Questo sito contribuisce alla audience de

Bergsma e Wüst sugli scudi anche in Coppa. Richardson torna a vincere. Bene gli azzurri

Bergsma e Wüst sugli scudi anche in Coppa. Richardson torna a vincere. Bene gli azzurri
Info foto

Getty Images

Speed SkatingSpeed Skating - CdM a Inzell

Bergsma e Wüst sugli scudi anche in Coppa. Richardson torna a vincere. Bene gli azzurri

Si è aperta oggi la quinta tappa di Coppa del Mondo a Inzell. Alla Max Aicher Arena della cittadina tedesca, sono stati confermati in buona parte i valori appurati dopo i recenti Giochi Olimpici di Sochi. Tenendo conto anche delle assenze di alcuni dei protagonisti. Infatti, nelle tre gare in programma (500 donne, 5000 uomini e 1500 donne), vincono rispettivamente Heather RichardsonJorrit Bergsma e Ireen Wüst. Se per i due olimpionici olandesi, la vittoria è arrivata con la facilità “dell’abitudine”, la Richardson è tornata sul gradino più alto del podio dopo tre mesi. Bene gli azzurri. Su quello che è definibile il secondo ghiaccio di “casa”: per metà stagione il team Italia pattina in Germania (non ci sono piste indoor attive nel nostro Paese). Si è infatti visto un buon feeling degli azzurri con l’anello bavarese. Spiccano le prestazioni di Andrea Giovannini nei 5000 (secondo nel gruppo B) e di Francesca Lollobrigida, apparsa in ottima forma sui 1500.

Alle prese con la mancanza del vero dominatore della distanza nell’ultimo lustro, Sven Kramer, i 5000 uomini Division A premiano Jorrit Bergsma: ovvero colui che è riuscito nell’impresa di batterlo nei 10mila olimpici (ma non nei 5000, dove si era fermato al bronzo). Non si è di certo fatto mancare gli stimoli Bergsma, nonostante le assenze di avversari del calibro di Kramer e Blokhuijsen. Vittoria netta, grazie a un’impostazione di gara degna di un metronomo: giri sempre intorno ai 29’’ e mezzo, per tre quarti di gara e finale in pieno controllo. Una gara perfetta conclusa in 6’14’’08, che gli vale l’ipoteca sulla coppa di specialità.

Sul podio dei 5000 non ci sono altri oranje. E questa è una notizia degna di nota. Uno dei due “guastafeste” è Sverre Lunde Pedersen (6’19’’48), che evita l’en plein alla nazionale olandese. Il norvegese si piazza al secondo posto. Terzo il tedesco Patrick Beckert in 6’22’’71, che si prende l’abbraccio del pubblico di casa a discapito del rivale olandese Douwe de Vries (quarto staccato di 11 centesimi)

Nel secondo gruppo di merito spicca Andrea Giovannini. L’azzurro trova una prestazione maiuscola, rafforzando la sua posizione tra i migliori giovani fondisti messisi in luce nella Coppa 2014 e sale sul secondo gradino del podio della Division B. Il trentino finisce la sua prova in 6’30’’01. Un crono migliore di quello che alle Olimpiadi gli valse il 17esimo posto (tra l’altro miglior piazzamento italiano alla pari di Nenzi nei 1500). Il tempo rappresenta il suo terzo miglior crono di sempre e gli vale anche il miglior piazzamento in carriera in Coppa del Mondo, dopo l’esordio assoluto arrivato soltanto nella scorsa stagione. Per lo skater di Baselga di Piné arrivano in dote anche 27 punti mondiali. Bottino che lo proietta alla posizione numero 25 nella classifica di specialità. Un ottimo viatico, in attesa di vedere impegnato Giovannini nella Mass Start di domani.

Da segnalare l’ennesimo olandese sorprendente nonché vincitore della “gara B” : Frank Vreugdenhil. Il 29enne oranje è anche l’ennesima sorpresa sfornata dalla dispensa olandese delle maratone sul ghiaccio, vince col tempo eccellente di 6’24’’90, crono che gli sarebbe valso un posto nella top 8 del primo gruppo di merito. Non male se si considera che a 29 anni, era all’esordio in Coppa del Mondo.

Marco Cignini, il secondo italiano presente nella gara più lunga del programma maschile, si ferma a 6’44’’14. Tempo che gli vale la decima piazza tra gli atleti di Division B. Sicuramente non una delle sue migliori performance nei 5000, visto che sullo stesso anello di Inzell aveva totalizzato tempi migliori in altre tre occasioni nel corso della stagione in corso.

Nei 500 donne, assenti le asiatiche più forti tra cui la primatista mondiale e olimpionica Lee Sang-Hwa e la cinese Wang Beixing, la spunta Heather Richardson. La 24enne leader corrente di Coppa si prende lo scettro di regina delle velociste a Inzell. Ritrova così il sorriso e la vittoria dopo i suoi Giochi Olimpici deludenti, imponendosi davanti alla sorpresa tedesca Judith Hesse e all’argento olimpico in carica, la russa Olga Fatkulina. La Richardson vince in 37’’85, precedendo di un solo centesimo la Hesse. L’atleta di Erfurt trova il suo primo podio in Coppa del Mondo, riscattando, anche lei, una delusione olimpica. Nei 500 dell’Adler Arena fu squalificata per un fatto abbastanza raro: due false partenze. La giovane Fatkulina (37’’89) conferma i suoi progressi anche dopo la sua sorprendente Olimpiade: per la quinta volta consecutiva (Giochi compresi) va a podio nella gara delle sprinter. Quarta,beffata per un solo centesimo, la giapponese Nao Kodaira.

L’azzurra Yvonne Daldossi è 24esima in 39’’58. La 22enne altoatesina, reduce dalla conferma del titolo di campionessa italiana Sprint appena una settimana fa, non va comunque molto lontana dalle prestazioni ottenute a Sochi e guadagna il suo primo punto stagionale in classifica di specialità.

Arriva in chiusura di giornata, però, l’attesa doppietta olandese. I 1500 donne premiano Ireen Wüst la cinque volte medagliata a Sochi 2014 (e argento nei 1500) vince la sua terza prova stagionale sulla distanza. La fenomenale atleta di Goirle è prima in 1’54’’03. Preceduta la compagna di squadra Lotte van Beek (1’54’’70). Terza, in 1’55’’06, l’americana Brittany Bowe, scavalcata al secondo posto in classifica generale di Coppa proprio dalla Wüst.

Incoraggiante, in vista delle sue gare di punta (3000 metri e Mass Start) la prova di Francesca Lollobrigida. La pattinatrice romana va vicinissima al suo personale (2’01’’77), chiudendo i 1500 in Division B in 2’02’’14. Ottavo posto, due punti incamerati in classifica e tanta fiducia caricata sul ghiaccio per i prossimi impegni nelle “sue” gare.

 

Per consultare le classifiche complete delle gare odierne, clicca qui.

Di seguito il programma e gli orari della seconda giornata al via domani. Gare di Division A visibili in diretta streaming dal canale Isu speed skating, al link http://livemanager.eurovision.edgesuite.net/isu/site/index.html

 

Ore 9:59 Prima Serie 500m uomini Division B

Ore 10:3000m donne Division B

Ore 11:12 1000m uomini Division B

Ore 13:30 Seconda serie 500m donne Division A

Ore 13:57 Prima Serie 500m uomini Division A

Ore 14:37 3000m donne Division A

Ore 15:41 1000m uomini Division A

Ore 16:31 Mass Start uomini

2
Consensi sui social