Questo sito contribuisce alla audience de

Da Livigno ad Aprica. Ecco quali sono le regole per sciare in sicurezza in Lombardia

Da Livigno ad Aprica. Ecco quali sono le regole per sciare in sicurezza in Lombardia
Info foto

Borno Ski Area

LombardiaATTUALITÁ

Da Livigno ad Aprica. Ecco quali sono le regole per sciare in sicurezza in Lombardia

Se la Lombardia rimarrà zona gialla, dal 15 febbraio si potrà tornare a sciare. Le stazioni sciistiche stanno lavorando per garantire al massimo la sicurezza ed evitare gli assembramenti.

Il Presidente della Regione, Attilio Fontana, ha firmato l’ordinanza per l’apertura degli impianti: in ogni stazione sciistica il numero massimo delle presenze giornaliere non potrà superare il 30% della portata oraria complessiva di tutti gli impianti di risalita, mentre per le stazioni sciistiche che non hanno più di due impianti, il numero massimo di presenze giornaliere è determinato nella misura del 50% della portata oraria complessiva.  Il calcolo delle presenze giornaliere è definito dalla somma degli skipass giornalieri, di quelli plurigiornalieri e settimanali.

Per l’utilizzo degli impianti, le ski area dovranno inoltre rispettare il protocollo sanitario approvato dal Cts: per le seggiovie portata massima al 100% della capienza del veicolo (50% se le seggiovie vengono utilizzate con cupola abbassata); per le cabinovie e funivie portata al 50% della capienza massima del veicolo. Obbligatorio l'uso della mascherina.

Scopriamo insieme quali sono le regole che alcuni comprensori hanno deciso di adottare per l’inizio di questa nuova mini stagione invernale:

Livigno: sugli impianti si potrà salire al 50% dei posti a sedere. Se una seggiovia è per 8 persone, si salirà in 4 anche se appartenenti allo stesso nucleo familiare. Per evitare di creare code agli sportelli Skipass, si raccomanda fortemente di acquistare lo skipass online. Lo skipass potrà essere acquistato con un anticipo di massimo 7 giorni e potranno essere ritirati presso i punti vendita degli impianti di risalita, direttamente in albergo se provvisti di sistema di ticketing pickup point oppure presso le casse automatiche.
È possibile acquistare lo skipass anche sulle piattaforme MyPass Ski, Snowit e Telepass Pay.
Lo skipass sarà acquistabile anche presso le biglietterie dove saranno  creati percorsi che garantiranno il distanziamento sociale di almeno 1 metro.

Pontedilegno-Tonale: dal 15 febbraio si potrà sciare sulla parte lombarda (Temù, Ponte di Legno, Passo Tonale fino alla seggiovia Vittoria e la pista Paradiso). Poiché c’è la necessità di contingentare il numero di sciatori sulle piste, è preferibile effettuare l’acquisto dello skipass online prima dell’arrivo. Sul sito della stazione si potrà verificare, giorno per giorno, se ci sono ancora skipass disponibili. Lo skipass acquistato online può essere caricato direttamente sulla Snowit Card per poter accedere direttamente agli impianti di risalita. Il comprensorio ha anche una collaborazione con Telepass Pay che mette a disposizione tessere con funzione di skipass per accedere direttamente agli impianti di risalita senza passare dalla biglietteria.
Sarà possibile acquistare skipass giornalieri, skipass da 2 a 14 giorni consecutivi e coupon da 10, 15 e 20 giorni non consecutivi.
Le biglietterie saranno aperte come presidio per fornire assistenza, consegna skipass acquistati online e non recapitati al domicilio e vendita degli skipass per i possessori di cedole SIT.
Il comprensorio ha sviluppato un sistema informatico che permette di conoscere in tempo reale l’entità dell'afflusso nelle varie zone per aiutare a scegliere le aree meno affollate.
Le seggiovie viaggeranno con portata massima al 100% della capienza con uso obbligatorio di mascherina chirurgica. Le cupole paravento, dove presenti, non potranno essere utilizzate e andranno mantenute alzate per tutto il tragitto.

Colere ski area: saranno venduti solamente skipass giornalieri che potranno essere acquistati tramite la piattaforma "skipass cloud" sul sito della area sciistica. L'acquisto del biglietto sarà possibile solo nel giorno dell'utilizzo.

