Lunedì 24 Giugno, 11:18
Utenti online: 542
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

foto di Getty Images

Henrik Kristoffersen si confessa: "Super-g? Meglio concentrarsi su gigante e slalom, dove voglio tornare a vincere"

Henrik Kristoffersen si confessa: 'Super-g? Meglio concentrarsi su gigante e slalom, dove voglio tornare a vincere'

Il campione norvegese, ospite del gruppo Rossignol, ha parlato delle prospettive per la prossima stagione con l'ennesimo assalto alla Coppa del Mondo

Nelle scorse estati, Henrik Kristoffersen aveva apertamente lanciato il guanto di sfida a Marcel Hirscher, per provare a spodestare il re dello sci mondiale dal suo trono.

Il 24enne di Lorenskog (ne compirà 25 il prossimo 2 luglio) non è riuscito nel suo intento e, già dai primi mesi della scorsa stagione, pare maggiormente concentrato sul breve-medio termine, “per non stressarmi troppo pensando alla Coppa, errore che forse ho commesso in passato”, diceva Henrik qualche tempo fa.

Visitando a Saint-Jean-de-Moirans (non troppo distante da Grenoble) la sede della casa che lo affianca sin dai suoi esordi nel massimo circuito, il campione mondiale di gigante si è confessato ai colleghi di Ski Chrono, ammettendo che l'oro di Are ha salvato in qualche modo un'annata difficile, in particolare nella “sua” specialità, lo slalom dove non ha ottenuto alcun successo dopo cinque annate consecutive a segno.

Il mio livello in gigante è stato molto buono per tutta la scorsa stagione, a parte la gara in Alta Badia (conclusa al 14° posto) – si confessa Henrik - Non è stato così in slalom, finire senza vittorie è stata una delusione ma debbo dire che negli ultimi due-tre anni mi sono concentrato soprattutto sul lavoro tra le porte larghe. L'obiettivo è tornare al massimo livello anche in slalom ed essere al top in entrambe le discipline”.

Alla domanda sull'obiettivo finale per l'annata 2019/2020, priva dei grandi eventi, HK94 non si espone troppo: “Cercherò di portare a casa più gare possibili, perchè solo vincendo puoi pensare alle coppe. La luce verde al traguardo è la miglior sensazione del mondo, ecco perchè ho degli attacchi verdi...”.

Kristoffersen avrebbe dovuto esordire in un super-g di Coppa del Mondo a Bansko, prima che venisse annullata la gara dello scorso febbraio a Bansko; a quel punto, niente gare di Kvitfjell e delle finali di Soldeu, ma il progetto velocità non è stato abbandonato dal campione norvegese, che ha partecipato solo ad una prova di velocità in Coppa, ovvero al super-g valido per la combinata di Bansko. “Non so ancora quale sarà il mio futuro in tal senso – spiega Henrik – Penso che per ora sia meglio rimanere concentrato su slalom e gigante, perchè vincere otto gare nelle discipline tecniche è meglio che provare ad ottenere qualche punto in super-g; dico questo perchè serve allenamento per mantenersi al massimo in due specialità, ma non escludo di disputarne un paio al massimo”.

Infine, il tema legato ai team privati e alle opportunità offerte dalle federazioni, come nel caso di Hirscher prima e Pinturault poi, i grandi rivali del norvegese che, invece, ha appena perso in tribunale la causa legata allo sponsor Red Bull.

E' probabile che abbia lo stesso tipo di struttura di Alexis. Non siamo più negli anni '90, se vuoi competere al top, specialmente in slalom e gigante, devi essere il più professionale possibile, non perdere tempo e altre mille cose. Hirscher e Shiffrin sono da tempo su questa strada, lo stesso avrebbe voluto fare Pinturault già in precedenza, ma gli era stato impedito.

La federazione norvegese non condivide questo modo di lavorare, ma lo sport di alto livello sta andando in quella direzione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Neveitalia Sport DB
Statistiche scialpino

Nation: FRA
Status: ACT

Nation: AUT
Status: ACT

Nation: NOR
Status: ACT