Questo sito contribuisce alla audience de

La Coppa Europa 2024/25 ancora con tanta Italia, dalla Valle Aurina a Santa Caterina Valfurva

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinocoppa europa 2024/25

La Coppa Europa 2024/25 ancora con tanta Italia, dalla Valle Aurina a Santa Caterina Valfurva

I calendari della prossima stagione per il circuito continentale, senza le gare femminili in Val di Fassa (ma con il classico slalom maschile sulla "Aloch") e con partenza ormai tradizionale a Zinal per entrambi i settori. I Mondiali jr sono previsti a Tarvisio.

Un totale di 34 gare, con otto giganti, dieci slalom, nove supergiganti e sette discese per la Coppa Europa femminile 2024/25. Sono tre le tappe italiane per sette appuntamenti complessivi: gli ormai classici due slalom in Valle Aurina, il 19-20 dicembre 2024, dopo i quali non ci saranno le gare veloci su “La VolatA” a Passo S. Pellegrino, mentre Tarvisio ospiterà le ragazze (e non il settore maschile come lo scorso inverno), con due discese e un super-g dal 29 al 31 gennaio 2025, in vista dei campionati del mondo juniores programmati nella stessa località friulana dal 24 febbraio al 6 marzo.

Infine, la tradizionale tappa in Val Sarentino con i super-g nella due giorni del 19-20 febbraio. La partenza il 2-3 dicembre da Zinal con un doppio gigante, poi gare tecniche (gigante e slalom) in Austria, a Mayrhofen il 7-8 del mese prima di Sankt Moritz (doppia discesa il 13-14 dicembre, precederanno l'appuntamento di CdM della settimana successiva) e di un'altra tappa svizzera, andando di nuovo a Zinal per due super-g (16-17 dicembre).

Programma intensissimo di fine anno che si concluderà, appunto, con gli slalom in Valle Aurina prima di altre due gare tra i pali stretti a Les Diablerets (6-7 gennaio 2025) e dei giganti del 10-11 gennaio a Puy St. Vincent.

Tripletta di prove veloci a Zauchensee (che non avrà la Coppa del Mondo, nell'alternanza con St. Anton), con due discese e un super-g dal 15 al 17 del mese, poi gli slalom di Zell am See per rimanere in Austria, il 21-22 gennaio, e appunto Tarvisio che precederà Spindleruv Mlyn (anche la località ceca è fuori dai giochi per il massimo circuito), con due slalom il 3-4 febbraio. Il 9-10 febbraio sarà la tedesca Oberjoch ad ospitare due giganti, poi la Val Sarentino e, dopo la rassegna iridata giovanile, gran finale a marzo con due super-g l'8-9 del mese in una località (svizzera) ancora da definire, Kvitfjell per discesa e super-g il 16-17 e l'ormai consueta chiusura sempre in Scandinavia, con slalom e gigante a Oppdal il 22-23 marzo.

Trentacinque le gare per il calendario maschile, con nove giganti, otto slalom, nove super-g e nove discese: anche in questo caso, tre tappe italiane con due discese e un super-g a Santa Caterina Valfurva dall'11 al 13 dicembre 2024, ancora una volta prime gare di velocità della stagione sulla “Deborah Compagnoni”, lo slalom sulla Aloch di Pozza di Fassa il 15 dicembre e il giorno successivo tutti a Obereggen per un'altra sfida di specialità. Come per le ragazze, start da Zinal con due giganti il 5-6 dicembre e, dopo il blocco di prove sulle nevi italiane, chiusura di 2024 a Valloire con due giganti il 19-20 dicembre.

Si andrà di nuovo a Wengen per “anticipare” la CdM, con doppio super-g il 10-11 gennaio 2025, poi il 16-17 due discese in un sito ancora da definire in Austria, il 19 slalom a Berchtesgaden e due super-g a Reiteralm il 21-22 gennaio, rimanendo in Austria (e in Stiria) per due giganti a Turnai (24-25 gennaio). Classico trittico di velocità a Orcières-Merlette, in Francia, dal 30 gennaio all'1 febbraio con due discese e un super-g, passando per Soldeu (3-4 febbraio con due giganti) e Baqueira, andando in Spagna, con due slalom il 6-7 febbraio. Crans-Montana, prima dell'arrivo del massimo circuito maschile, ospiterà due discese il 12-13 febbraio, Bjeslanica (in Bosnia-Erzegovina) due super-g il 21-22 del mese, poi dopo i Mondiali ecco le sei gare conclusive in Norvegia, con discesa e super-g a Kvitfjell come per il settore femminile, il 16-17 marzo, il 19-20 slalom e gigante a Norefjell e il 22-23 marzo altre due gare tecniche a Oppdal.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
223
Consensi sui social