Martedì 15 Ottobre, 6:13
Utenti online: 49
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Giornalista

L'Italsci recupera anche Federica Sosio: sugli sci allo Stelvio, sette mesi dopo il dramma di Garmisch

Frattura composta a tibia e perone della gamba sinistra per Federica Sosio

Un altro rientro atteso nel gruppo delle velociste azzurre, anche se la strada è molto lunga.

Ancora poche ore e Federica Sosio rimetterà finalmente sci e scarponi ai piedi, a sette mesi esatti dal gravissimo infortunio occorso alla 25enne valtellinese, nel corso della discesa di Garmisch-Partenkirchen (non senza polemiche per una pista giudicata pericolosa e con tantissime interruzioni nel corso della gara).

Quel 27 gennaio sembrerà un po' più lontano, nel momento in cui mercoledì mattina la promettente discesista azzurra ricomincerà sulle nevi dello Stelvio (dove rimarrà sino a domenica 1 settembre); la frattura biossea di tibia e perone della gamba sinistra, infortunio per certi versi simile a quello occorso alla compagna di squadra Hanna Schnarf 70 giorni prima (con la 34enne di Valdaora tornata in pista proprio pochi giorni fa), complicato da gestire e che richiederà certamente ancora molto tempo per la sfortunata Federica, di nuovo ai box dopo un rientro, nel corso della passata stagione, che sembrava promettere molto bene.

I tecnici Giuseppe Butelli, Ruggero Muzzarelli, Daniel Dorigo e Damiano Scolari, già presenti sul ghiacciaio per lavorare con il gruppo femminile di Coppa Europa, monitorerà il lavoro di Sosio che, almeno inizialmente, si dedicherà ad una fase propriocettiva e di stabilizzazione sugli sci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA