Questo sito contribuisce alla audience de

Ex-aequo tra Fedichkina e Honda nel programma corto dei Mondiali juniores

Ex-aequo tra Fedichkina e Honda nel programma corto dei Mondiali juniores
Info foto

Flavio Valle

Figure skating - Junior World Championships 2016

Ex-aequo tra Fedichkina e Honda nel programma corto dei Mondiali juniores

Il programma corto femminile dei Campionati mondiali juniores, che si stanno tenendo presso la Fönix Arena di Debrecen, è stato caratterizzato da colpi di scena dentro e fuori dal ghiaccio.

Pochi minuti dopo l'inizio della gara, è arrivata la comunicazione della rinuncia causa infortunio della russa Polina Tsurskaya, indiscussa favorita per il successo. Secondo quanto trapelato, la vincitrice della finale di Junior Grand Prix e dei Giochi Olimpici invernali si sarebbe slogata una caviglia durante l'ultima sessione di allenamento mattutina, ma non si conoscono ulteriori particolari riguardo la situazione.

In contumacia della primatista mondiale della categoria, si è aperta una sorta di autostrada per numerose outsider, ma non tutte hanno saputo approfittarne nel modo migliore.

La prima a non essere pervenuta è stata la kazaka Elizabet Tursynbaeva, che ha pagato un conto salato con la fortuna venendo colpita da un attacco di epistassi a programma in corso. L'allieva di Brian Orser è stata costretta a interrompere la prova e, come vuole il regolamento vigente, ha subito una penalizzazione di ben cinque punti. Considerando anche la rovinosa caduta sul triplo lutz che avrebbe dovuto aprire la combinazione, la sedicenne di stanza a Toronto è naufragata in classifica chiudendo la prova in una mesta quattordicesima posizione a quasi quindici punti dalla zona medaglie.

Le cose sono andate di poco meglio alle giapponesi Wakaba Higuchi e Yuna Shiraiwa, rispettivamente quinta e ottava. Sia l'una che l'altra sono state tradite da un passaggio a vuoto sulla combinazione triplo lutz/triplo toeloop. Higuchi è caduta dopo avere eseguito un triplo toeloop correttamente degradato a doppio dal pannello, mentre Shiraiwa, apparsa spenta dall'inizio alla fine del programma, ha completato con enormi patemi una combinazione triplo lutz/doppio toeloop. Tuttavia, la campionessa nazionale juniores è riuscita a limitare i danni ottenendo valutazioni leggermente più alte sulle componenti del programma.

Le sorprese non sono però terminate. Fatto anomalo e con pochi precedenti in passato, le prime due atlete in classifica hanno ottenuto il medesimo punteggio. Il successo nel segmento di gara è andato alla russa Alisa Fedichkina, migliore del lotto sul versante tecnico. La quattordicenne allenata da Evgeni Rukavitsin è stata impeccabile su passi e trottole, completando al meglio anche gli elementi di salto, tra cui la combinazione triplo lutz/triplo toeloop collocata nella seconda metà della musica. A parità di punti, la giapponese Marin Honda è stata classificata in seconda posizione per via del riscontro tecnico inferiore. La quattordicenne di Kyoto ha ottenuto le valutazioni più elevate su ciascuna voce delle componenti del programma e, come Fedichkina, ha raggiunto il livello più alto a disposizione su passi e trottole. Va, in particolare, rimarcata la qualità della combinazione triplo rittberger/triplo lutz.

In terza posizione, con poco più di un punto di distacco dalle leader, si è attestata la quindicenne russa Maria Sotskova che è stata superiore alle dirette avversarie sugli elementi di salto, ma ha pagato dazio per via dei livelli persi su flying sit e trottola rovesciata.

A seguire, con oltre sei punti da recuperare sul gradino più basso del podio, si è piazzata la statunitense Bradie Tennell, che ha sbriciolato il primato personale, nonostante una rovinosa caduta sul doppio axel. L'attesa lettone Angelina Kuchvalska, reduce dai fasti dei Campioanti europei, si è, invece, dovuta accontentare della sesta moneta in scia a Tennell e Higuchi.