Piani di Bobbio: sarà possibile acquistare solo skipass giornalieri sia on line, tramite applicazione, che nelle biglietterie o nelle casse automatiche. Con l’app è possibile acquistare anche il posto auto vicino alla cabinovia Barzio e il noleggio dell’attrezzatura.

Borno ski area: è stata potenziata la vendita degli skipass online.  Non verranno venduti altri biglietti se non quelli giornalieri (a parte quelli della prevendita) per avere il massimo controllo sulle presenze, il cui tetto massimo è stato ridotto, rispetto a quanto consentito, per scelta.

Ski area Valchiavenna: sarà possibile acquistare lo skipass sia on line sul sito della ski area che presso le biglietterie.  Per accedere al servizio on line è obbligatorio registrarsi ed attivare il proprio profilo personale.

Aprica: è vivamente consigliato l’acquisto online degli skipass sulle piattaforme skiperformance,  snowitexperience e mypass. Sono acquistabili giornalieri,  plurigiornalieri e weekend. Per consentire acquisti rapidi e senza assembramenti, è stata creata anche una tessera skipass green, in legno, ossia  la “Keycard pure” che si può ricaricare dal webshop di apricaonline. La tessera ha un costo di 3 euro e si può trovare nelle biglietterie, alle scuole di sci, all'Infopoint e in diverse attività commerciali di Aprica.

Ski area Valmalenco: è stato ampliato il parcheggio di San Giuseppe, alla partenza della seggiovia, in modo da rendere più agevole l’accesso alle piste. Sono stati allestiti percorsi guidati per accedere a biglietterie e impianti in modo sicuro. Per evitare attese è possibile acquistare online il voucher per sciare  da tramutare in skipass alle casse, evitando attese grazie ad una corsia preferenziale. Per questioni di sicurezza quest'anno il servizio navetta con i bus dal parcheggio alle biglietterie è sospeso.
La stazione aderisce a Qode, un’applicazione che permette di metterti in una coda virtuale e attendere il tuo turno lontano dalle casse o dagli ingressi evitando così assembramenti.

Bormio - Santa Caterina Valfurva- ski area Cima Piazzi:  Per evitare gli asssembramenti, gli skipass non verranno venduti presso le biglietterie. Potranno essere acquistati on line sul sito della stazione sciistica oppure tramite iscrizione al servizio pay per use MyPass. Se si soggiorna in hotel o in una struttura ricettiva del comprensorio che aderisce alla Snowitcard, si  potrà richiedere la tessera skipass direttamente alla reception. Saranno creati dei  percorsi per garantire il distanziamento sociale di 1 metro presso gli accessi alle biglietterie (aperte solo per l'eventuale ritiro dello skipass acquistato on line) e  presso gli accessi agli impianti di risalita. 
A Bormio gli impianti apriranno dal 17 febbraio. Qui, a causa del contingentamento delle presenze imposto dal protocollo di sicurezza, le aperture di impianti e piste  verranno parcellizzate e modulate a seconda delle prenotazioni ricevute. Verrà comunque sempre garantita la sciabilità dell’intero dislivello dalla vetta (Cima Bianca – 3.012 metri) al fondovalle (1.225 metri).
A Santa Caterina Valfurva gli impianti apriranno dal 19 febbraio, mentre gli impianti della ski area Cima Piazzi entreranno in funzione dal 15 febbraio, ma resterà chiuso il versante di San Colombiano.
Quest'anno lo skipass non sarà comprensoriale, ma utilizzabile solo ed esclusivamente nelle singole ski area.

Montecampione: l'acquisto dello skipass dovrà avvenire on line sul sito della stazione sciistica. Vista la situazione sanitaria, è consigliabile acquistare lo skipass di giorno in giorno, controllando prima che gli impianti siano regolarmente aperti. L’utente riceverà una e-mail con un voucher, che presenterà alla cassa automatica situata presso il Residence La Splaza di Montecampione 1200, vicino all’ufficio della Montecampione Ski Area. Alle partenze degli impianti appositi paletti segnaposto ricordano il rispetto delle distanze di sicurezza, mentre le biglietterie sono state dotate di separatori. A causa della difficile situazione economica dovuta alla protratta chiusura e alle gravissime perdite registrate nel periodo natalizio, saranno aperti solo alcuni impianti.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA
243
Consensi sui social