Questo sito contribuisce alla audience de

Test: Spyder Pinnacle e pantaloni Quest

Abbigliamento#Spyder @spyderactive #test

Test: Spyder Pinnacle e pantaloni Quest

Oggi vi proponiamo il test di un completo Spyder, il top di gamma della casa americana, che da qualche anno ha rinnovato colori e linee, mantenendo sempre un’ottima qualità costruttiva. Ecco la nostra recensione!

Abbiamo testato la giacca Pinnacle, uno dei modelli da sempre più venduti in Italia, nella colorazione nero-lime.

La giacca in oggetto è realizzata con materiali proprietari di Spyder, un nylon 4 ways stretch che vanta 20.000 colonne d’acqua di impermeabilità e 30.000 gr/m/24h di traspirabilità. Il materiale è trattato con la tecnologia OSMO, che lo permette di raggiungere i risultati sopra descritti in tema di traspirabilità e impermeabilità e con il trattamento Bemis, che sovrappone un film anti abrasione. Come imbottitura il marchio americano si è invece affidato a Primaloft, con il Gold Insulation 60gr.
All’esterno la giacca ha due tasche anteriori, una porta skipass e una con panno lucida lente. All’interno troviamo due grandi tasche aperte ma senza cuciture (perfette per occhiali/maschera) a rete e una tasca sul petto con porta cellulare e asola per le cuffiette.
Andando più nei dettagli si trovano i polsini in lycra, le zip termoformate, zip di ventilazione sulle braccia, una ghetta (amovibile) antivento e powder.

Abbinati alla giacca ci sono stati consigliati i pantaloni Spyder Quest, realizzati in polipropilene stretch per lo strato esterno e Thinsulate per l’imbottitura.
Particolarità del pantalone (oltre a vantare 20.000 colonne d’acqua di impermeabilità e 20.000 di traspirabilità) è quella di un design anatomico, con ginocchia sagomate e lembi di tessuto tagliati e cuciti in modo da non essere mai di impedimento nella sciata.

Sulla neve il completo veste bene, le taglie americane sono un po’ abbondanti (da valutare quindi nel caso di acquisto online) ma non esagerate, così da stare veramente comodi senza essere costretti da un fitting troppo asciutto.
La giacca è leggermente sciancrata, così da seguire alla perfezione il corpo nei movimenti dello sci.
I pantaloni sono realmente più comodi di normali pantaloni da sci, grazie al design anatomico, alle bretelle ben disegnate e alla larghezza della gamba: non eccessivamente abbondante ma con “respiro”.

Per sentire le impressioni “live” della prova del completo e le considerazioni finali, con pregi e difetti della soluzione Spyder, cliccate “play” nel video!

#SPYDER @SPYDERACTIVE #TEST
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social