la 2004 cortinese era al debutto assoluto in CE e, col pettorale 58, è stata capace di piazzarsi 19esima, e alla stessa Laura Steinmair, ventesima al traguardo.

Qualche punticino pure per Ilaria Ghisalberti, 27esima dopo essere rimasta esclusa per un soffio dall'inversione delle trenta, mentre hanno terminato più lontane Carole Agnelli, Annette Belfrond e Sophie Mathiou.

Mercoledì si replica a Mayrhofen, con il primo slalom stagionale del circuito, mentre i giovani azzurri si sono tolti una soddisfazione già quest'oggi, sulle nevi svizzere di Arosa, nel gigante FIS NJR che ha visto imporsi Pietro Motterlini, in rimonta dalla quarta piazza per battere gli elvetici padroni di casa Abplanalp e Eberle, rispettivamente secondo e terzo con 24 e 48 centesimi di ritardo.

Peccato per Jonas Bacher, al comando dopo la 1^ manche e retrocessa sino alla quarta posizione, a 51 centesimi da Motterlini e 9 dal podio, con la top ten che conta anche su Davide Leonardo Seppi, 7°, Edoardo Saracco 9° e, appena fuori dalla lista, Lorenzo Thomas Bini 11°.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
75
Consensi sui social

Slalom Gigante Femminile Mayrhofen (AUT)