Questo sito contribuisce alla audience de

Il 1 Aprile appuntamento a Campiglio per la Ski Alp Race dolomiti di Brenta

Edizione 2012
Info foto

©NewsPower Canon

Sci Alpinismo

Il 1 Aprile appuntamento a Campiglio per la Ski Alp Race dolomiti di Brenta

Primavera in arrivo, tempo di sci e pelli, specie in una annata come questa in cui la neve in quota è abbondante. A Madonna di Campiglio l'inizio di aprile coincide da tempo con la Ski Alp Race Dolomiti di Brenta e quest'anno sarà proprio il 1° Aprile la data fissata dallo Sporting Club Campiglio per dare il via a un'edizione di gara ancora una volta memorabile.

Al percorso non sono state portate modifiche di rilievo, partenza e arrivo saranno al rifugio Boch (a quota 2.085 metri) e subito gli skialper si troveranno innanzi un autentico muro fatto di 50 inversioni e 800 mt di dislivello che traghetta alla scenografica Cima Grosté. Già qui si avranno le prime indicazioni di classifica, con i più allenati a calare le carte pesanti, ma la gara è lunga (18,5 km e 1.835 mt dsl complessivi) e di spunti di livello ce ne sono altri lungo il cammino che dopo il cambio pelli sul punto più alto dell’intero percorso punta dritto al Campaniletto dei Camosci e al sentiero di Vallesinella. In pochi istanti si torna così alle quote di partenza, ma c’è solo il tempo di voltare lo sguardo all’insù per poi affrontare i circa 600 metri di dislivello fino a Bocca di Sella (2.760 metri), da raggiungere dopo tratti misti con gli sci e a piedi. La discesa successiva è semplicemente mozzafiato, un vortice di velocità e adrenalina, prima di imboccare l’ultima fatica di giornata verso Passo Grostè. Ultimo cambio pelli prima dei 4 chilometri conclusivi in discesa verso l’arrivo, sempre nei pressi del Rifugio Boch.

La prima edizione della Ski Alp Race trentina risale al 1975 e da quel momento in poi, anche negli inverni più scarsi di neve, la gara è sempre stata presente al via e il merito va senz’altro attribuito agli organizzatori, ai tecnici e ai tanti volontari che questa Ski Alp ce l’hanno a cuore e… nel cuore. Con il team Sporting Club Campiglio collaborano ApT Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, la Società Funivie Madonna di Campiglio, Trentino Marketing e la Comunità delle Regole di Spinale e Manez. Presidente del comitato è Adriano Alimonta, direttore di gara e responsabile tecnico l’esperto Rino Pedergnana.

La Ski Alp Race Dolomiti di Brenta 2013 è valevole come prova internazionale “Certified Race ISMF” senior e giovani maschile e femminile, Coppa delle Nazioni a squadre e Campionato Italiano Seniores e Master a squadre. Inoltre, è penultima prova di Coppa Italia di Ski Alp 2013, che dopo le cinque prove disputate fino ad oggi vede in testa il valtellinese Lorenzo Holzknecht davanti di sole 10 lunghezze all’altoatesino Reichegger, mentre al femminile è prima provvisoria Francesca Martinelli.

Le iscrizioni alla gara del 1° aprile a Madonna di Campiglio sono aperte e la quota da versare è di € 70 (Junior e Cadetti) ed € 90 (Senior e Master). In queste cifre sono inclusi cena a buffet, pernottamento e prima colazione, pacco gara, trasporto alla partenza, risalite impianti, ristoro zona arrivo e pranzo nel giorno della manifestazione. Per coloro che non intendono pernottare a Madonna di Campiglio, la quota sarà di € 20 ed € 40. La chiusura delle iscrizioni è prevista per venerdì 29 marzo alle 20.00.

Il vincitore dell'anno scorso, il Francese William Bon Mardion si è portato a casa una fiammante Ducati Hypermotard, mentre ques'anno prevale la coscienza ambientalista e ai vincitori andranno due splendide bici da corsa.

Info: www.skialprace.com

2
Consensi sui social

Approfondimenti

Foto Gallery

Edizioni Precedenti Ski Alp Race

36 foto, ultima del Sabato 5 Aprile 2014

Ultimi in Regioni

Macugnaga, lo studio di fattibilità prevede la seggiova Pecetto a quattro posti con protezione

Macugnaga, lo studio di fattibilità prevede la seggiova Pecetto a quattro posti con protezione

Con un comunicato pubblicato sulla pagina Facebook di Macugnaga il sindaco Stefano Corsi da notizia della conclusione da parte di Monterosa2000 dello studio di fattibilità, che si è concluso a favore della scelta di un impianto a quattro posti ad agganciamento automatico con la protezione.