Questo sito contribuisce alla audience de

La tecnologia BOA sugli scarponi da sci. Performance garantite anche da Benni Raich

La tecnologia BOA sugli scarponi da sci. Performance garantite anche da Benny Raich
Info foto

Mirja Geh - BOA

Scarponi#boafitsystem

La tecnologia BOA sugli scarponi da sci. Performance garantite anche da Benni Raich

La soluzione BOA Fit System, utilizzata sugli scarponi da sci di quattro dei più importanti brand di sci, è stata sviluppata da un team di progettisti e ingegneri esperti attraverso cicli ripetuti di progettazione, prototipazione, test in laboratorio e su neve, per ottenere un prodotto performante e durevole nel tempo.  In questi clici di sviluppo è stato fondamentale il coinvolgimento di esperti utilizzatori dei prodotti per il test su neve, che deve essere condotto già sui primi prototipi. Uno dei tester coivolti in questa fase e che ha dato indicazioni importanti per lo sviluppo della tecnologia è il grande campione Benni Raich.

Benni Raich è stato l'atleta di punta della nazionale austriaca negli anni 2000, ha ottenuto 36 vittorie in coppa del mondo di Sci Alpino, oltre a due titoli olimpici a Torino 2006, due titoli iridati individuali ai mondiali di Bormio del 2005, una Coppa del Mondo generale.   Al di là del palmares individuale Benni si è rivelato un aiuto fondamentale per BOA nello sviluppo del prodotto. Abbiamo approfittato per fargli alcune domande.

D) Hai lavorato a stretto contatto con il team di prodotto BOA per lo sviluppo di una tecnologia applicabile agli scarponi da sci. Puoi raccontarci come è nata questa collaborazione ?

R) E' un progetto entusiasmante a cui ho lavorato a stretto contatto con BOA Technology. Il cosiddetto BOA® Fit System è noto a tanti per sport come il ciclismo, la corsa o lo sci alpinismo. Durante il mio periodo di corridore professionista, l'ho utilizzato ampiamente sulle mie scarpe da ciclismo durante gli allenamenti. Quando Alois Badegruber, direttore generale europeo di BOA, mi ha presentato l'idea dello scarpone da sci alpino nel 2016, ho capito che aveva il potenziale per cambiare davvero la calzata degli scarponi da sci.


D) Raccontaci qualcosa in più. Cosa c'è di speciale negli scarponi da sci alpino con BOA® Fit System? Parliamo sempre di una costruzione classica del guscio dello scarpone da sci, giusto?

R) Gli scarponi continuano a combinare un guscio in plastica resistente con una fodera separata. La maggior parte degli scarponi da sci alpino ha sempre utilizzato una struttura sovrapposta che consente allo sciatore di chiudere il guscio in plastica rigida dello scarpone. Sebbene l'idea sia valida, in realtà la sovrapposizione del guscio non è mai avvenuta in modo molto efficace, poiché le fibbie tradizionali tendevano a bloccare e comprimere il guscio sulla parte superiore del piede, creando quei punti dolenti o di pressione che tutti conosciamo bene. La particolarità degli scarponi da sci con il BOA® Fit System è che la combinazione unica di rotella, lacci e guide permette di sovrapporre il guscio in modo molto più efficace, assicurando che lo stesso possa avvolgersi e conformarsi al piede, bloccando il tallone nella parte posteriore dello scarpone, riducendo al minimo il volume non necessario e riducendo al contempo quei fastidiosi punti di pressione. L'aspetto più interessante è che la rotella può essere regolata in entrambe le direzioni per stringere o allentare il laccio con incrementi di 0,25 mm, offrendo un controllo incredibile per trovare esattamente la calzata giusta, nonché per regolare istantaneamente durante la giornata in base al gonfiore dei piedi, ecc.


D) Ci sono dati di laboratorio che dimostrano la validità del progetto dal punto di vista delle performance? Immaginiamo che tu possa aver dato un contributo nella ricerca delle prestazioni in pista?

R) Le prestazioni sono l'obiettivo e la priorità numero 1 di BOA, e questo mi ha molto confortato quando ho lavorato a stretto contatto con il team. Come ho detto, grazie a BOA abbiamo ottenuto una calzata di precisione microregolabile e un'eccezionale tenuta del tallone che migliora il trasferimento di potenza dallo scarpone allo sci dal 4% al 6%. Questo ha ottimizzato l'inizio della mia curva, permettendomi di sciare in modo più preciso e veloce. BOA ha dimostrato scientificamente questi fatti attraverso un white paper, sottoposto a revisione da parte di esperti, realizzato dal Performance Fit Lab, un laboratorio di ricerca biomeccanica all'avanguardia presso la sede centrale di BOA a Denver, Colorado, USA.


D) Pensi che questa innovazione porterà dei benefici agli sciatori oppure pensi che siamo di fronte a una svolta importante nella costruzione degli scarponi?

R) Dal mio punto di vista, si tratta di una pietra miliare nell'industria dello sci. Si tratta di una vera e propria svolta, probabilmente la più grande innovazione dopo lo sci carving. Quando BOA mi ha contattato diversi anni fa, sapevo che non potevo lasciarmi sfuggire l'opportunità di far parte di un progetto che ritenevo potesse fare la differenza nelle prestazioni dello sci. Dopo sette anni di sviluppo, finalmente gli scarponi da sci BOA sono disponibili nei negozi e sono certo che in futuro vedremo molti altri scarponi da sci con BOA.

#BOAFITSYSTEM
© RIPRODUZIONE RISERVATA
208
Consensi sui social

Più letti in Materiali Aziende

I fantastici 5 sci da Freeride

I fantastici 5 sci da Freeride

Quali sono i migliori sci per la pratica del freeride “off-piste” per la prossima stagione invernale 2023/2024?Ecco cosa ne pensano i nostri tester! 

Quest’anno sono cinque i modelli da freeride che hanno riscontrato i favori dei nostri tester: Nordica Enforcer 104 Free, Dynastar M-Free 108, K2 Mindbender 108Ti, Atomic Bent 110 e Armada Arv 94.