Questo sito contribuisce alla audience de

Il Covid ferma le Universiadi invernali: salta in extremis l'edizione 2021, erano 33 gli azzurri iscritti

Foto di Redazione
Info foto

2017 Getty Images

Universiadiuniversiadi invernali 2021

Il Covid ferma le Universiadi invernali: salta in extremis l'edizione 2021, erano 33 gli azzurri iscritti

Il comunicato di Swiss University Sports: niente gare dall'11 al 21 dicembre a Lucerna, la pandemia cancella definitivamente l'appuntamento.

Erano già state rinviate di quasi un anno, con la pandemia che aveva consigliato la Svizzera a non farle disputare nel gennaio 2021, ma ora le Universiadi invernali edizione numero 30 alzano definitivamente bandiera bianca.

Sembrava tutto fatto, ma a meno di due settimane dallo start dell'evento di Lucerna, in programma dall'11 al 21 dicembre prossimi nel Canton Grigioni, ecco la cancellazione annunciata dall'organizzazione di Swiss University Sports, a causa delle restrizioni anti Covid che pongono problematiche troppo rilevanti per far sì che si possa disputare regolarmente una rassegna internazionale.

Erano 33 gli azzurri iscritti alle gare delle varie discipline invernali (anche se Giulia Paventa, infortunatasi nei giorni scorsi, avrebbe rinunciato alle prove dello sci alpino). “Siamo molto dispiaciuti che non ci sia permesso di accogliere gli atleti di tutto il mondo che si sono preparati intensamente per le loro competizioni - ha dichiarato il presidente del comitato organizzatore, Guido Graf - La variante del virus Omikron recentemente scoperta è stata classificata come motivo di preoccupazione dall'Organizzazione mondiale della sanità”.

Per prevenire o rallentare la diffusione della nuova variante del virus in Svizzera, il governo federale ha imposto restrizioni all'ingresso per diversi paesi e ne ha inseriti altri nell'elenco di quarantena. A causa di tutto ciò, le Universiadi invernali 2021 non possono andare in scena. Le misure hanno un impatto sulle delegazioni che partecipano all'evento, considerato che allo stato attuale, Australia, Belgio, Danimarca, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Hong Kong, Israele e Repubblica Ceca sono interessate dalla quarantena obbligatoria di 10 giorni. Ed è probabile che vengano aggiunti altri paesi. “Siamo incredibilmente tristi di non poter organizzare questo grande evento e vorremmo ringraziare tutti coloro che hanno realizzato e investito così tanto negli ultimi anni – ha aggiunto il presidente di Swiss University Sports, Mike Kurt – Siamo convinti che Lucerna lascerà un'eredità a lungo termine per lo sport svizzero nel 2021, nonostante la cancellazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
38
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Biathlon, il cammino Olimpico dell’Italia. E se Pechino fosse l’edizione “d’oro”?

Biathlon, il cammino Olimpico dell’Italia. E se Pechino fosse l’edizione “d’oro”?

A pochi giorni dall’inizio della XXIX edizione dei Giochi Olimpici invernali, che per il biathlon inizieranno il prossimo 5 febbraio con la staffetta mista, ripercorriamo il cammino azzurro nella rassegna a cinque cerchi, dagli albori della disciplina ai giorni nostri, tra esordi e medaglie.