Questo sito contribuisce alla audience de

I calendari provvisori della CdM femminile 2024/25: torna Sestriere, ecco Beaver Creek

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinocoppa del mondo 2024/25

I calendari provvisori della CdM femminile 2024/25: torna Sestriere, ecco Beaver Creek

"Ski Racing" anticipa le bozze (come tali, ancora passibili di qualche piccola variazione) sul programma della prossima Coppa del Mondo. Start a Soelden il 26 ottobre, finali a Sun Valley, c'è Gurgl prima della lunga trasferta nordamericana con la novità, della quale vi avevamo già parlato anche su NEVEITALIA, delle gare veloci sulla "Birds of Prey" prima delle classiche. Sacrificata Crans-Montana, nel post mondiale ecco gigante e slalom in Piemonte. Solo 8 le discese in calendario.

Riduzione a 37 gare, con una distribuzione che torna ad essere orientata verso più gare tecniche (20) rispetto a quelle veloci (17), con 10 giganti e altrettanti slalom, 8 discese e 9 super-g.

Qualche variazione importante, obbligata anche dalla presenza dei Mondiali ma pure dalla necessità di non intasare un programma che rimane comunque intenso. Ecco il calendario provvisorio della Coppa del Mondo femminile 2024/25, con la tanto attesa rivoluzione che c'è solo parzialmente, ma con scelte che certamente riducono i rischi di cancellazione, a partire dalla già pre annunciata rinuncia all'appuntamento di Zermatt-Cervinia.

Ecco che le prime gare veloci sono quindi fissate a Beaver Creek (che nel 2023/24 certo non è stata fortunata in termini di annullamenti, visto che sono saltate tutte e tre le gare maschili), la vera grande novità della prossima annata della quale vi avevamo parlato, con l'anticipazione degli stessi ottimi colleghi di “Ski Racing”, qualche mese fa (LEGGI QUI la notizia).

Start tradizionale, quindi, sabato 26 ottobre con il gigante sul Rettenbach di Soelden, la chiusura (anche questa di fatto già “ufficiale”) a Sun Valley per le finali in una località che non ospita la CdM dal 1977.

Dopo l'opening austriaco, tre settimane di stop e si andrà a Levi per disputare un solo slalom (già reso noto dalla stessa organizzazione finlandese, che avrà di nuovo la prova maschile), sabato 16 novembre, poi stessa gara otto giorni più tardi, di nuovo in abbinata con gli uomini a Gurgl per la seconda sfida tra i pali stretti domenica 24. Intelligente la scelta di puntare su gare difficilmente cancellabili come gli slalom in un periodo complicato in termini di precipitazioni, prima di volare in Nordamerica dove, a meno di coincidenze sfortunate, la situazione meteo dovrebbe essere favorevole.

Le ragazze affronteranno infatti ben tre week-end in serie tra Stati Uniti e Canada: sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre ecco gigante e slalom sulla “Superstar” di Killington, ormai un classico, poi la seconda avventura consecutiva a Mont-Tremblant, per i giganti nel Québec il 7-8 dicembre, infine l'esordio del settore femminile sulla “Birds of Prey” di Beaver Creek (in occasione dei Mondiali 2015, le donne sfidarono la pista Raptor), sabato 14 e domenica 15 con discesa e super-g.

Si torna in Europa, dopo aver escluso Val d'Isère (non è la prima volta) proprio in favore di Beaver Creek, e per evitare di dover disputare le prove già a metà settimana, ecco che Sankt Moritz ospiterà solo due super-g, nel week-end del 21-22 dicembre, con la chiusura del 2024 a Semmering (28-29 con gigante e slalom) nella classica alternanza con Lienz.

Nel “cuore” della stagione ci saranno pochi cambiamenti rispetto agli ultimi anni, con gigante e slalom a Kranjska Gora il 4-5 gennaio, poi discesa e super-g sulla “Karl Schranz” di St. Anton l'11-12 del mese (anche in questo caso, in casa Austria c'è l'alternanza con Altenmarkt-Zauchensee), il tradizionale slalom in notturna di Flachau martedì 14 gennaio, poi Cortina che viene leggermente anticipata e avrà discesa e super-g sull'Olympia delle Tofane sabato 18 e domenica 19, “legata” sempre al successivo gigante di San Vigilio di Marebbe, martedì 21.

Con Garmisch che avrà di nuovo discesa e super-g (e queste sono certamente tra le gare più a rischio, ma è difficile trovare un periodo migliore per la località bavarese) il 25-26 gennaio, viene spostato a giovedì 30 lo slalom in notturna di Courchevel, andando poi verso i Mondiali di Saalbach (4-16 febbraio). Vengono quindi sacrificate Jasna, Soldeu, la Val di Fassa e soprattutto Crans-Montana, che aveva trovato una collocazione fissa ma in ogni caso avrà la rassegna iridata nel 2027 e soprattutto ospiterà le gare degli uomini jet, che necessitano di un “test event” a due anni dai campionati del mondo.

Ecco che torna in calendario Sestriere nel post mondiale, con gigante e slalom sulla “Kandahar G.A. Agnelli” nel week-end del 22-23 febbraio, a 26 mesi dalle gare del dicembre 2022 che videro trionfare Marta Bassino e Wendy Holdener.

La chiusura è nel nord Europa, come nelle precedenti due stagioni, con trittico di gare veloci a Kvitfjell (due discese e un super-g, dal 28 febbraio al 2 marzo) e le due tecniche di Are (8-9 marzo con gigante e slalom), lasciando un week-end libero, quello del 15-16 marzo pre finali (che andranno in scena dal 21 al 27 del mese nell'Idaho), per altre due gare veloci che porteranno il totale di discese e super-g rispettivamente a quota 8 e 9.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
440
Consensi sui social