Sabato 21 Settembre, 10:50
Utenti online: 788

foto di Getty Images

Testa a testa tra Joshi Helgesson e Roberta Rodeghiero nel corto del Lombardia Trophy

Testa a testa tra Joshi Helgesson e Roberta Rodeghiero nel corto del Lombardia Trophy

Le competizioni senior dell'ottava edizione del Lombardia Trophy si sono aperte all'ora di pranzo con l'atteso programma corto femminile.

Per l'occasione, il Palasesto di Sesto San Giovanni è stato teatro di un segmento di gara dai contenuti tecnici più che discreti e ben oltre le aspettative della vigilia.

Il piatto forte è stato rappresentato dalla sfida sul filo dei decimi che ha visto contrapposte la svedese Joshi Helgesson e la padrona di casa, ormai nel senso più letterale del termine, Roberta Rodeghiero. Alla fine, per poco più di una lunghezza, l'ha spuntata la ventiduenne di Tibro, unica atleta a valicare la significativa soglia dei sessanta punti. Helgesson, migliore di giornata su ciascuna voce delle componenti del programma, si è dimostrata impeccabile su trottole e passi ed ha eseguito un ottimo triplo lutz preceduto dal passo, oltre ad un pregevole doppio axel, collocato nella seconda metà della musica. L'unico piccolo passaggio a vuoto ha riguardato la combinazione triplo toeloop/triplo toeloop, giudicata sotto ruotata sul secondo salto.

Rodeghiero, dal punto vista tecnico, è stata addirittura superiore alla diretta rivale cui ha rosicchiato tanti punti grazie alla combinazione triplo toeloop/triplo toeloop, perfettamente eseguita così come il triplo flip preceduto dal passo. I motivi di rammarico restano, invece, legati all'esecuzione del flying sit finale e ad un punto perso per via di una violazione del tempo di gara. In ogni caso, il risultato del programma odierno, con un'evidente crescita in ambedue le voci del punteggio, va considerato un importante indizio dell'avvenuto salto di qualità.

In terza posizione, con un distacco prossimo ai sei punti dalla testa, si è attestata la quasi diciannovenne giapponese Miyu Nakashio, autrice della migliore combinazione con due salti tripli, ma penalizzata da un po' di approssimazione sugli elementi di trottola e soprattutto da un difficile atterraggio del triplo flip, giudicato sotto ruotato dal pannello.

A seguire, si è piazzata la venticinquenne georgiana Elene Gedevanishvili, che ha preceduto la ventuenne finlandese Julia Turkkila, al rientro dopo una lunga pausa per infortunio.

A margine, va segnalata la prestazione della sedicenne coreana Suh Hyun Son, settima alle spalle della veterana austriaca Kerstin Frank, ma capace di eseguire una combinazione triplo lutz/triplo toeloop che ha contribuito a garantirle il terzo punteggio tecnico di giornata.

Sara Falotico, seconda pattinatirce battente bandiera italiana in gara, ha chiuso al decimo posto, ma può recriminare per un doppio axel sotto ruotato che le è costato un paio di posizioni in classifica.

Il programma libero, con discesa sul ghiaccio ad ordine di classifica invertito, si disputerà domani con inizio alle ore 12:00.

 

CLASSIFICA PROGRAMMA CORTO

1) SWE - Joshi HELGESSON
60.73 (32.93|27.80)    
2) ITA - Roberta RODEGHIERO
59.66 (33.50|27.16)    - 1.00
3) JPN - Miyu NAKASHIO
54.90 (28.16|26.74)
4) GEO - Elene GEDEVANISHVILI
52.96 (27.04|25.92)    
5) FIN - Juulia TURKKILA
49.90 (25.84|25.06) - 1.00
6) AUT - Kerstin FRANK
48.27 (28.21|20.06)    
7) KOR - Suh Hyun SON
47.90 (29.70|18.20)    
8) FRA - Nadjma MAHAMOUD
44.97 (24.37|20.60)    
9) KOR  Kyueun KIM
43.86 (23.66|22.20) - 2.00
10) ITA - Sara FALOTICO
43.57 (23.43|20.14)    
11) LTU - Inga JANULEVICIUTE
42.29 (24.63|17.66)    
12) CZE - Eliska BREZINOVA
41.11 (20.57|20.54)    
13) FIN - Emilia TOIKKANEN
39.76 (21.16|19.60) - 1.00    
14) GBR - Katie POWELL
37.19 (19.27|17.92)    
15) FIN - Nelma HEDE
35.22 (19.16|18.06) - 2.00
16) EST - Sindra KRIISA
35.03 (16.23|18.80)    
17) AUT - Belinda SCHONBERGER
33.63 (15.37|18.26)    

 

In campo maschile, al termine di un segmento di gara costellato di errori, si è imposto il francese Chafik Besseghier, che, grazie ad un sontuoso triplo axel e alla buona combinazione triplo lutz/triplo toeloop, ha inflitto un distacco di quasi otto punti al giovane connazionale Kevin Aymoz, penalizzato da un flip semplice, ma capace di completare il triplo axel e di surclassare di misura Besseghier nella somma delle componenti del programma.

Il terzo posto è andato al ventiduenne finlandese Matthias Versluis, che ha avuto la meglio di misura sul ceco Michal Brezina, favorito della vigilia. Il venticinquenne di stanza ad Oberstdorf ha pescato una giornata negativa sui salti completando in affanno il tripo axel, cadendo sul qudruplo salchow, peraltro corto di rotazione, e non eseguendo la combinazione per via di un flip aperto in volo.

Dario Betti, unico italiano presente, si è piazzato in quinta posizione brillando nella prima parte del programma corto in cui ha eseguito un buon triplo axel e la combinazione triplo flip/triplo toeloop.

CLASSIFICA PROGRAMMA CORTO MASCHILE

1) FRA - Chafik BESSEGHIER
73.58 (40.49|33.09)    
2) FRA - Kevin AYMOZ
65.79 (32.62|33.17)    
3) FIN - Matthias VERSLUIS
63.20 (32.04|31.16)    
4) CZE - Michal BREZINA
62.54 (25.70|37.84)    - 1.00
5) ITA - Dario BETTI
54.62 (28.87|25.75)
6) FIN - Tomi PULKKINEN
52.04 (24.04|28.00)
7) SUI -Nicola TODESCHINI
51.22 (23.46|27.76)    
8) FRA - Simon HOCQUAUX
43.20 (19.12|27.08) - 3.00    
9) NED - Thomas KENNES
42.45 (20.13|23.32) - 1.00   

© RIPRODUZIONE RISERVATA