Mercoledì 18 Settembre, 20:23
Utenti online: 917
Michela Caré
Michela Caré
Giornalista

A Cortina torna il Festival della cinematografia breve italiana

cortinametraggio

Dal 18 al 24 marzo a Cortina d’Ampezzo si terrà la 14esima edizione di Cortinametraggio, il Festival della cinematografia breve italiana. I giurati del Premio Medusa per il Miglior Soggetto di lungometraggio saranno Cristiana Capotondi, Paolo Genovese, Nicola Guaglianone, Lucia Cereda e Lavinia Farnese.

Il vincitore del premio avrà la possibilità di sottoscrivere un contratto di opzione diritti a fronte di un corrispettivo di  3.000 euro. I finalisti tra i quali sarà scelto il Miglior Soggetto vincitore sono: Il Clandestino e l’Ascensore di Armando Maria Trotta, Lira Funesta di Alessandro Padovani, e Tali e Quali di Angela Rifurgiato e Chiara Leto.

La sezione cortometraggi, diretta da Vincenzo Scuccimarra, riguarda come sempre corti narrativi italiani che spaziano tra i generi e le tematiche affrontate.

Ventuno i cortometraggi in concorso che si muovono tra commedie intelligenti che gettano lo sguardo sulla realtà quotidiana e i problemi che la caratterizzano e corti legati al tema dell’integrazione come espressione di una società che sempre più si fa multietnica.

Per la selezione 2019 del concorso Vincenzo Scuccimarra ha affermato: “Quest’anno abbiamo ricevuto 450 cortometraggi, non ne erano mai arrivati così tanti. I ventuno in concorso affrontano con humor, originalità, stile e immediatezza i grandi temi dell’attualità: precarietà sociali e relazionali, paura del futuro, emarginazione ed integrazione. Sebbene nella maggior parte dei casi si tratti di commedie, non vogliono essere corti d’evasione, vogliono guardare in faccia la realtà.”

A valutare i cortometraggi sono stati chiamati in giuria i registi Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta, vincitori lo scorso anno a Cortina con Cani di razza, Ricky Tognazzi, Tosca D’Aquino e Roberta Beta.

La novità di quest’anno riguarda la sezione videoclip che è stata suddivisa in due sottosezioni: mainstream (artisti affermati e con budget più sostanziosi) e underground.  Ventidue i titoli selezionati fra i ben 150 arrivati. In giuria ci saranno Simona Izzo, l’attore Daniele Liotti, la webstar Jenny de Nucci, la giovane regista e produttrice Sarah Tognazzi e il produttore discografico Alberto Quartana fondatore di Leave Music.

Il Festival della cinematografia breve italiana è ideato e diretto da Maddalena Mayneri ed ha il patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Belluno, del Comune di Cortina d’Ampezzo, il supporto di Cortina Marketing Se.Am., con loro la Rete Eventi Cultura, l’Anec, la Fice, il CSC - Centro Sperimentale di Cinematografia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA