Questo sito contribuisce alla audience de

Azzurri verso il torneo di qualificazione olimpica: raduno a Egna per la nazionale di hockey

Foto di Redazione
Info foto

FISG

Hockeynazionali azzurre

Azzurri verso il torneo di qualificazione olimpica: raduno a Egna per la nazionale di hockey

A Riga, dal 26 al 29 agosto, in palio il pass per i Giochi di Pechino 2022: una settimana di lavoro nella località bolzanina, tutti i convocati. Confermato coach Greg Ireland.

Si entra nel vivo. E' partito dallo scorso week-end il raduno della Nazionale italiana di hockey su ghiaccio, che comincia la fase più importante della preparazione al Torneo di Qualificazione Olimpica, in programma a Riga, in Lettonia, dal 26 al 29 agosto, con una settimana piena di lavoro in quel di Egna.

Sino al 15 agosto, nella località in provincia di Bolzano, una fase intensa di allenamenti prima del trasferimento a Vienna il 21-22 agosto, infine la partenza per la Lettonia il 23 del mese. Ventotto gli atleti convocati per il raduno in Alto Adige, al termine del quale verranno comunicati i nomi di chi prenderà parte al torneo di Riga. Questo l'elenco dei giocatori – quattro portieri, dieci difensori e quattordici attaccanti – e dello staff, in cui entra anche Bradley Shaw, canadese classe '64, in passato giocatore del Varese ed oggi assistant coach in NHL.

Portieri: Andreas Bernard (Vasby IK – HK – SVE), Damian Clara (Red Bull Salzburg – AUT), Justin Fazio (Bolzano), Jacob Smith (Gardena). Difensori: Lorenzo Casetti (Asiago), Gregorio Gios (Fassa), Daniel Glira (Valpusteria), Roland Hofer (Freienfeld), Enrico Larcher (Pieve di Cadore), Stefano Marchetti (Asiago), Enrico Miglioranzi (Asiago), Jan Pavlu (Heilbronner Falken – GER), Alex Trivellato (Neumarkt Egna), Luca Zanatta (Cortina). Attaccanti: Domenico Alberga (Bolzan), Raphael Andergassen (Kalterer), Anthony Bardaro (Val Pusteria), Simone Dadiè (HC Okanagan Europe – AUT), Ivan Deluca (Vipiteno), Daniel Frank (Bolzano), Luca Frigo (Bolzano), Stefano Giliati (Bolzano), Simon Kostner (Ritten Sport), José Antonio Magnabosco (Asiago), Matthias Mantinger (Kalterer), Michele Marchetti (Asiago), Angelo Miceli (Bolzano), Tommaso Traversa (Val Pusteria).

A loro si aggiungeranno dal 21 Thomas Larkin, Diego Kostner, Giovanni Morini, Alexander Petan e Peter Hochklofer, dal 22 Peter Spornberger.

Coaching staff composto da Giorgio De Bettin (Coach), Bradley Shaw (Coach), Gregory Ireland (Head Coach). Team staff con Stefan Zisser (Sport Manager), Giovanni Talamini (Team Manager), Giovanni Costacurta (Team Doctor), Carlo Ramponi (Physioterapist), Guido Tonelli (Physioterapist), Felice Zandegiacomo (Equipment Manager), Ivo Dalsasso (Equipment Manager). Dal 13 al 15 agosto, a chiusura del raduno di Egna, in programma la Dolomiten Cup prima, come detto, dei giorni di riposo a cui farà seguito la trasferta in Austria e poi il Torneo di Qualificazione Olimpica contro Lettonia, Francia e Ungheria.

Agosto che porta un'altra bella notizia in casa azzurra. Greg Ireland resterà infatti alla guida della Nazionale Italiana Senior di hockey anche nella prossima stagione olimpica, a partire proprio dal fondamentale torneo di Riga. Archiviato l'ultimo Mondiale con un'Italia tenace e combattiva sul ghiaccio nonostante le numerose assenze per Covid e infortuni, la strada resta quella tracciata e caratterizzata dal motto di coach Ireland: amore per il gioco, passione per la maglia. “Sono felice di proseguire questo percorso alla guida della Nazionale Italiana, specialmente al termine di un'annata che ci ha visto crescere sia individualmente che come team, in cui abbiamo affrontato a testa alta avversari tosti e di livello – le prime parole del tecnico canadese classe 1965 - Ora dobbiamo affrontare la grande sfida del torneo di qualificazione olimpica: io e la squadra non vediamo l'ora e daremo tutto.

Per centrare il nostro obiettivo dovremo spingerci ancora più in là e alzare il livello, ne siamo consapevoli. Siamo motivatissimi perché rappresentare l'Italia alle Olimpiadi sarebbe un sogno per tutti noi, il più grande onore che potremmo immaginare. Ci metteremo tutto l'orgoglio, lo sforzo e la dedizione di cui siamo capaci e io sono entusiasta di avere questa opportunità insieme a questi ragazzi”.

“Ci attende un compito difficile ma ritengo che con le risorse messe a disposizione dalla Federazione in questi anni, il tecnico Ireland abbia tutti gli strumenti per centrare la Qualificazione Olimpica – dice il Presidente della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, Andrea Gios - Dallo staff tecnico e da Ireland mi aspetto molto e conto nella loro capacità di creare un gruppo affiatato, focalizzato all'ambizioso obiettivo e con forti motivazioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
287
Consensi sui social

Approfondimenti

Altopiano di Asiago
Informazioni turistiche

Altopiano di Asiago

Asiago, Gallio

Ultimi in Sport invernali

Salto con gli sci: Jan Hoerl, la prima è da sogno. Che vittoria a Wisla, battuto Lindvik

Salto con gli sci: Jan Hoerl, la prima è da sogno. Che vittoria a Wisla, battuto Lindvik

Dopo aver vinto la qualificazione di venerdì e la prova a squadre di ieri Jan Hoerl si è regalato la prima vittoria in carriera in Coppa del Mondo. Secondo salto eccezionale per il giovane austriaco che ha preceduto il norvegese Lindvik e Stefan Kraft, che ragggiunge gli 80 podi in competizioni individuali di primo livello. Beffata la Germania, con Geiger 4° e sempre più leader della generale ed Eisenbichler 5°. Ancora a zero Granerud.