Giovedì 23 Novembre, 6:41
Utenti online: 522
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di ISMF

Matteo Eydallin vince l'individuale in Val d'Aran e la coppa di specialità

Un oro e tre argenti per l'Italia nelle sprint dei Mondiali di sci alpinismo

Prima giornata con molti successi per l’Italia dello sci alpinismo nelle individuali di Coppa del Mondo di Val d’Aran, tappa di chiusura della stagione.

Nella gara Seniores maschile doppietta degli azzurri con Matteo Eydallin che battendo “in volata” Damiano Lenzi si porta a casa la coppa di specialità, terzo nella gara odierna l’austriaco Jakob Herrmann, staccato di 56 secondi dagli azzurri. La graduatoria di specialità si chiude con quattro azzurri ai primi quattro posti: primo Eydallin con 310 punti, secondo l’ex leader Robert Antonioli, oggi sesto e staccato di 25 lunghezze, terzo a 50 punti Lenzi e quarto a 71 Michele Boscacci, oggi settimo. Nella generale quando manca solo la vertical di domani è primo Antonioli con 64 punti su Boscacci, l’unico che può detronizzarlo e se lo facesse si confermerebbe al vertice dello sci alpinismo, terzo è Lenzi a 116 punti. Tra le donne consueto monologo della francese Laetitia Roux con 3’37” sulla connazionale Axelle Mollaret, terza a 4’53 l’azzurra Katia Tomatis. Roux vince l’ottava Coppa del Mondo generale, sesta consecutiva, e ovviamente anche il trofeo di specialità, quest’ultimo a punteggio pieno con cinque vittorie in cinque gare.

Tra gli Espoirs, classi dal 1994 al 1996, Federico Nicolini vince quella maschile con 1’02”sullo spagnolo Oriol Cardona Coll e 2’52” sul francese Samuel Equy, l’azzurro precede gli stessi avversari nella classifica generale di categoria e vince la relativa coppa di specialità. Tra le donne dominio di Alba De Silvestro, quinta assoluta e prima di categoria con ben 8’11” sulla francese Candice Bonnel e 9’17” su Giulia Compagnoni, De Silvestro ha già in tasca la coppa generale di categoria e seconda a 177 punti di distacco è Compagnoni, Alba è prima e Giulia terza nella graduatoria di specialità.

Infine, trionfo totale per l’Italia a livelo Juniores, classi dal 1997 al 1999, dove c’è stata doppietta sia tra i ragazzi che tra le ragazze. In campo maschile vince il dominatore stagionale Davide Magnini con 5’09” su Nicolò Ernesto Canclini, terzo a 5’47” il francese Thibaut Anselmet, Magnini aveva già virtualmente portato a casa sia la coppa generale sia quella di specialità di categoria, quest’ultima con quattro successi su quattro. In campo femminile vince Giulia Murada con 1’34” su Mara Martini, terza a 3’03” la francese Malaurie Mattana. Le due azzurre sono classificate nelle stesse posizioni sia nella graduatoria di specialità, separate dal 40 punti, sia nella generale di categoria, già vinta da Murada.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA