Questo sito contribuisce alla audience de

Reichelt e il recupero in quarantena: "Voglio continuare. Con mia moglie Larissa pensiamo all'Italia"

dssdseurope
Info foto

2019 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Reichelt e il recupero in quarantena: "Voglio continuare. Con mia moglie Larissa pensiamo all'Italia"

Il campione austriaco, 40 anni il prossimo 5 luglio, vuole arrivare a Cortina 2021 dopo la lesione al crociato subita a Bormio. E racconta di un periodo del tutto particolare.

Hannes Reichelt non molla, anzi rilancia.

Come aveva già dichiarato un paio di giorni dopo il gravissimo infortunio patito lo scorso dicembre a Bormio, quando il campione austriaco si lesionò il crociato del ginocchio destro, l'intenzione è quella di tornare e giocarsi al meglio l'annata che porterà ai campionati del mondo di Cortina 2021, dopo aver “scollinato” i 40 anni che compirà il prossimo 5 luglio.

D'altronde, l'iridato di super-g a Beaver Creek 2015 ha un legame importante con l'Italia, considerato che la moglie Larissa è altoatesina e Hannes ha trascorso lunghissimi periodi nel nostro paese (e la coppia si è sposata a Merano nel settembre 2016). Proprio in questo momento così particolare e difficile, nell'intervista rilasciata al sito della federsci austriaca, Reichelt ha raccontato anche una quarantena per la quale si è preparato in anticipo: “Mia moglie ha seguito attentamente la vicenda a partire dalla situazione in Italia, quindi eravamo già pronti quando il virus è arrivato anche da noi. Considerato il legame che abbiamo con il paese, stiamo vivendo il tutto con parecchia apprensione”.

Una quarantena che Reichelt sta vivendo da... infortunato, chiaramente con qualche limitazione in tal senso: “Diciamo che il recupero è più complicato in questa situazione, ma non mi annoio a casa. Faccio tanti lavori domestici, anche perchè Larissa ha subito un intervento alla spalla. E poi c'è il piccolo Niklas...”, ovvero il primogenito che compirà un anno il prossimo mese di aprile.

Le condizioni del ginocchio? Hannes ha fiducia: “Sta bene, ma serve ancora tanto lavoro di fisioterapia. Come ho detto più volte, sono sulla strada per recuperare e ho la fiducia e la voglia per tornare di nuovo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
421
Consensi sui social

Approfondimenti

Bormio
Bormio COMPRENSORIO

Bormio

Bormio San Colombano Valdidentro