Questo sito contribuisce alla audience de

Giulia Murada si avvicina alla Coppa del Mondo: un podio per lo skialp azzurro nella tappa di Schladming

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinismocoppa del mondo 2022/23

Giulia Murada si avvicina alla Coppa del Mondo: un podio per lo skialp azzurro nella tappa di Schladming

La valtellinese, terza nella Sprint e sesta nella Vertical, ancora al comando della classifica generale. La sorpresa dalla gara femminile di domenica, con Gachet-Mollaret battuta dall'austriaca Dreier. Doppio quinto posto per l'Italia maschile con Canclini e Nicolini.

Giulia Murada si avvicina ancora un po' al grande sogno della Coppa del Mondo, seppur non sia stato un week-end semplicissimo, quello vissuto a Schladming.

Il massimo circuito dello sci alpinismo ha fatto tappa in Stiria, con la valtellinese leader della generale che ha portato l'unico podio alla nazionale, chiudendo al terzo posto la Sprint femminile andata in scena proprio sulla “Planai” ben nota agli appassionati di sci alpino. La 25enne di Albosaggia è stata protagonista di una gara risoltasi con il successo della francese Emily Harrop, che ha regolato la svizzera Marianne Fatton e l'azzurra. Ha partecipato alla finale anche Giulia Compagnoni, sesta, mentre si era fermata alle semifinali Mara Martini. Out ai quarti Samantha Bertolina, Katia Mascherona, Ilaria Veronese e Lisa Moreschini.

Per Murada si è trattato del settimo podio stagionale: sei equamente divisi tra sprint (un secondo e due terzi posti, compreso quello di sabato) e individuali (due volte seconda e una terza) e un terzo posto nella Vertical di Morgins, in Svizzera. Nella gara maschile successo allo svizzero Arno Lietha, specialista del format, abile a sconfiggere in finale i due francesi Thibault Anselmet e Robin Galindo. Nicolò Canclini è risultato essere il migliore della pattuglia azzurra, forte del quinto posto alle spalle dell'elvetico Matteo Favre. Si erano arresi in semifinale Robert Antonioli e Rocco Baldini, così come ai quarti Luca Tomasoni e Giovanni Rossi.

Domenica la chiusura dell'appuntamento in Austria, con Federico Nicolini quinto nella Vertical maschile: il 28enne trentino – alla miglior prestazione stagionale nel massimo circuito – è stato battuto dallo svizzero Remi Bonnet, ancora una volta dominante, dal belga Maximilien Drion Du Chapois, dall'altro elvetico Werner Marti, terzo.

Attardati gli altri azzurri: Davide Magnini si è piazzato 11esimo, Alex Oberbacher 14esimo, Michele Boscacci 16esimo, Nicolò Canclini 21esimo, Matteo Sostizzo 24esimo, Lca Tomasoni 30esimo, Rocco Baldini 36esimo e Giovanni Rossi 42esimo.

Il risultato sorprendente arriva invece in campo femminile, dove la vittoria è andata all'austriaca Sarah Dreier, superando in questa occasione Axelle Gachet-Mollaret. In terza piazza la seconda transalpina, Emily Harrop, quarta Alba De Silvestro, già bronzo mondiale nel format a Boi Taull, e sesto posto per Giulia Murada che, appunto, ha mantenuto la leadership nella generale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
21
Consensi sui social

PiĆ¹ letti in Sport invernali

Il C.O. di Milano Cortina 2026 porta nelle scuole superiori l'organizzazione dei grandi eventi sportivi

Il C.O. di Milano Cortina 2026 porta nelle scuole superiori l'organizzazione dei grandi eventi sportivi

Roma, 22 maggio 2023 - Il Comitato Organizzatore dei Giochi invernali di Milano Cortina 2026 aderisce al programma nazionale di PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento) con l’obiettivo di far conoscere agli studenti e alle studentesse degli ultimi tre anni delle scuole superiori la realtaĢ€ dell’organizzazione degli eventi sportivi di rilevanza internazionale.