Questo sito contribuisce alla audience de

Gruber-Kainzwaldner, Voetter e Rieder centrano la qualifica per Sigulda. Out Gruber e Robatscher

Gruber-Kainzwaldner, Voetter e Rieder centrano la qualifica per Sigulda. Out Gruber e Robatscher
Info foto

Getty Images

SlittinoSlittino - Sigulda

Gruber-Kainzwaldner, Voetter e Rieder centrano la qualifica per Sigulda. Out Gruber e Robatscher

Inizia in chiaro-scuro il primo weekend del 2016 per la nazionale italiana di slittino su pista artificiale. A Sigulda nella Nations Cup odierna solamente 4 dei 6 atleti italiani impegnati nella tradizionale gara di qualificazione del venerdì hanno centrato il pass per la prova che assegna punti per la classifica di Coppa del Mondo.

Nella gara maschile si è imposto il russo Semen Pavlichenko che sulla pista che lo scorso anno gli ha regalato il titolo iridato è tornato prepotentemente a ruggire. Il campione europeo ha infatti stabilito un interessantissimo tempo finale che ha avvicinato notevolmente il record dell'impianto che tutt'ora appartiene all'azzurro Armin Zoeggeler.

Pavlichenko ha staccato di oltre 3 decimi il connazionale Fedorov e i due lettoni Darznieks e Kivlenieks a dimostrazione che il budello baltico ben si sposa coi materiali in uso da Russia e Lettonia. Sesta posizione per l'altoatesino Emanuel Rieder che però ha subito un passivo di oltre 4 decimi. Niente da fare invece per il giovane Theo Gruber iscritto alla serie maggiore dopo un dicembre che l'aveva visto impegnato nel circuito junior. L'azzurro ha infatti chiuso al ventiquatteresimo posto lontanissimo dall'ultimo atleta qualificato per la prova di Coppa del Mondo.

Russia in grande spolvero anche nella competizione femminile dominata dalla figlia d'arte Victoria Demtschenko. La giovane russa ha preceduto di 153 millesimi la compagna di squadra Ekaterina Katnikova e di 334 millesimi la svizzera Martina Kocher. Quarto posto per la neo campionessa italiana Andrea Voetter che su questo impianto ha fatto intendere di essere pronta ad avvicinarsi alla prima top-ten della carriera nel format tradizionale di gara. Non si qualifica invece l'altra azzurra impegnata in questa Nations Cup, Sandra Robatscher, rovesciatasi a circa metà pista.

Tra i doppi netta affermazione per i padroni di casa Sics-Sics che hanno rifilato oltre mezzo secondo ai giovani austriaci Steu-Koller. Gara sottotono per i giovani italiani Gruber-Kainzwaldner che si sono qualificati col sesto tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social