Questo sito contribuisce alla audience de

Al via da Igls l'anno zero dello slittino femminile, Loch punta ai mondiali mentre l'Italia puņ andare a caccia di podi

Al via da Igls l'anno zero dello slittino femminile, Fischnaller ed Italia a caccia di podi
Info foto

Getty Images

SlittinoPresentazione stagione 2019-'20

Al via da Igls l'anno zero dello slittino femminile, Loch punta ai mondiali mentre l'Italia puņ andare a caccia di podi

Domani mattina con la Nations Cup di Igls prenderà il via la quarantaduesima edizione della Coppa del Mondo di slittino su pista artificiale. Una stagione che si prannuncia molto particolare soprattutto in campo femminile perchè vedrà l'assenza di tre delle quattro atlete tedesche che hanno dominato la specialità nell'ultimi tre quadrienni.

Tra le ragazze mancheranno infatti Tatjana Huefner, ritirata al termine della passata stagione, e Natalie Geisenberger e Dajana Eitberger entrambe ferme a box perchè in dolce attesa. Tre assenze importantissime in particolare quelle di Huefner e Geisenberger che da sole hanno conquistato le ultime 12 edizioni della Coppa del Mondo, 3 ori olimpici nelle ultime 3 edizioni a cinque cerchi e 9 delle ultime 10 edizioni dei Campionati del Mondo nella specialità tradizionale (su due manche ndr). 

In contumacia di queste stelle, lo slittino femminile andrà alla ricerca della sua nuova regina, un regno che con molta probabilità è destinato a durare poco dato che sia Eitberger che Geisenberger hanno manifestato la volontà di tornare alle competizioni già nella prossima stagione.

Ma quali saranno le attese protagoniste della Coppa del Mondo 2019-20? Andiamole a scoprire assieme.

Julia Taubitz
La tedesca classe 1996 ha già dimostrato di essere una predestinata. Una volta conquistato il posto in squadra e aver preso confidenza con tutte le piste del circuito mondiale, Taubitz ha iniziato a mostrare tutto il suo talento salendo per ben due volte sul gradino più alto del podio in prove individuali e dimostrando lo scorso inverno di aver trovato una certa costanza di rendimento su ogni tipologia di pista che le ha permesso di chiudere la quarta stagione completa al secondo posto della classifica generale alle spalle della compagna Geisenberger. Risultati alla mano Julia può essere indicata come l'atleta da battere del circuito.

Summer Britcher
Terza nella passata stagione e con all'attivo già 5 vittorie individuali in Coppa del Mondo (2 nel format tradizionale e 3 nelle sprint ndr), la venticinquenne americana parte con grandi chance di successo finale. Rispetto agli anni precedenti Britcher non avrà dalla sua l'appuntamento di Calgary (pista che sta venendo smantellata ndr) che le aveva fatto guadagnare punti importati in classifica e dovrà quindi inventarsi gare perfette anche in Europa.

Tatyana Ivanova
E' l'atleta più esperta dell'intero circuito. Velocissima ed imbattibile quando è in giornata, semplicemente disastrosa quando non trova il feeling con il budello. Lo scorso inverno è riuscita a trovare una certa regolarità nei risultati a scapito della singola vittoria. Se dovesse trovare fiducia nei materiali ed in se stessa potrebbe davvero essere una seria pretendente per la Sfera di Cristallo.

Emily Sweeney
Dopo il pauroso crash di Pyeongchang 2018, l'americana lo scorso anno ha preso parte ad un programma ridotto di gare ma ha comunque impressionato per la costanza dei risultati. La fidanzata dell'azzurro Dominik Fischnaller ha dalla sua una grande conoscenza delle piste e trascinata dalla possibile rivalità con la compagna di squadra Britcher potrebbe puntare in alto.

E le altre?
Proprio la particolarità di una stagione senza veri punti di riferimento potrebbe far venire a galla atlete che nelle ultime stagioni hanno recitato principalmente il ruolo di comprimarie. In questa lista va inserita l'azzurra Andrea Voetter slittinista cresciuta moltissimo negli ultimi due inverni sia in termini di velocità che di costanza di risultati. In alcune piste l'altoatesina potrà puntare senza mezzi termini al podio e in alcune circostante potrebbe addirittura andare oltre. Stesso discorso anche per la baltica Eliza Cauce che soprattutto nella sua Sigulda cerchera di togliersi grandi soddisfazioni. Nel novero delle outsiders fa parte anche la figlia d'arte Victoria Demtchenko che ha già dimostrato di essere in grado di vincere in Coppa del Mondo e l'altra azzurra Sandra Robatscher che però non sarà al via domani del primo appuntamento stagionale a causa dei postumi di un intervento alla spalla destra. 

E il resto della squadra tedesca?
La Germania al fianco della confermatissima Taubitz schiererà già nella Nations Cup di Igls tre giovani leve: la quattro volte vincitrice della Coppa del Mondo Junior Jessica Tiebel, la campionessa del mondo junior in carica Cheyenne Rosenthal e Anna Berreiter terza lo scorso anno nella Coppa del Mondo Junior. Delle tre la maggiore attenzione sarà rivolta sulla ventunenne Tiebel slittinista che nei circuiti giovanili ha dato del filo da torcere a Taubitz e che al debutto in Coppa del Mondo due stagioni fa ottenne il suo primo podio della carriera.