La quattordicenne azzurra Lucrezia Gennaro, scesa in pista nella prima parte della gara, è riuscita a qualificarsi per il programma libero chiudendo in ventitreesima posizione. L'allieva di Ludmila Mladenova ha ben eseguito gli elementi di trottola e la sequenza di passi finale, ma è stata penalizzata da un paio di chiamate del pannello tecnico, che ha giudicato sottoruotato il triplo rittberger e il triplo flip.

Il programma libero si disputerà domani con inizio alle ore 13:00. 

 

CLASSIFICA PROGRAMMA CORTO

01) RUS - Alisa FEDICHKINA
66.11 (38.16|27.95)
02) JPN - Marin HONDA
66.11 (37.57|28.54) NR
03) RUS - Maria SOTSKOVA
64.78 (37.15|27.63)
04) USA - Bradie TENNELL
58.56 (34.42|25.14) - 1.00 PB
05) JPN - Wakaba HIGUCHI    
58.08 (31.93|27.15) - 1.00
06) LAT - Angelina KUCHVALSKA    
57.92 (31.69|26.23)    
07) USA - Tyler PIERCE
56.56 (30.94|26.62)
08) JPN - Yuna SHIRAIWA
56.23 (30.34|25.89)
09) ARM - Anastasia GALUSTYAN    
55.80 (31.51|24.29)
10) LAT - Diana NIKITINA
54.59 (30.47|24.12)
11) HKG - Maisy Hiu Ching MA    
52.69 (29.21|23.48) PB
12) KOR - Ha Nul КIМ
52.37 (30.69|21.68) PB    
13) UKR - Anastasia GOZHVA
50.99 (29.33|21.66)
14) KAZ - Elizabet TURSYNBAEVA    
50.11 (29.60|26.51) - 6.00
15) HUN - Ivett TOTH
49.98 (26.09|24.89) - 1.00
16) CAN -  Sarah TAMURA
48.11 (27.33|20.78) PB    
17) NED - Kyarha VAN TIEL    
47.94 (28.06|19.88) PB
18) GER - Lea Johanna DASTICH
47.67 (27.48|20.19)
19) KOR - Suh Hyun SON
46.18 (26.04|21.14) - 1.00 PB
20) NOR - Juni Marie BENJAMINSEN
45.70 (25.64|20.06)
21) FRA - Alizee CROZET
45.34 (24.23|21.11) PB
22) TPE - Amy LIN    
44.52 (23.03|22.49) - 1.00
23) ITA - Lucrezia GENNARO
43.74 (23.54|20.20)    
24) CHN - Xiangning LI
43.38 (22.32|21.06)     
25) FIN - Viveca LINDFORS    
43.19 (20.59|22.60)
26) SUI - Shaline RÜEGGER    
42.66 (23.59|19.07) PB    
27) AUT - Natalie KLOTZ    
42.25 (23.08|19.17)
28) SIN - Shuran YU
42.21 (22.90|19.31)
29) EST - Kristina SHKULETA-GROMOVA
41.68 (22.94|18.74)    
30) SWE - Matilda ALGOTSSON
41.00 (19.61|21.39)
31) Michaela DU TOIT
40.86 (22.06|19.80) - 1.00
32) ROU - Julia SAUTER
39.67 (20.66|20.01) - 1.00
33) SVK - Alexandra HAGAROVA
39.07 (21.87|17.20) PB    
34) SLO - Monika PETERKA
39.00 (20.79|18.21) PB
35) AUS - Katie PASFIELD
38.96 (21.28|17.68) PB    
36) GBR - Danielle HARRISON
37.59 (17.96|20.63)    - 1.00
37) CZE - Elizaveta UKOLOVA
37.57 (18.91|19.66) - 1.00    
38) TUR - Elif ERDEM
37.39 (20.94|17.45) - 1.00
39) POL -  Aleksandra RUDOLF
35.32 (18.21|17.11)    
40) BUL - Teodora MARKOVA
34.50 (17.33|17.17)    
41) LTU -  Elzbieta KROPA
34.34 (18.39|16.95) - 1.00
42) DEN - Leonora Colmor JEPSEN
34.05 (16.08|17.97) PB
43) THA - Thita LANSAM    
33.39 (17.05|16.34)
44) BEL -  Charlotte VANDERSARREN
32.30 (15.39|17.91) - 1.00
45) ESP -  Maeva GALLARDA ROSSELL    
29.65 (13.78|16.87)   

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social