Questo sito contribuisce alla audience de

Le formazioni azzurre ai Giochi? Ipotesi che diventano certezze con i contingenti ridotti, Brignone da 6 gare?

Foto di Redazione
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinopechino 2022

Le formazioni azzurre ai Giochi? Ipotesi che diventano certezze con i contingenti ridotti, Brignone da 6 gare?

Mettiamo in pista gli atleti che rappresenteranno l'Italia dello sci alpino nelle undici gare in programma a Pechino 2022; il dubbio Goggia tiene aperta la porta a Nicol Delago e Marsaglia tra discesa e super-g, la combinata maschile rischia di vedere solo Innerhofer al via e con De Aliprandini, in gigante, pronti Sala e Vinatzer che poi formeranno il trio dello slalom con Razzoli. E infine il team event...

Ipotesi che diventano certezze o quasi, visto che i contingenti ridotti (9 donne e 7 uomini) porteranno i tecnici azzurri a non riuscire a schierare, se non in poche occasioni, neppure i classici quartetti per ognuna delle sfide in programma ai prossimi Giochi Olimpici di Pechino.

E allora, vediamo gara per gara quali dovrebbero essere gli italiani al cancelletto di partenza.

 

SETTORE FEMMINILE

 

Il gigante sarà il primo appuntamento in calendario, lunedì 7 febbraio, con Goggia già certa della rinuncia e quindi un terzetto di fatto obbligato, composto da Bassino e Brignone, entrambe nel primo sotto gruppo di partenza, e da Elena Curtoni che potrà “accendere” il motore prima delle sue gare.

Mercoledì 9 ecco lo slalom, con Anita Gulli e Lara Della Mea a cercare un risultato a sorpresa, affiancate molto probabilmente da Marta Bassino e Federica Brignone, anche se la valdostana deve sciogliere la riserve sulla partecipazione anche a questa prova, visto che disputerebbe tutti e 6 gli eventi in calendario. Altre 48 ore, infatti, e ci sarà il super-g dove il nodo è ovviamente quello di Sofia Goggia, che nel caso lascerebbe spazio a Francesca Marsaglia, mentre Brignone, Bassino e Curtoni sono sicure del posto.

Il giorno successivo, 12 febbraio, via alle prove di discesa con 6 azzurre in pista (Goggia, Brignone, Curtoni, Marsaglia, Nadia e Nicol Delago), verso la gara del 15 dove la campionessa olimpica in carica farà di tutto per esserci al fianco di Curtoni, Nadia Delago e Brignone, con la stessa Nicol Delago che avrebbe quasi certamente la sua chance in caso di forfait di Goggia. Infine la combinata del 17 febbraio, con Brignone e Bassino per le medaglie, ma anche Curtoni che ai Mondiali di Cortina ha chiuso quarta, e potenzialmente Nicol o Nadia Delago quale quarta atleta. Per il team event di chiusura, Brignone e Bassino sono certe di esserci, la terza donna (in funzione di riserva) uscirà tra Gulli e Della Mea, con i maschietti che proporranno De Aliprandini e due tra Sala, Vinatzer e Razzoli.

 

SETTORE MASCHILE

 

Veniamo alle cinque gare maschili dei prossimi Giochi. Non c'è possibilità di scelta, in sostanza, per Alberto Ghidoni che nella velocità schiererà Dominik Paris, Christof Innerhofer e Matteo Marsaglia sia in discesa (prima gara del 6 febbraio) che in super-g, con il solo “Inner” quasi certamente al via della combinata.

Luca De Aliprandini sarà il faro per il gigante del 13 febbraio, ma dovremmo vedere tra le porte larghe pure Alex Vinatzer e Tommaso Sala, che tre giorni più tardi saranno impegnati nella gara più importante per loro, lo slalom con un terzetto azzurro completato da Giuliano Razzoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
38
Consensi sui social