Questo sito contribuisce alla audience de

Ultima di Coppa nel 2014: a Seul con la novitÓ dei 3000 metri individuali

Ultima di Coppa nel 2014 a Seul con la novitÓ dei 3000 metri individuali
Info foto

Getty Images

Short TrackShort Track - CdM a Seul

Ultima di Coppa nel 2014: a Seul con la novitÓ dei 3000 metri individuali

Lo short track torna in pista per l’ultima fatica dell’anno 2014. E lo fa concludendo i suoi appuntamenti annuali – nel 2015 si andrà avanti -, con la trasferta in Corea del Sud. Sulla pista della capitale Seul, andrà in scena da domani, 19 dicembre a domenica 21, la quarta delle sei tappe di Coppa del Mondo 2014-2015.

I protagonisti saranno praticamente gli stessi che hanno animato la tre giorni di gare – 12-14 dicembre - in Cina, a Shanghai, svoltasi durante l’ultimo weekend. Ma c’è una grande novità in vista delle competizioni che si disputeranno sul ghiaccio del Modkong Ice Rink coreano. Le gare in cui i pattinatori si contenderanno podi, medaglie e punti preziosi per la conquista dei titoli, saranno sempre cinque. 500, 1000, 1500 metri individuali e le staffette (3000 per le donne e 5000 per gli uomini). Ma a Seul non verrà corsa una doppia distanza, come da tradizione negli anni non olimpici – stagione corrente compresa -, ma verrà ufficialmente (per la prima volta in assoluto in Coppa) aggiunta a quelle citate, la distanza dei 3000 metri. Sarà l’unica occasione in cui vedremo gli specialisti misurarsi sui 3 km. In una distanza che tradizionalmente si disputa a conclusione dei Campionati Mondiali e che vede impegnati i migliori otto giunti all’ultimo atto.

Dunque, le forze sul ghiaccio sono le stesse viste in Cina. E non ci saranno i più forti atleti della nazionale russa maschile (Victor An, Semen Elistratov e Vladimir Grigorev su tutti), mentre le donne saranno orfane della stella azzurra Arianna Fontana – sempre negli Usa ad allenarsi, per via dello stop programmato alle gare di World Cup fino al 2015 – e la canadese Valérie Maltais.

Gli spunti per vedere short track di altissimo livello, però, non mancheranno affatto. Nei 1000 donne si prevede lotta dura in casa tra le coreane Shim Suk-Hee e Kim Alang contro le cinesi Fan Kexin e Han Yutong. E le outsider Marianne St-Gelais ed Elise Christie pronte a dare battaglia. Le italiane in gara saranno Federica Tombolato, Arianna Valcepina ed Elena Viviani.

Sulla stessa distanza al maschile è attesissimo colui che non vinceva una gara da troppo tempo e a Shanghai è tornato a gioire. Charles Hamelin. Il suo rivale numero uno sembra essere il coreano Seo Yi-Ra. Tre gli italiani al via dei Preliminari: Davide Viscardi, Massimo Gurini e Andrea Cassinelli.

Domani esordiranno dunque i 3000 metri nel formato World Cup. Tra le donne – finali per le medaglie previste per sabato – le più accreditate per il successo potrebbero essere Choi Minjeon e Lee Eun-Byul (Corea). Le azzurre che si cimenteranno nella gara individuale più lunga saranno Lucia Peretti e Ylenia Tota. Tra gli uomini, invece, - finali A e B previste per domenica – fari puntati sulla stella di casa Sin Da Woon. Ci si attendono possibili sorprese dagli italiani al via: Tommaso Dotti, Yuri Confortola e Massimo Gurini. Domani almeno uno di loro potrebbe approdare – passano i primi quattro in ciascuna delle quattro batterie - subito alle semifinali domenicali.

I 500 metri donne vedranno il ritorno sulla distanza della leader di Coppa Fan Kexin – a Shanghai, la cinese ha corso solo la prima serie, vincendola – pronta a cercare la sfida con la connazionale Lin Yue. Le italiane al via dei Preliminari sono Federica Tombolato, Elena Viviani e Arianna Valcepina. Soprattutto la Viviani punta a migliorare il decimo posto ottenuto in Cina.

In campo maschile, tutti contro Dmitry Migunov. A sfidarlo, tra gli altri, ci sarà anche il canadese Hamelin. Andrea Cassinelli, Nicola Rodigari e Davide Viscardi rappresenta il trittico azzurro al via.

I leader delle classifiche di Coppa nei 1500 metri – Shim Suk-Hee tra le donne e Sin Da Woon al maschile – saranno regolarmente al via. Due le azzurre che proveranno ad andare avanti il più possibile nel tabellone: Lucia Peretti ed Ylenia Tota. Yuri Confortola, Tommaso Dotti e Nicola Rodigari sono gli uomini scelti dal c.t. azzurro Kenan Gouadec per il chilometro e mezzo sul ghiaccio di Corea.

Discorso importante e serio per le staffette italiane. Le azzurre – impegnate direttamente dalle semifinali per via delle sole otto squadre iscritte – se la vedranno contro Ungheria, Cina e Giappone: il passaggio del turno è cosa fattibile. Gli uomini, invece, devono risalire al numero otto del ranking stagionale (attualmente sono al nono posto) per arrivare alla qualifica per i Mondiali. Nella batteria di domani sfideranno i padroni di casa coreani e il Kazakistan. Il passaggio in semifinale è accessibile.

Clicca qui per conoscere il programma (riservato alle batterie) di domani, venerdì 19 dicembre.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social