SETTORE MASCHILE
Ben diversa la situazione del circuito maschile che vedrà al via tutti i principali protagonisti delle passate stagioni. Negli ultimi tre anni il fuoriclasse tedesco Felix Loch ha dovuto arrendersi per ben due volte all'incredibile ascesa della squadra russa. Repilov prima e Pavlichenko poi si sono succeduti nell'albo d'oro della Coppa del Mondo, trovando dei materiali velocissimi e soprattutto quella costanza di rendimento che nelle stagioni precedenti era stata il vero tallone d'Achille della formazione guidata da Albert Demtchenko

Stando alle sue ultime dichiarazioni, Loch sembrerebbe intenzionato a focalizzare maggiormente la sua attenzione sui Campionati del Mondo di Sochi piuttosto che giocarsi la Sfera di Cristallo, una tattica che per anni ha utilizzato il suo preparatore dei materiali e tre volte campione olimpico Georg Hackl, "So di poter entrare nella storia di questo sport se dovessi laurearmi ancora una volta campione del mondo (supererebbe il record di 5 titoli nel format su due manche che detiene assieme ad Armin Zoeggeler ndr) . Al momento non voglio pensarci punto principalmente ad arrivare pronto a Sochi e a fare due manche perfette. Il tracciato russo mi piace, siamo stati a provarlo per quattro giorni e ci siamo allenati molto bene. Sfrutterò le gare di Coppa del Mondo per trovare il giusto set-up dei materiali in vista di questo grande appuntamento. Punto ad arrivare a Sochi al top della condizione fisica e dei materiali."

Con Loch focalizzato sul mondiale, le chance di rivedere un'altra doppietta russa sono molto concrete. Roman Repilov rispetto al compagno Pavlichenko sembra avere qualche possibilità in più, dato che nonostante la giovane età (ventitre anni appena ndr) ha dimostrato di subire meno la pressione e di gestire meglio la condotta di gara. I due russi inoltre cercheranno di vendere cara la pelle pur di aggiudicarsi il titolo mondiale davanti al pubblico di casa, puntando ad una storica doppietta: Sfera di Cristallo e Titolo iridato.

E Fischnaller?
L'atleta di punta della squadra italiana è chiamato a quel salto di qualità che gli permetterebbe di lottare finalmente per la classifica generale. Il ventiseienne di Maranza ha lavorato a lungo durante l'estate in particolare sulla spinta ed è pronto ad affrontare la nuova stagione al massimo puntando al podio in ogni appuntamento, "Igls è una pista che conosciamo perfettamente e sulla quale mi trovo abbastanza bene - ha spiegato Dominik al sito Fisi.org -. L'obiettivo come sempre è lottare per il podio in ogni circostanza e tornare fra i migliori tre nella classifica generale, per farlo c'è bisogno di costanza di risultati, che non sempre ho avuto. Ho lavorato molto quest'estate per progredire ulteriormente nella fase di partenza che è sempre stata il mio tallone d'achille, limare anche soli pochi millesimi mi potrà aiutare moltissimo. Quest'anno i Mondiali saranno in febbraio a Sochi, un tracciato sul quale regnerà l'equilibrio e dove ci potranno essere sorprese, anche se i russi in quell'occasione saranno i favoriti perchè giocano in casa".

E gli altri?
Tra gli outsiders di lusso ci saranno gli austriaci Wolfgang Kindl, Reinhard Egger e il campione olimpico David Gleitscher, ma anche il cugino di Dominik Fischnaller, Kevin che in alcune piste potrà puntare al podio ed il talento americano Tucker West che sui tracciati nord-americani sarà uno degli uomini da battere. 

SETTORE DOPPI
Pochi dubbi su chi saranno i protagonisti nello slittino biposto. I due sodalizi tedeschi Toni Eggert-Sascha Benecken e Tobias Wendl-Tobias Arlt partono con i favori del pronostico per la vittoria nella classifica generale, anche se in alcune gare dovranno fare attenzione nei confronti degli arrembanti austriaci Steu-Koeller dominatori lo scorso anno ad Igls

In questa specialità l'Italia è chiamata a risollevarsi e a tornare ai fasti della tradizione vincente. Nella passata stagione il doppio più interessante in chiave futura composto da Ivan Nagler e Fabian Malleier ha corso a mezzo servizio a causa di problemi fisici ed è già pronto a riscattarsi nel primo appuntamento stagionale. Diverso è il discorso per i veterani Rieder-Rastner che necessitano di un scossa dopo alcune stagioni sottotono. Il terzo equipaggio italiano sarà rappresentato per la seconda stagione dall'ex-singolarista Emanuel Rieder e da Simon Kainzwaldner che punteranno a migliorare i risultati dello scorso anno.

#FISCHNALLER #SLITTINO #GEISENBERGER #LOCH
© RIPRODUZIONE RISERVATA
62
Consensi sui social