Questo sito contribuisce alla audience de

Gran Sasso: il Ghiacciaio del Calderone gode di ottima salute

Caldirone luglio2011
Info foto

Ghiacciai

Appennini

Gran Sasso: il Ghiacciaio del Calderone gode di ottima salute

Dalle osservazioni dell'associazione metereologica "L'Aquila Caput frigoris", che da oltre dieci anni monitora la sua evoluzione, il Ghiacciaio del Calderone sembra essere in splendida forma.  A partire dal 1929 il ghiacciaio ha costituito l'oggetto di sopralluoghi sistematici i cui risultati sono stati pubblicati anno per anno sul Bollettino del Comitato Glacialogico Italiano, ma è soprattuto negli ultimi anni in cui sembra ci sia stata un'inversione di tendenza.
Nonostante i continui allarmi sul global warming, i dati suggeriscono addirittura un aumento della superficie e dello spessore del ghiacciaio.

Il Ghiacciaio del Calderone si trova in Abruzzo sul versante settentrionale del Corno Grande nel massiccio del Gran Sasso d'Italia. Posto in una conca esposta a nord, relativamente ombreggiata da due linee di cresta del Corno Grande, si trova ad una quota compresa tra i 2600 e i 2900 metri di altitudine.   Con la sua latitudine di circa 42°, ha da poco conquistato il primato di ghiacciaio più meridionale d'Europa, dopo l'estinzione del Ghiacciaio del Corral del Veleta, nella Sierra Nevada, in Spagna, ma a causa dei cambiamenti climatici in atto sembrava anch'esso destinato a scomparire.

Osservando l'evoluzione avuta negli ultimi anni nella fotogallery allegata, sebbene ci sia qualche stagione difficile (2003 e 2007), si evidenzia un buono stato di salute ed un aumento della superficie.

In base ai rilievi effettuati negli anni 1958-60 la quota della cima più alta sovrastante il ghiacciaio (Vetta Occidentale del Corno Grande) risulta di 2912 metri sul livello del mare, mentre la quota del punto più alto del ghiacciaio era di 2867 metri e quella del punto più basso 2676 metri, con una differenza di quota quindi di 191 metri.  La lunghezza massima in proiezione orizzontale era di 390 metri, la larghezza massima (trasversalmente al pendio) di 230 metri, l’inclinazione della superficie di 260 metri con massimi intorno ai 500 nella patte alta. L’alimentazione è prevalentemente diretta anche se notevoli sono gli apporti di neve trasportata dal vento o precipitata in forma di valanga dalle pendici rocciose che circondano il ghiacciaio.
Il limite effettivo delle nevi persistenti era sui 2750-2800 metri di altitudine, ma le caratteristiche esteriori del ghiacciaio variano non soltanto di anno in anno, ma anche da stagione a stagione.

 

luglio2003
luglio2003
luglio2004
luglio2004
luglio2005
luglio2005
luglio2006
luglio2006
luglio2007
luglio2007
luglio2008
luglio2008
luglio2009
luglio2009
luglio2010
luglio2010
luglio2011
luglio2011
2
Consensi sui social

Approfondimenti

Ghiacciaio Calderone

Ghiacciaio Caldirone, credit photo: www.caputfrigoris.it Associazione L Aquila Caput frigoris

9 foto, ultima del Mercoledì 13 Luglio 2011