Lunedì 20 Maggio, 3:17
Utenti online: 151
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

foto di 2018 Getty Images

Biathlon: Johannes Bų 30 e lode, sua anche la Sprint di Ruhpolding

Biathlon: Johannes Bų 30 e lode, sua anche la Sprint di Ruhpolding

Il norvegese, ancora una volta dominante sugli sci, nonostante un errore commesso nella serie in piedi, ha ottenuto la 30a vittoria in carriera, l'8a in questa stagione. 

Johannes sul traguardo ha preceduto il fratello maggiore Tarjei (0+0) di 8" e il tedesco Benedikt Doll (0+1) di 10". E' rimasto a bocca asciutta Martin Fourcade, che nonostante lo "zero" ha chiuso . Buona gara per Lukas Hofer, capace di entrare ancora una volta nella top 10

Oggi il leader della classifica generale ha rifilato distacchi notevoli nel fondo a tutti gli avversari e controllato al poligono, dove è stato cauto nei tempi di rilascio e ha poi mancato un bersaglio nella seconda serie. La penalità lo ha costretto ad iniziare la tornata finale con un distacco minimo rispetto a Tarjei, leader fino a quel momento. Negli ultimi chilometri però non c'è stata storia e Johannes ha conquistato senza problemi la quarta vittoria stagionale nel format su cinque gare disputate. 

Nell'ultimo giro Tarjei Bø si è dovuto difendere dalla rimonta di un ottimo Benedikt Doll, che nonostante un errore sull'ultimo bersaglio della serie in piedi ha chiuso a 2" dal norvegese e ha preceduto Martin Fourcade (0+0). Oggi il francese ha trovato le percentuali al tiro ma ha pagato dazio sugli sci, parziale nel quale ha ottenuto il 6° tempo a 32" da Johannes Bø.

Alle sue spalle ha chiuso Alexander Loginov, impreciso a terra e in rimonta nella seconda parte di gara. Medesimo schema di gara di Lukas Hofer, che dopo una prima serie lenta e nella quale ha mancato un bersaglio, si è riscattato con un'ottima prova sugli sci e nel poligono in piedi. L'azzurro si è attestato quindi in 6a piazza, precedendo il tedesco Johannes Kuehn (0+1) 7°, l'austriaco Simon Eder (0+0) 8°, il giovane francese Emilien Jacquelin (1+0) 9° e lo svedese Sebastian Samuelsson (0+0) 10°. 

Tra gli altri azzurri al via è entrato in zona punti anche Thomas Bormolini (0+1), 36° a 1'23" dal vincitore. Discreta prova anche per Giuseppe Montello (2+0) 41°. Giornata da dimenticare invece per Dominik Windisch, 68° con ben quattro penalità. Thierry Chenal è finito 78° (0+1) e l'esordiente Patrick Braunhofer 87° (0+1). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA