Lunedì 17 Giugno, 23:08
Utenti online: 505
Gabriele Bonetti
Gabriele Bonetti
Redazione Sport

foto di gettyimages

Il Re di Svezia sulla Vasaloppet: “E' noiosa”

Il Re di Svezia sulla Vasaloppet  “è noiosa”

Manca poco all'appuntamento con la gara più grande dello sci di fondo. Il Re svedese ha deciso di condire l'attesa dichiarando il suo amore e odio alla corsa tra fascino e noia.

Il 3 marzo andrà in scena la magnifica Vasaloppet che nei suoi 90 km regalerà emozioni ma sopratutto la prestigiosa vittoria di questa maratona sciistica. Non è del tutto d'accordo il re di Svezia Carlo XVI Gustavo che come da tradizione ormai non si perderà l'evento in TV. Questa volta però ha lanciato un messaggio curioso “La Vasaloppet è davvero noiosa”. La gara è ispirata alla fuga sugli sci del futuro Re Gustavo Vasa dal tiranno Cristiano II e alla conquista del regno svedese nel 1520. L'evento va in scena dal 1922 è la più antica corsa dello sci di fondo ma anche quella con più partecipanti che quest'anno conterà 60000 atleti al via nel corso della settimana di gare.

La famiglia reale svedese si trova ai Mondiali di Are per tifare e motivare la squadra di sci alpino svedese proseguirà poi andando per lo stesso motivo a Seefeld in occasione dei mondiali di Sci di fondo. Il Re di Svezia proprio ad Are ai microfoni di SVT sport ha rilanciato il fascino della corsa ma puntualizzando anche che difficilmente riuscirà ad appassionarsi alla corsa totalmente. “ In realtà, è davvero noiosa. La Vasaloppet è la cosa più noiosa che c'è, davvero. Non succede nulla. Solo gli ultimi chilometri inizieranno ad animarsi .” Sembra quindi essere un amore e odio quello di Re Carlo che continua aggiungendo “Ma c'è qualcosa sotto la superficie che è affascinante, ecco perchè devi essere lì per guardare”. Insomma con queste prospettive la Vasaloppet 2019 sarà davvero da guardare chissà che il vincitore dell'anno scorso Nygaard non voglia stupire tutti e concedersi la doppietta con una fuga epica, oppure semplicemente si assisterà ad una gara noiosa con un vincitore in volata agli ultimi metri dopo i 90000 mila percorsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA