Questo sito contribuisce alla audience de

Flavio Roda apre la stagione FISI a Milano e si dice preoccupato per i Giochi: "Servono meno parole e pił fatti"

Flavio Roda apre la stagione FISI a Milano e si dice preoccupato per i Giochi: 'Servono meno parole e pił fatti'
Info foto

fisi.org

Sci Alpinoeventi

Flavio Roda apre la stagione FISI a Milano e si dice preoccupato per i Giochi: "Servono meno parole e pił fatti"

Il presidente federale ha affrontato vari temi nel consueto Media Day andato in scena sulla Terrazza Martini.

Il cuore di Milano apre la stagione della FISI e Flavio Roda non nasconde fiducia per i risultati sportivi attesi, dopo un anno già straordinario come quello passato, ma anche un po' di preoccupazione sull'avvicinamento al grande appuntamento che l'Italia degli sport invernali attende, con i Giochi di Milano-Cortina 2026.

Servono meno parole e più fatti – ha detto senza tanti giri di parole Roda, riferendosi alla questione del manager chiamato a guidare il comitato organizzatore – Non mi pronuncio sul nome di Stefano Domenicali, ma di sicuro serve una testa pensante e non sono preoccupato per il ruolo che avrà questa persona, ma per le troppe parole spese intorno ad esso. La conflittualità tra Governo, Sport e Salute e Coni non fa bene, ci si distrae dal vero obiettivo. Non ho dubbi che l'organizzazione funzionerà poi alla perfezione, perchè possiamo contare su località abituate a gestire eventi di livello internazionale da anni. Ancora non sappiamo quanti investimenti verranno messi in campo dal Governo, ma è certo che a Cortina vanno rifatte le piste di bob e skeleton e serviranno più dei 40 milioni previsti”.

La federazione ha lanciato gli eventi imminenti e di altissima qualità, dai campionati del mondo di biathlon ad Anterselva, nel febbraio 2020, alle finali di Coppa del Mondo di sci a Cortina il mese successivo, sino ovviamente alla rassegna iridata del 2021 nella stessa Cortina. “Abbiamo lavorato con grande attenzione verso i giovani - ha raggiunto Roda - per dare maggiori possibilità ai ragazzi di mettersi in mostra. Abbiamo aumentato il numero di tecnici, con un occhio di riguardo per alcune discipline, con più risorse per lo sci alpino e creando un gruppo di eccellenza con Goggia e Brignone, per poter offrire il massimo sostegno, così come per i velocisti dove ai tre veterani (Paris, Innerhofer e Fill) abbiamo affiancato un giovane come Emanuele Buzzi. Nelle discipline tecniche abbiamo creato due sottogruppi per avere il giusto ricambio. Abbiamo trovato e continuiamo a cercare nuove risorse, la Federazione sta vivendo un buon momento, un trend positivo che ha portato grande attenzione e visibilità”.

Sono stati presentati ufficialmente i due nuovi partner federali: Livigno, sede di allenamento e prossimamente centro federale per lo snowboard e per il freestyle, e RTL 102,5, la radio più ascoltata d'Italia che diventa media partner della FISI e farà vivere in maniera particolare la stagione di Sofia Goggia con una particolare app.

Entrano nel panel federale anche Sharp, partner tecnologico dello sci alpino, e Dicofarm, partner medicale: “Sono ingressi di grande importanza per la FISI, e vanno ad aggiungersi agli sponsor storici che ci seguono da tempo. Con tutti condividiamo i valori dello sport e una grande passione, ed è un dato di importanza fondamentale. Anche grazie a loro siamo riusciti ad investire circa 26 milioni di euro nell'agonismo per la stagione in arrivo e a migliorare l’immagine complessiva della Federazione”.

Roda ha poi spiegato l'obiettivo del TalenTeam, il nuovo progetto che FISI ha messo in campo per creare una nuova generazione di atleti di alto livello: “Nei prossimi anni vogliamo investire tanto su di loro, perché sono il nostro futuro. Il fine del progetto è di non avere più anni bui nelle nostre discipline, vogliamo restare sempre al vertice grazie ai nostri atleti. Anche in prospettiva Olimpiadi del 2026”.

In conclusione, è stata presentata anche MyFISI, la nuova app federale che sarà lanciata ufficialmente il 31 ottobre, durante la Fiera di Skipass a Modena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
63
Consensi sui social