Mercoledì 18 Settembre, 9:00
Utenti online: 1123
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Hanna Schnarf seconda nel superG di Cortina d'Ampezzo! Vince Lara Gut, fuori Mikaela Shiffrin e Sofia Goggia

Hanna Schnarf seconda nel superG di Cortina d'Ampezzo! Vince Lara Gut, fuori Mikaela Shiffrin e Sofia Goggia

A quasi otto anni dalla piazza d’onore nella discesa di Crans-Montana del 6 marzo 2010 nella quale si piazzò alle spalle di Lindsey Vonn per un solo centesimo  Hanna Schnarf torna per la seconda volta su un podio di Coppa del Mondo.

La 33enne altoatesina di Valdaora si è piazzata seconda nel superG di Cortina d’Ampezzo a 14 centesimi da Lara Gut che torna finalmente a vincere dopo il rientro dall’infortunio al ginocchio dello scorso febbraio. Per lei è la 24a vittoria in Coppa del Mondo, la 12a in superG, tante quante Carole Merle che è la quarta plurivittoriosa di sempre nella specialità, la terza a Cortina dopo il superG del 2014 e la discesa del 2017, guarda caso questa è l'ultima volta che aveva vinto. Dicevamo di Hanna: partita col numero 1, quindi col fondo in condizioni ottimali, ha resistito agli assalti di tutte le altre meno che della ticinese che col numero 7 è stata bravissima ma ha anche goduto di un’Olympia delle Tofane completamente al sole, al contrario di Lindsey Vonn, scesa appena prima di lei ma completamente all’ombra e anche con un po’ di vento e malgrado ciò e gli errori commessi ha chiuso sesta.

Siamo contentissimi per questo podio di Hanna che è una delle azzurre più sottovalutate ma il suo lo fa sempre, solo qualche errore di troppo in certe occasioni le è costato un numero maggiore di podi. Terza come a Lake Louise, a 27 centesimi da Lara, l’austriaca Nicole Schmidhofer, campionessa del mondo in carica della specialità, quarta a 31 centesimi l’austriaca Anna Veith che conferma di essersi ritrovata in pieno almeno in questa specialità, quinta a 33 centesimi Tina Weirather, scavalcata per 18 punti da Gut nella classifica di superG, sesta a 37, abbiamo detto, Vonn, settima l’austriaca Tamara Tippler, ottava la norvegese Ragnhild Mowinckel che fino all’ultimo tratto è stata in corsa addirittura per la vittoria, nona ancora un’austriaca, Ramona Siebenhofer e decima la seconda delle svizzere, Michelle Gisin.

Sono state tante le uscite, in particolare quelle dell’austriaca Stephanie Venier e della svizzera Jasmine Flury, ma soprattutto di Mikaela Shiffrin e di Sofia Goggia, la statunitense dopo un inizio velocissimo ha cominciato a commettere errori finendo fuori dal tracciato, la bergamasca ha combinato una “Goggiata” che la caduta di ieri è niente al confronto: uscendo dal cancelletto le è scivolato un bastone e si è quasi ribaltata in avanti poi è riuscita ad avviarsi ma è arrivata al primo intermedio con quasi un secondo di ritardo, quindi ha cercato disperatamente di recuperare ma è uscita dopo il Gran Curvone, ora è terza nella generale, scavalcata da Weirather.

La gara è stata interrotta dopo 44 concorrenti su 58 dopo la caduta di Laura Pirovano a causa dell'aumento di vento e nebbia, vi aggiorneremo sulle condizioni della trentina. Bruttissima la caduta della promettente austriaca Nadine Fest, per lei per fortuna solo uno sfilacciamento del legamento collaterale del ginocchio sinistro. Come già detto stamattina, non è partita la febbricitante Federica Brignone, così le altre azzurre: ventesima Marta Bassino, ventiquattresima Nadia Fanchini, fuori anche Anna HoferNicol Delago, non sono partite Verena StufferFederica Sosio. Martedì ci sarà il difficilissimo gigante di Plan de Corones.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Guida Materiali

    Località sciistiche

      Winter Sport News