Martedì 18 Dicembre, 22:44
Utenti online: 2100
Andrea Bergamasco
Andrea Bergamasco
Freerider, Allenatore II Livello

Test Maschere e Occhiali Rudy Project

Test Maschere e Occhiali Rudy Project

L'autunno è il momento in cui noi sciatori ci prepariamo per la stagione a venire, non solo atleticamente in palestra o al campo di atletica con la presciistica, ma anche a livello dei materiali tecnici che utilizziamo durante le nostre giornate sulla neve, che siano questi sci, scarponi, abbigliamento o mascherine da sci ed occhiali da sole.

La protezione per i nostri occhi è fondamentale ed indispensabile per noi sciatori e deve essere sempre di alto livello, in quanto il riverbero e i raggi UV potrebbero affaticare o danneggiare la nostra vista sopratutto quando siamo in montagna e sulla neve; in più un buon occhiale da sole o mascherina da sci ci rendono la discesa piacevole non facendoci lacrimare gli occhi durante la discesa, proteggendoci quando le condizioni atmosferiche sono avverse ad esempio quando nevica e proteggendo gli occhi da eventuali traumi come i rami degli alberi quando si pratica il Freeride.

Siccome le ore che passiamo sulla neve durante una giornata di sci sono parecchie è fondamentale non sbagliare nella scelta di un prodotto.

Al giorno d'oggi i materiali hanno fatto un notevole salto in avanti nel campo della protezione dagli effetti dannosi e sgradevoli dei raggi del sole Uva e Uvb con lenti che salvaguardano e proteggono la nostra vista, il tutto confezionato con montature sempre più leggere, confortevoli e dal design accattivante.

Durante tutta la stagione invernale 2017/2018 ho testato due mascherine da sci ed un occhiale da sole dell'italianissimo brand Rudy Project.

Rudy Project è un eccellenza italiana del Made in Italy attiva dal 1985 e con sede a Treviso, tutti i suoi prodotti sono ideati, sviluppati e creati in Italia con materiali di altissima qualità.

Rudy Project è un marchio molto conosciuto nel mondo del ciclismo, del triathlon e nel mondo dei motori e che cerca di aprirsi un nuovo varco anche nel mondo degli sport invernali con prodotti innovativi e dal design giovane e dinamico.

Andiamo a scoprire i modelli testati:

SINTRYX ICE GRAPHITE M- POLAR 3FX HD
Occhiale da sole modello Sintryx, montatura Ice Graphite, lenti polarizzate modello Polar 3Fx Hdr categoria filtro UV 3, peso 30 gr., modello maschile, lenti intercambiabili.
Sintryx è il nuovo occhiale dal design avvolgente che garantisce massima protezione agli occhi. L’innovativo sistema di cambio lenti Push Release consente di gestire al meglio ogni condizione di luce. Basta una leggera pressione sul logo centrale e la parte bassa della montatura si apre consentendo di cambiare le lenti con un semplice clic.
Sintryx monta tutte e tre le famiglie di lenti Rudy Project dalle fotocromatiche infrangibili ImpactX, alle nuove lenti polarizzate Polar 3FX HDR e le RP Optics.
Oltre a garantire una perfetta gestione della luce, Sintryx integra le più avanzate tecnologie Rudy Project come i terminali morbidi Adaptive Tips, il sistema di ventilazione Power Flow, il nuovo nasello co-iniettato Ergonose XI o il clip Optical Insert per gli sportivi che necessitano di correzioni visive.

Maschere da sci:

SKERMO DEEP BLUE M. - MLS BLUE
Mascherina da sci modello Skermo, montatura Deep Blue, lente Multi LS Blue categoria filtro UV 3, peso 187 gr., modello unisex e lenti intercambiabili. Tutta la linea Skermo è disponibile anche con inserto ottico per i portatori di lenti da vista.

SKERMO WHITE M. - KAYVON RED
Mascherina da sci modello Skermo, montatura White Mat, lente Kayvon Red categoria filtro UV 2, peso 187 gr., modello unisex, lenti intercambiabili e possibilità di inserto ottico per lenti da vista.
Dal design elegante ed essenziale, Skermo è la maschera da sci perfetta per atleti e semplici appassionati. Le lenti di alta qualità RP Optics proteggono dai raggi UV e garantiscono visione nitida, il campo visivo periferico è ampio mentre il morbido inserto in schiuma a tre strati assicura un comfort eccezionale. La doppia lentre riduce al minimo i rischi di appannamento e la cinghia regolabile assicura una calzata comoda e ottimale.

