Venerdì 24 Novembre, 3:08
Utenti online: 343
Francesco Paone
Francesco Paone

foto di Getty Images

Karolin Horchler e Antonin Guigonnat si impongono nelle individuali di Ibu Cup di Obertilliach

Karolin Horchler e Antonin Guigonnat si impongono nelle individuali di Ibu Cup di Obertilliach

Oggi a Obertilliach sono andate in scena due individuali valevoli per l'Ibu Cup, il circuito cadetto del biathlon. Sul podio hanno trovato spazio sono atleti di Germania, Russia e Francia.

La Francia, oltre a spadroneggiare nel massimo circuito maschile, si è imposta anche a livello cadetto. Nell’individuale riservata agli uomini è infatti arrivato il successo di Antonin Guigonnat, autore di una solidissima prestazione. Il transalpino ha realizzato il quinto tempo di giornata sugli sci e mancato un unico bersaglio al poligono. Chissà che a gennaio non possa avere una chance in Coppa del Mondo, da dove invece sono stati retrocessi i due atleti saliti sul podio assieme a lui.

Piazza d’onore per il russo Yuri Shopin, staccato di 32”2, capace di scavalcare nel’ultimo giro il tedesco Florian Graf, attestatosi al terzo posto a 35”6. Proprio come il vincitore, entrambi hanno commesso un errore.

Doppia penalità invece per Alexander Loginov, al rientro in competizioni di carattere internazionale. Il ventiquattrenne russo, squalificato 2 anni per positività “differita” all’Epo (rilevata nel novembre 2014 su un campione di dodici mesi prima), ha comunque messo in mostra un passo abbastanza competitivo concludendo quarto appena davanti al coetaneo (e grande rivale ai tempi delle competizioni giovanili) Vetle Sjåstad Christiansen.

A proposito di passo. I più rapidi nel fondo, ovvero Henrik L’Abee-Lund e Alexey Slepov, hanno sbagliato troppo concludendo rispettivamente sedicesimo e undicesimo con quattro e tre bersagli mancati.

Discreta la prestazione degli azzurri. Rudy Zini (0+1+0+1) si è classificato diciannovesimo poco davanti a Thierry Chenal (0+1+0+0). È entrato in zona punti anche Pietro Dutto (2+1+1+1), trentaduesimo. Niente da fare invece per Riccardo Romani (1+1+0+1), cinquantunesimo, e Maikol Demetz (1+2+0+2), sessantacinquesimo.

Alexey Volkov (oggi solo ventunesimo) resta in testa alla classifica generale con 185 punti, ma si vede avvicinato da Guigonnat a 178. Terzo Vegard Gjermundshaug (151), con l’assente Begue quarto (149).

CLICCA QUI PER I RISULTATI COMPLETI

 

Decisamente palpitante la prova femminile, risoltasi letteralmente sul filo di lana. Il successo è stato appannaggio della tedesca Karolin Horchler, che come sempre ha fatto leva sulla propria precisione trovando lo shoot-out e difendendosi per solamente 1”1 su Coline Varcin. La francese è stata nettamente più performante sugli sci, ma ha commesso un errore al primo poligono, alfine rivelatosi fatale nella corsa alla vittoria.

Gradino più basso del podio per la russa Darya Virolaynen, in lenta ripresa dopo il pessimo inizio di stagione. La figlia dell’indimenticata Anfisa Reztsova ha pagato 30”2 alla vincitrice, concedendo peraltro un bersaglio al tiro. Quarta e quinta posizione per due ragazze capaci di coprire tutti i bersagli, ovvero la slovacca Terezia Poliakova e la polacca Anna Maka. Sesta, gravata da due penalità, quella Darya Yurkevich che in questo format era salita sul podio in Coppa del Mondo a Östersund.

Come nella gara maschile, anche qui tutte le più veloci sugli sci si sono rivelate decisamente troppo fallose. La francese Enora Latuilliere, migliore di giornata nel fondo, ha concluso solo 21^ a causa di 5 errori. Nona invece la russa Uliana Kaisheva, che non ha mandato a segno 3 colpi. Assenti le italiane.

Nadine Horchler (oggi undicesima) mantiene la leadership della classifica generale con 203 punti, braccata dalla sorella Karolin (202) con Varcin terza a 174 e Kaisheva quarta a 152.

CLICCA QUI PER I RISULTATI COMPLETI

Domani in programma le sprint.

© RIPRODUZIONE RISERVATA