Questo sito contribuisce alla audience de

Nove comuni pronti a ospitare i Winter World Masters Game di Lombardia a Gennaio2024

Nove comuni pronti a ospitare i Winter World Masters Game di Lombardia a Gennaio2024
OlimpiadiEventi

Nove comuni pronti a ospitare i Winter World Masters Game di Lombardia a Gennaio2024

Alla Torre Allianz di Milano Citylife si è tenuta stamattina la presentazione ufficiale dei Winter World Masters Games Lombardia 2024, il più importante evento internazionale di sport invernali riservato agli atleti ‘Over 30’, che si terranno dall’11 al 21 Gennaio 2024.

Promossi dall’IMGA (International Masters Games Association), di cui il campione olimpionico Sergey Bubka è presidente, per i Winter World Masters Games si prevede la presenza di oltre 3.700 atleti dai 30 ai 90 anni provenienti da tutto il mondo, accompagnati da tecnici, allenatori e appassionati, che saranno impegnati in sfide di varie discipline sportive della neve e del ghiaccio.

Saranno coinvolti complessivamente otto comuni delle vallate Lombarde e del vicino Trentino. Il programma completo:

 

Lara Magoni, Sottosegretario con delega Sport e Giovani, è stata la prima a prendere la parola durante la conferenza stampa: "In questa splendida occasione, vorrei innanzitutto trasmettere i calorosi saluti del Presidente Fontana, che sottolineano il forte sostegno e l'importanza di questo evento per la nostra comunità. È un momento di grande orgoglio e di celebrazione per tutti noi.

La collaborazione e la sinergia tra i comprensori e i comuni hanno giocato un ruolo cruciale nella realizzazione di questo evento, che con dedizione e lavoro di squadra hanno permesso di trasformare un'idea ambiziosa in una realtà vibrante e coinvolgente. Oltre ai grandi eventi che saranno il fulcro della manifestazione, abbiamo anche organizzato una serie di appuntamenti collaterali che offriranno l'opportunità unica di esplorare e conoscere meglio il nostro magnifico territorio.

Questo evento è un vero e proprio trionfo per le Alpi, che si sono unite per regalare un'esperienza indimenticabile. Sarà un palcoscenico mondiale che vedrà la partecipazione di oltre 3.000 atleti da tutto il mondo, uniti nello spirito di competizione, amicizia e scoperta. Per la Regione Lombardia, questo evento segna il culmine di un lavoro iniziato anni fa, con l'obiettivo di avvicinare i giovani alla montagna attraverso azioni concrete e significative. Infine, vorrei esprimere la mia profonda gratitudine agli sponsor, che attraverso il loro supporto e la loro fiducia sono stati essenziali per portare a compimento questo progetto ambizioso. Grazie a tutti loro, possiamo celebrare non solo lo sport e la cultura, ma anche la bellezza e lo spirito unico della nostra regione."


A seguire, è intervenuto anche Alessandro Mottinelli, del Consorzio di Ponte di Legno e Amministratore Delegato della Fondazione WWMG Lombardia 2024: “Le Federazioni rappresentano il nostro partner di maggiore importanza. Tra queste, annoveriamo la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (FISG), la Federazione Italiana Sport Invernali (FISI) e la Federazione Italiana Skyrunning (FISky).
Una delle prime novità da annunciare è la proroga del termine per le iscrizioni: l'arrivo della neve ha rinvigorito l'entusiasmo degli appassionati di sport invernali. Di conseguenza, proporremo una prova speciale per permettere a tutti di partecipare.

Questo grande evento rappresenta un'occasione unica di collaborazione tra numerosi Comuni che non hanno mai lavorato insieme prima. È un'opportunità per conoscersi, confrontarsi e creare un'eredità duratura. La conoscenza reciproca apre la strada a grandi opportunità. Manuela Di Centa, presidente onorario della Fondazione, ha introdotto l'idea di ospitare un evento internazionale di spicco, focalizzato non solo sullo sport. Il nostro obiettivo è anche attrarre turisti da tutto il mondo, molti dei quali potrebbero essere nuovi alle nostre montagne, offrendo loro l'opportunità di scoprire il fascino dello sci, del pattinaggio e della bellezza del nostro territorio montano.

