Martedì 21 Maggio, 7:25
Utenti online: 634
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Mikaela Shiffrin precede Sofia Goggia nella prima manche del gigante di Maribor. Passerella per Tina Maze

Mikaela Shiffrin precede Sofia Goggia nella prima manche del gigante di Maribor. Passerella per Tina Maze

Adesso Mikaela Shiffrin rischia di dettare legge anche tra le porte larghe: è sua la prima manche del gigante femminile di Coppa del Mondo di Maribor anche se con un vantaggio risicato, soli 7 centesimi, nei confronti di una fantastica Sofia Goggia.

Su una pista, la Pohorje 2, che non aveva una neve così dura da tempo immemorabile, la statunitense ha fatto il contrario di quel che di solito fa, e cioè è partita fortissimo tanto da dominare i primi due terzi di gara, poi ha controllato sul muro finale dove quasi tutte le migliori hanno recuperato su di lei, compresa la bergamasca, che le ha rosicchiato 35 centesimi. Terza a 20 centesimi la francese Tessa Worley, quarta la svizzera Lara Gut, quinta una Manuela Moelgg ancora a grandi livelli, sesta la slovena Ana Drev, settima la tedesca Viktoria Rebensburg, ottava una straordinaria Anna Veith, l’austriaca ex signorina Fenninger sta rapidamente tornando ad alti livelli.

Nona la canadese Marie-Michèle Gagnon, decima, quattordicesima e sedicesima altre tre azzurre, Marta Bassino, Francesca Marsaglia, favolosa fino al secondo intermedio quando ha commesso un grosso errore, e Nadia Fanchini. Da segnalare l’incredibile di rientro di Sara Hector, la svedese era in linea per andare addirittura al comando ma poi ha sbagliato nello stesso punto di Marsaglia ancora più gravemente e ha chiuso undicesima. Un'altra che ha fatto una gara fantastica è stata la slovena Ilka Štuhec, tredicesima. Purtroppo è nuovamente uscita Federica Brignone, così come la portacolori del Liechtenstein Tina Weirather sul tracciato messo sul terreno dal suo allenatore. Le altre azzurre: diciannovesima Elena Curtoni, trentesima Irene Curtoni, quarantatreesima Laura Pirovano.

Chiusura dedicata a Tina Maze che stava facendo una manche niente male ma a metà manche si è fermata a salutare il suo ex allenatore Valerio Ghirardi e il suo compagno Andrea Massi e poi si è rimessa a sciare ma salutando il pubblico e facendo passerella fermandosi infine prima dell’ultima porta, a questo punto il ritiro della fuoriclasse slovena è certo. L'impressione che avevamo avuto a Sölden che fosse superconvinta di lasciare l'agonismo era corretta, altro che decisione presa all'ultimo momento come ha dichiarato ieri! Ma lei ha voluto prendere in giro tutti facendo credere a un suo ripensamento e tutti ci siamo cascati. Lo sci perde sicuramente un grande personaggio e un'atleta fortissima. Qui sotto il video dell'ultima manche della carriera della slovena. Grazie di tutto e buona vita, Tina!

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA