Domenica 21 Aprile, 4:12
Utenti online: 131

Band of Heroes, Christof Innerhofer

Band of Heroes, Christof Innerhofer

Nella Band of Heroes di Rossignol al cancelletto di partenza di Kitzbühel non poteva mancare Christof Innerhofer, legato al marchio transalpino praticamente dall'età di 7 anni. 

Nel fantastico quadro disegnato per incorraggiare gli Eroi della prossima generazione, vediamo Inner impegnato a motivare la local Emma Hofer, seduta sulle sue spalle.

Christof Innerhofer è nato il 17 dicembre 1984 a Brunico, in provincia di Bolzano, ed è residente a Gais.   Inner è stato l'uomo più medagliato dello sci alpino maschile italiano degli ultimi anni.

Ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen del 2011 si è portato a casa addirittura tre metalli tutti di colore diverso: prima l'oro in superG, poi il bronzo in discesa e infine l'argento in combinata. Anche alle Olimpiadi di Sochi del 2014 si è fatto valere, vincendo l'argento in discesa e il bronzo in combinata.

In Coppa del Mondo ha esordito nel 2006 e finora ha collezionato 6 vittorie, 4 in discesa a Bormio nel 2008, a Beaver Creek, Wengen e Garmisch-Partenkirchen nella stagione 2012-2013, inoltre si è aggiudicato la combinata di Bansko del 2011 e il superG delle finali di Schladming del 2012. E' inoltre salito altre 11 volte sul podio, 6 sul secondo gradino e 5 su quello più basso.

Nelle classifiche di Coppa del Mondo è stato secondo in quella di combinata nel 2011, quarto in quella di discesa nel 2013 e ottavo e decimo nella generale rispettivamente nel 2011 e 2013.

L'obiettivo dichiarato di questa stagione è quello di tornare a vincere una gara, dato che si sente molto competitivo e non ha più dolori a causa dei suoi infortuni e dei suoi cronici problemi alla schiena che nel passato anche recente lo hanno colpito e sia nella Discesa di Lake Louise che nel SuperG della Val Gardena ha  dimostrato di poter raggiungere il bersaglio grosso piazzandosi secondo e raccogliendo il suo 17° podio in Coppa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA