Domenica 20 Gennaio, 16:41
Utenti online: 2659
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images / AFP

Morto lo svizzero Edmund Bruggmann, argento olimpico in gigante nel 1972 dietro a Gustav Th÷ni

Morto lo svizzero Edmund Bruggmann, argento olimpico in gigante nel 1972 dietro a Gustav Th÷ni

E’ scomparso a 71 anni, a quanto pare di leucemia come riportano i media elvetici, Edmund Bruggmann, esponente di spicco della squadra svizzera di sci alpino degli anni sessanta e settanta del secolo scorso.

Nato il 15 aprile 1943 a Flums, Canton San Gallo, Bruggmann ha cominciato a mettersi in evidenza nelle prime edizioni della Coppa del Mondo. Specialista di slalom e soprattutto di gigante, non disdegnava la discesa tanto che fu terzo a Wengen nel 1968. Tra il 1967 e il 1974 si è piazzato 46 volte tra i primi dieci in gare di Coppa del Mondo e in 14 di queste è finito sul podio vincendone 5 tra il 1968 e il 1972, 4 in gigante e 1 in slalom. Nella classifica di Coppa generale è stato terzo al termine della stagione 1971-1972 e in quella di gigante secondo nello stesso inverno, come gli era già capitato quattro anni prima.

Ai Mondiali della Val Gardena del 1970 è stato quinto in combinata ma il suo risultato più prestigioso lo ottenne a Sapporo nel 1972, sicuramente la sua annata migliore, quando alla sua terza Olimpiade centrò finalmente l’obiettivo di una medaglia vincendo l’argento in gigante dietro all’azzurro Gustav Thöni e davanti all’altro svizzero Werner Mattle (nella foto Getty Images / AFP Bruggmann è sulla sinistra). Finita la carriera ha gestito un hotel nella stazione sciistica di Flumserberg.

Twitter: @aquila1968