Questo sito contribuisce alla audience de

In Abruzzo manca soltanto la neve. Tutte le novitÓ sulla nuova stagione invernale

foto aremogna
Appennini

In Abruzzo manca soltanto la neve. Tutte le novitÓ sulla nuova stagione invernale

Tutto pronto per la partenza della stagione invernale abruzzese: l’unica assente è la neve. Come se non bastasse, le temperature piuttosto elevate di questi giorni hanno impedito l’utilizzo di cannoni, costringendo gli addetti ai lavori ad arrendersi al meteo e sperare nell’arrivo del freddo, previsto a partire dalla prossima settimana. Ma andiamo a vedere qual è la situazione località per località.

ROCCARASO. C’è grande attesa per l’apertura della stagione sciistica, che culminerà a fine febbraio con i Mondiali juniores di sci alpino (dal 29 febbraio al 9 marzo 2012). Per l’occasione, sono state modificati ed ampliati i tracciati delle piste che ospiteranno le gare: la Direttissima di Monte Pratello per le gare di discesa e super-G, la pista “Lupo” alle Gravare di Aremogna per gigante e slalom, oltre alle piste di Pizzalto destinate agli allenamenti. Predisposti inoltre 300 nuovi cannoni (per un totale di 1.250), oltre all’apertura di nuove attività ed esercizi commerciali e alla costruzione di nuove infrastrutture. Tra queste, il sottopasso inaugurato una settimana fa e realizzato all’interno dell’abitato di Roccaraso, che consentirà una circolazione del traffico più snella in vista dell’importante evento sportivo. Il costo totale del sottopasso – largo dieci metri, alto quattro e lungo tredici – è di un milione e 400 mila euro (più i 530 mila delle opere complementari). Novità, infine, sui listini per la nuova stagione: previsti numerosi pacchetti famiglia che comprendono il skipass, noleggio e pranzo oppure skipass, albergo e scuola sci. (Listino prezzi skipass)

CAMPO FELICE. La novità di quest’anno è l’ampliamento della sala di innevamento, la struttura che permette di sparare l’acqua e trasformarla in neve: dai 300 metri cubi l’ora d’acqua è stata portata ad una capacità di 900 metri cubi l’ora, esattamente il triplo. Predisposto anche un nuovo bacino di acqua da 50 mila metri cubi, che si aggiunge a quello già esistente della capienza di 36 mila. Effettuati interventi anche sulle piste degli “Innamorati” e del “Leone”, oltre all’acquisto di una trentina di nuovi cannoni spara-neve. Aperta inoltre una nuova zona principianti sia per lo snowboard che per il freestyle. (Skipass stagionali; giornalieri)

GRAN SASSO. A Prati di Tivo (ai piedi del versante settentrionale del Corno Piccolo) è stato prolungato (ad opera della Sangritana) il tapis roulant per la risalita di “Pratilandia”, mentre ai lati del tappeto sono stati allestiti giochi per i bambini e una pista da toubing. Altra novità importante è l’inaugurazione, la scorsa settimana, della funivia che collega gli impianti di risalita di Campo Imperatore alla località Fonte Cerreto. L’opera di ammodernamento della struttura si concluderà ad aprile, quando inizieranno i lavori per l’innalzamento dei pali per l’illuminazione notturna della funivia. Previsto inoltre il ripristino della cosiddetta “stazione intermedia”, ovvero una fermata della funivia situata a metà strada tra la partenza e l’arrivo in quota, dove si potrà scendere (su richiesta) ed effettuare escursioni con il sentiero già tracciato o fermarsi nel rifugio, anch’esso ripristinato a breve. Sempre nel 2012 è prevista la privatizzazione degli impianti del Centro turistico del Gran Sasso (attualmente di proprietà del Comune dell’Aquila): per la procedura, comunque, c’è tempo fino al 30 aprile 2012, termine ultimo fissato per l’acquisto da parte di privati. (Campo Imperatore; stagionali Prati di Tivo)

PESCASSEROLI. Un discorso a parte meritano gli impianti di Pescasseroli, dove la stagione rischiava di non partire per via di un contenzioso instaurato dopo il fallimento – nel maggio scorso – del tentativo di vendita degli impianti dalla proprietaria Gisp Spa (il cui capitale è detenuto interamente dal Comune di Pescasseroli) all'acquirente, Assifer Service Srl. In seguito alla vertenza, gli impianti erano stati sequestrati e posti sotto la custodia giudiziale al Commissario prefettizio del Comune, Antonio Oriolo, e la causa presa in esame dal giudice del tribunale di Sulmona, Massimo Marasca, che aveva nominato un collegio peritale per valutare la congruità delle offerte provenienti dai privati. Tuttavia ieri la situazione si è sbloccata con l'assegnazione della gestione alla cooperativa Igloo, risultata vincitrice su un costituendo consorzio che aveva fatto pervenire l’offerta per il tramite del consorzio Alto Sangro Turismo. "Per lunedì è prevista la firma del contratto - ha annunciato l'amministratore della Igloo, Diego Cutini - e il giorno dopo partiremo con le manutenzioni che, stando alla tempistica programmata, consentiranno l'apertura degli impianti a ridosso del Natale". Una buona notizia, dunque, per gli sciatori e gli operatori turistici, sicuramente penalizzati dall'impasse degli ultimi mesi.

2
Consensi sui social