Sabato 25 Novembre, 12:34
Utenti online: 2639
Francesco Paone
Francesco Paone

foto di Getty Images

La vendita dei biglietti per PyeongChang2018? Per ora è un flop clamoroso

La vendita dei biglietti per PyeongChang2018? Per ora è un flop clamoroso

Nella giornata odierna è terminata la prima fase della vendita dei biglietti per i Giochi olimpici di PyeongChang2018. Il comitato organizzatore ha dovuto ammettere che sinora gli acquisti sono complessivamente molto al di sotto delle aspettative.

Infatti da febbraio a oggi l'obiettivo era quello di vendere 600.000 biglietti, ma sono arrivate solamente 380.000 richieste. Come se non bastasse, gran parte di queste è stata fatta per le cerimonie e gli sport più popolari in Corea del Sud.

Pertanto c'è stato un eccesso di domanda per alcune discipline, soprattutto quelle del ghiaccio, mentre molte altre sono passate sostanzialmente inosservate.

Tradotto, per assegnare i biglietti di alcuni (pochi) eventi è stato necessario un sorteggio fra le 380.000 candidature, mentre (parecchi) altri appuntamenti sono decisamente poco considerati. Ne consegue che la prima fase si è conclusa con solamente 162.000 biglietti venduti, pari al 27% dell'auspicato.

Da quanto riportato da AFP è stato necessaro effettuare il sorteggio per short track, pattinaggio di figura e speed skating - che quindi si avviano verso il pienone - mentre gli sport meno popolari sono lo sci di fondo e il biathlon, per i quali sono stati venduti solamente il 10% dei ticket messi a disposizione del pubblico.

Il comitato organizzatore pianifica di vendere 1.180.000 biglietti, ma solamente il 30% di essi è stato destinato agli stranieri. Pertanto il successo dipende in gran parte dagli spettatori autoctoni.

In tal senso, un recente sondaggio del ministero dello sport ha rivelato come solamente il 35,6% dei coreani sia interessato ai Giochi olimpici invernali di casa e appena il 9,2% abbia intenzione di andare in loco ad assistere le gare.

La seconda fase di vendita si aprirà a settembre. Secondo gli organizzatori i coreani sono un popolo che tende a fare molti acquisti dell'ultimo minuto, quindi c'è un certo ottimismo. Resta da capire se sia giustificato, o di facciata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA