Questo sito contribuisce alla audience de

Il bilancio del Saslong Classic Club e il sogno mondiale per la Val Gardena. "Sì, ci crediamo"

Foto di Redazione
Info foto

saslong.org

Sci Alpinoorganizzatori

Il bilancio del Saslong Classic Club e il sogno mondiale per la Val Gardena. "Sì, ci crediamo"

L'assemblea annuale e le parole del presidente Rainer Senoner, con i campionati del mondo di sci alpino del 2029 che diventano un obiettivo. "Ora deciderà la FISI tra noi e Sestriere".

La stagione 2020/21 è stata tutt'altro che semplice. La pandemia di coronavirus ha posto molti ostacoli anche sulla strada del Saslong Classic Club. Ostacoli che il team capitanato dal presidente Rainer Senoner ha superato grazie a professionalità e impegno, come è stato sottolineato lunedì sera nel corso della tradizionale assemblea plenaria annuale.

Nel suo discorso Rainer Senoner ha rivolto lo sguardo sullo scorso inverno. La Val Gardena, ospitando una delle prime tappe di Coppa del Mondo della stagione 2020/21, ha avuto un ruolo di apripista. Le misure adottate hanno funzionato alla perfezione, come per esempio il protocollo di sicurezza, ideato assieme all'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige e in dialogo continuo con il responsabile delle gare FIS Markus Waldner, presente all'assemblea plenaria. Un lavoro di cui poi hanno approfittato molte altre manifestazioni.

Le due gare di velocità sulla Saslong si sono potute svolgere senza alcun problema, con una risonanza mediatica perfetta, distribuita sui canali più disparati e in tutto il mondo. “Siamo molto orgogliosi di aver potuto svolgere le nostre classiche senza difficoltà degne di nome, per la soddisfazione di tutti gli stakeholder. Siamo ancora più contenti che la pandemia di coronavirus non abbia avuto effetti negativi sul nostro bilancio e che abbiamo potuto chiudere l'anno contabile in pareggio”, ha sottolineato Senoner.

Nel corso dell'assemblea plenaria, il numero 1 del sodalizio ha accennato anche alla candidatura della Val Gardena ai Campionati mondiali. E' noto che il Saslong Classic Club, in collaborazione con le diverse autorità i vari uffici competenti, il settore turistico e non da ultima con la popolazione locale, vuole organizzare delle gare mondiali il più possibile sostenibili e rispettose delle risorse naturali. “La giunta provinciale, la maggioranza dei rappresentanti politici della nostra valle e tutta l'industria turistica della Val Gardena ci sostengono. Anche nelle numerose conversazioni con la popolazione locale abbiamo potuto rilevare un prevalente entusiasmo per il nostro intento.

In giugno la FISI sceglierà tra i due candidati, Sestriere e Val Gardena. Dovessimo risultare vincitori di questa selezione interna, avremmo due anni di tempo per preparare la nostra candidatura, dato che dovrà essere comunicata alla FIS nel 2023. Poi nel 2024 saranno assegnati i Mondiali”, ha proseguito Senoner. Roland Demetz, il sindaco di Selva Gardena, nel suo intervento ha ribadito il sostegno del suo comune per il progetto Mondiali 2029 e ha lodato il Saslong Classic Club per l'ottimo lavoro svolto negli ultimi decenni. Parole di ringraziamento che ha ripetuto anche Markus Ortler, presidente della FISI Alto Adige. Tra gli applausi fragorosi di tutti i presenti Raffael Kostner è stato accolto nel Saslong Classic Club come socio onorario. Tra i fondatori dell'Aiut Alpin, Kostner è rimasto molto commosso dal riconoscimento. Per i suoi 20 anni di collaborazione attiva nell'organizzazione è stato premiato Norbert Perathoner.

Inoltre, con effetto immediato, Marco Stenico, Dietmar Insam, Luca Perathoner, Chiara Nobis, Manuel Nocker, Alessandro Luciani, Hannes Bauer, Jonas Insam (tutti nel settore pista), Andreas Demetz (settore eventi), Willy Pitscheider (settore Medical Service), Arnold Senoner, Georg Prucker, Antonio Perathoner (tutti settore trasporti) e Martin Straudi (settore comunicazione) sono stati fatti soci della rinomata associazione che da più di cinque decenni organizza con successo la Coppa del Mondo in Val Gardena. Concludendo, Rainer Senoner ha azzardato una previsione sul prossimo inverno, durante il quale venerdì 17 e sabato 18 dicembre la pista Saslong ospiterà le leggendarie gare di Coppa del Mondo nelle discipline veloci. Ancora in piena estate, probabilmente a fine agosto, il vincitore di entrambe le gare dello scorso anno Aleksander Aamodt Kilde alloggerà in Val Gardena e sarà premiato come vincitore del Dolomites Val Garden Suedtirol Ski Trophy nel corso di una festa alla Baita Saslonch.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
93
Consensi sui social

Approfondimenti

Val Gardena
Informazioni turistiche

Val Gardena

Val Gardena, Ortisei, Santa Cristina Val Gardena
Sestriere
Informazioni turistiche

Sestriere

Sestriere, Sauze d'Oulx, Sansicario, Cesana, Claviere, Montgenèvre

ABBIGLIAMENTO, SCELTI DAI LETTORI

Prezzi Tucano urbano giacca network 2g

NENCINI

TUCANO URBANO - giacca network 2g

90.30 €

giacca certificata ce – classe a secondo la direttiva pren17092, per fornire ai motociclisti un’adeguata protezione dall’abrasione e...