Per quanto riguarda le medaglie, ogni evento sportivo ne ha una, e le nostre sono speciali. La medaglia di legno potrebbe non sembrare prestigiosa a prima vista, ma nelle nostre valli il legno è un tesoro. Per noi, infatti, il legno è come l'oro: fonte di energia, posti di lavoro e cura del territorio. Le medaglie, realizzate in larice, simboleggiano la rinascita della montagna con uno spirito nuovo. Nonostante i Masters Games non siano un evento per i giovani, vogliamo però che siano da esempio anche per le generazioni future.
Infine, nessun evento mondiale sarebbe completo senza una mascotte. La nostra, presentata oggi per la prima volta, rappresenta le cime più alte delle nostre montagne: l’aquila, simbolo del Parco Nazionale dello Stelvio e l'animale che più ci rappresenta, perché ci vede dall'alto e vive in montagna.”


Prima dei saluti finali, è intervenuto Massimo Sertori, Assessore agli Enti Locali, Montagna, Risorse Energetiche, Utilizzo Risorsa Idrica, che ha dichiarato: È un piacere per me essere qui. Cercherò di rappresentare un po’ come sono nati questi Masters Games, perché in realtà fanno parte di una strategia che il Presidente Fontana ha voluto introdurre fin dalla prima legislatura, quando ha istituito l'Assessorato alla Montagna per la prima volta. L'idea era quella di valorizzare i territori montani che, per quanto riguarda la Lombardia, rappresentano il 40% del territorio totale. Da lì in poi, sono state portate avanti una serie di politiche, non ultimo, ad esempio, la candidatura delle Olimpiadi, e quindi uno degli elementi per valorizzare questi territori è certamente lo sport e l'attività turistica che ne discende.

Quando il Ministro Garavaglia ci propose la possibilità di realizzare i Masters Games, noi l'abbiamo accolta subito perché fare un evento come questo permette di valorizzare le località montane con una forte vocazione turistica e questo è un fatto di per sé molto positivo, perché se facciamo squadra riusciamo a massimizzare i potenziali straordinari che la montagna lombarda ha.

Per arrivare fin qui ci sono stati momenti anche difficili, di confronto e di dibattito, ma un evento come questo ci consente di poter dire che abbiamo centrato l'obiettivo strategico che il presidente Fontana si era dato fin dall'inizio, un obiettivo anche sociale molto importante, di equilibrio e di convivenza di comunità che per noi di montagna è un elemento imprescindibile.”

Per la quarta edizione di questo evento multi-sportivo dal respiro internazionale sono stati coinvolti nove comuni, sette lombardi e due trentini: Aprica, Bormio, Chiavenna, Chiesa in Valmalenco, Madesimo, Ponte di Lego-Tonale, Sondrio (dove si terrà la cerimonia di apertura), Pellizzano e Vermiglio. Un importante esempio di collaborazione territoriale tra differenti località montane per la realizzazione di un evento che mette al centro i valori di sostenibilità ed eccellenza.

Nove referenti, uno per ciascun comune, hanno dato vita ad una Fondazione, che si occuperà di ogni aspetto legato all’organizzazione e alla promozione della manifestazione e dei territori coinvolti. Le rappresentanze si sono infatti riunite condividendo l’unione di intenti, la definizione di un cronoprogramma, la volontà di cogliere tutte le opportunità che una manifestazione di tale importanza porterà con sé e di amplificarne le ricadute sul territorio.

Maggiori info sul sito web dedicato: wwmglombardia2024.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
18
Consensi sui social

Più letti in scialpino