La prova sul campo:
La maschera da sci di Rudy Project modello Skermo è una mascherina da sci dotata di un ampia visuale e quindi di una grossa lente che dona all'utente un ottimo campo visivo, la “gommapiuma” rende precisa e piacevole la calzata mentre la doppia lente e le prese d'aria non fanno appannare la maschera, dettaglio molto ma molto importante, durante tutto il periodo di test la maschera non si è mai appannata. Le lenti sono sferiche e contribuiscono a scaricare e far scivolare la neve o la pioggia, mentre l'elastico regolabile ha tre bande in silicone all'interno della fascia elastica che la rendono stabile quando si utilizza con il casco da sci. La montatura è molto leggera ma resistente al tempo stesso, esteticamente nel complesso la Skermo risulta molto bella.

Le due mascherine testate sono dello stesso modello Skermo ma con lenti diverse, una monta una lente Multi LS Blue a specchio e quindi più da sole e con un filtro UV più alto, indicata per le giornate di sole o sui ghiacciai, anche se è stata testata in condizioni di brutto tempo, nebbia fitta e durante lo sci notturno e la luminosità e visibilità risultava sempre ottimale in ogni situazione.

L'altra mascherina testata monta una lente Kayvon Red categoria filtro UV2, una lente rossa parzialmente a specchio ideale per le giornate di brutto tempo e per lo sci notturno. Anche in questo caso è stata testata durante giornate di sole ed è risultata ottima anche in queste condizioni schermando bene i raggi del sole senza affaticare la vista.

Pro:
- Design/Estetica
- Confort
- Non si appanna
- Ampia visuale
- Peso solo 187gr.
- Lenti
- Prezzo contenuto

Punti deboli:
- Regolazione elastico
- Elastico color bianco tende a sporcarsi facilmente

La maschera da sci Skermo si è rivelata una piacevole novità nel campo delle Ski Goggle, dal design accattivante ed esteticamente molto bella, i materiali impiegati di buona qualità non si sono usurati e non si sono riscontrati cedimenti o difetti durante i test. Ottime le lenti sia per la protezione dai raggi solari, sia per l'antifog.

Quale scegliere?

Sinceramente mi sono trovato benissimo con tutte e due le tipologie di lente, sopratutto dipende da come siamo abituati e da quale utilizzo vogliamo farne, sinceramente se dovessi scegliere opterei per la Multi LS Blue a specchio, in quanto prediligo questa tipologia di lente in qualsiasi condizione anche con nebbia fitta ed in notturna.

Di contro c'è da dire che con la lente Kayvon Red durante le giornate di forte nebbia e tempo brutto mi ha aiutato moltissimo; l'opzione ideale sarebbe avere le due tipologie di lenti da cambiare in base alle condizioni climatiche che potremmo affrontare.

Passiamo ora al modello SINTRYX ICE GRAPHITE M- POLAR 3FX HD un occhiale da sole estremamente leggero dotato di lenti polarizzate. Un occhiale nato sopratutto per il mondo del ciclismo, praticato sia su strada che in fuoristrada con una mountain bike, ma che a mio dire potrebbe essere impiegato per qualsiasi sport ed attività all'aria aperta.

Il Sintryx è stato testato durante tutto l'inverno ed è risultato essere un ottimo occhiale anche per la pratica dello sci alpino, indicato sopratutto per quegli utenti che prediligono gli occhiali da sole alle mascherine da sci. Un occhiale polivalente che può essere usato a 360° dallo sci durante l'inverno, alla bicicletta, vela, canoa e trekking durante il resto dell'anno. Essendo io un amante della mascherina da sci ho usato il Sintryx sopratutto durante le risalite con le pelli, mentre ho fatto gran uso dell'occhiale per le discese durante il periodo primaverile quando le temperature cominciavano a salire, prolungando il test anche al periodo estivo per la pratica di altri sport.

Durante tutto il periodo dei test non si sono riscontrati difetti, usure o cedimenti, le lenti polarizzate di ottima qualità possono essere facilmente cambiate, l'occhiale indossato non crea fastidio in nessuna parte di contatto come naso e orecchie, il design e i colori sono molto belli e danno un  senso di dinamismo.

In conclusione ho trovato i prodotti testati di Rudy Project ottimi sotto il profilo della qualità dei materiali impiegati per la montatura sia per le lenti, occhiali polivalenti, confortevoli quando indossati e belli sotto il profilo estetico. Anche il packaging è molto curato nei dettagli, sia per quanto riguarda le custodie rigide, sia per le goggle bag. Consultando i prezzi di listino al pubblico  ho riscontrato un ottimo rapporto qualità prezzo, cosa molto importante e da tenere a mente per la  salvaguardia dei nostri occhi e della nostra vista.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA