Mercoledì 13 Novembre, 2:54
Utenti online: 28
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

Johannes Bø centra la terza vittoria consecutiva, sua la Sprint di Le Grand Bornand

Johannes Bų centra la terza vittoria consecutiva, sua la Sprint di Le Grand Bornand

Ancora una volta la lotta per la vittoria è stata una partita a due tra il norvegese e Martin Fourcade, nettamente superiori al resto del mondo. 

Oggi però Johannes Thingnes Bø è risultato essere inarrivabile anche per il re della disciplina che si è dovuto inchinare in tutti i segmenti di gara. Il norvegese è stato il più veloce sugli sci, parziale nel quale ha rifilato ben 15" al rivale e ha coperto tutti e dieci i bersagli con la consueta rapidità, soprattutto nell'intervallo tra un colpo e l'altro. Per lui è arrivato dunque il 4° successo in stagione, il terzo consecutivo dopo la doppietta sprint inseguimento di Hochfilzen.

Sul traguardo Martin Fourcade ha pagato 21", un distacco considerevole in ottica Inseguimento. Il francese è stato comunque l'unico ad impensierire, almeno nel primo giro, il vincitore. Il dato incredibile è che in stagione non è mai sceso dal podio, una costanza su livelli di eccellenza che gli permette di indossare il pettorale giallo con 20 punti di vantaggio sul norvegese.

Alle spalle di questi due marziani, il primo degli umani è stato Antonin Guigonnat, seconda linea francese che aveva fatto bene in Ibu Cup e che oggi nella gara di casa, ha visto la favola diventare realtà. Il transalpino, partito con il pettorale 88, ha sfruttato il tracciato che con il passare degli atleti si è leggermente velocizzato e, dopo aver fatto percorso netto al poligono, ha realizzato un tempo migliore di 7" rispetto a Schempp.

Il tedesco ha chiuso in 4a posizione grazie a una solida prova sugli sci stretti e un'ottima prestazione al poligono. Tutti i primi cinque classificati hanno trovato lo zero al tiro, dal momento che anche Desthieux, 5° a fine gara, non ha mancato alcun bersaglio. Un errore invece per Anton Shipulin 6° a circa 20" dalla zona podio e dunque assai temibile per l'Inseguimento. 

Settima l'altra sorpresa di giornata, il norvegese Gjesbakk. Ottavo Lapshin, nono un ottimo Dominik Windisch, finalmente preciso al poligono. L'azzurro ha tenuto un ritmo controllato sugli sci per gestire al meglio la fase di tiro, questa strategia lo ha portato a realizzare il miglior risultato individuale della stagione. Completa la top 10 il veterano Tim Burke

Ha chiuso 12° il campione mondiale del format, il tedesco Benedikt Doll, terzo nella parte sciata ma costretto a compiere due giri di penalità dopo aver sbagliato due volte nella serie in piedi. Alle sue spalle Jakov Fak, 13° con un errore nella sessione a terra. 

Altri due atleti italiani sono riusciti a racimolare punti, Thomas Bormolini ha chiuso infatti 32°, Lukas Hofer 40°. Il primo si è messo in evidenza nella prima parte di gara, restando addirittura in lotta per il podio fino all'uscita del primo poligono, ed è poi calato nella parte finale, dove ha perso posizione su posizione. Come di consueto in questa stagione Hofer è stato pimpante sugli sci ma oggi, in una gara con pochi errori, ha mancato tre bersagli, risultando quindi tagliato fuori per le posizioni di primo piano. Molto lontano invece Chenal che è giunto 77°.

Diversi nomi di punta hanno chiuso fuori dalla zona punti, su tutti Lesser 44°, Julian Eberhard 45° e Tarjei Bø 48°. 

La giornata di domani sarà dedicata agli Inseguimenti, alle ore 11:45 è in programma quello femminile, alle 14:45 sarà la volta degli uomini.

Qui il risultato completo della Sprint Maschile!

© RIPRODUZIONE RISERVATA