Questo sito contribuisce alla audience de

En-plein di Jouve a Falun: il transalpino vince la sprint TC e conquista anche la coppa di specialità! Solo 5° Pellegrino

En-plein di Jouve a Falun: il transalpino vince la sprint TC e conquista anche la coppa di specialità! Solo 5° Pellegrino
Info foto

Getty Images

Sci Nordicocoppa del mondo

En-plein di Jouve a Falun: il transalpino vince la sprint TC e conquista anche la coppa di specialità! Solo 5° Pellegrino

Dopo il successo di Drammen, Richard Jouve firma il bis, beffando per cinque punti Joahnnes Klaebo (out per Covid) nella classifica sprint. Secondo posto per il finlandese Joni Maki, Lucas Chanavat completa la festa francese in terza piazza. Altro 5° posto per 'Chicco' Pellegrino, che ha perso un'altra ghiotta occasione per fare podio. Tra le donne Jonna Sundling vince per dispersione davanti al pubblico di casa, sul podio anche la slovena Anamarija Lampic, seconda, e la svedese Maja Dahlqvist, terza, nonchè vincitrice della coppa di specialità. Subito eliminate Caterina Ganz e Nicole Monsorno.

Quello che fino ad una decina di giorni fa sembrava impossibile si è realizzato: Johannes Klaebo non ha vinto la coppa sprint. L'assenza a causa del Covid nella gara di Drammen di giovedì scorso e nella gara odierna di Falun hanno spianato la strada un bravissimo Richard Jouve, che con i suoi due primi successi in CdM, ha conquista la coppa di specialità, primo francese a riuscirci nella storia dello sci di fondo!

Eppure per il classe '94 transalpino la fase ad eliminazione diretta non era iniziata nel migliore dei modi, con uno sbilanciamento che gli aveva fatto perdere un po' di terreno, salvo rimontare con grande forza nel rettilineo finale. Il nativo di Briançon ha fatto gara di testa per tutta la finale, aumentando il passo in prossimità dell'ultima curva, conquistando la gara ed un trofeo storico per una nazione come la Francia. Dopo Pellegrino, Jouve è il secondo atleta dell'arco alpino a vincere la classifica di specialità nelle gare sprint.

Si deve accontentare del 2° posto un brillante Joni Maki, dopo il miglior tempo in qualifica; il finlandese in volata ha beffato Lucas Chanavat, che con il 3° ha chiuso una giornata trionfale per la Francia in quel di Falun. Giù dal podio il norvegese Sivert Wiig (4°), così come il connazionale Lars Hejelmeset (6°).

Chi ha perso una grande occasione è sicuramente Federico Pellegrino. L'alfiere dello sci di fondo azzurro ha raccolto un altro 5° posto, risultato sicuramente non da buttare in classico, ma viste le assenze era lecito quantomeno aspettarsi un podio dal classe '90 valdostano. Pellegrino ha disputato una buona gara fino alla finale, dove inspiegabilmente è crollato nel finale, mancando un altro podio assolutamente alla portata, compromesso anche da un problme acon il bastoncino in prossimità del rettilineo finale. Con il risultato odierno Pellegrino ha chiuso al 4° posto nella classifica di specialità, un vero peccato considerate alcune prove davvero negative, come quella di Davos, ed in parte la ultime due gare (Drammen e Falun) dove viste le assenze, un podio era considerato il risultato minimo.

Prima volta a punti per il '98 Simone Mocellini, 19° nella classifica finale. Subito out e 27° finale Francesco De Fabiani.

Chiude in bellezza sulle nevi di casa il duo Dahlqvist-Sundling che, nelle gare disputate tra CdM e Giochi olimpici, hanno letteralmente monopolizzato la sprint, vincendone rispettivamente quattro e tre. Oggi il successo è andato a Jonna Sundling, mostruosa sia in qualifica che in finale dove ha ammazzato la gara dopo poche centinaia di metri, ottenendo il 2° successo stagionale in CdM, dopo Lahti. Seconda posizione per la slovena Anamarija Lampic, molto regolare in questo finale di stagione, che le ha permesso di agguantare il podio nella classifica di specialità. Terza dopo un grande recupero Maja Dahlqvist, che ha chiuso nel migliore dei modi la stagione sprint a livello individuale, dopo aver già vinto matematicamente la coppa di specialità davanti proprio a Lampic e Sundling.

Sfuma negli ultimi metri il podio per la statunitense Julia Kern, quarta al traguardo, seguita in quinta posizione dall'elvetica Nadine Faehndrich; chiude sesta la vincitrice di Drammne, Maiken Falla, che ha ceduto nettamente nel finale di gara.

Eliminate ai quarti di finale le due azzurre che avevano passato le qualificazioni: Caterina Ganz ha terminato la gara in ventunesima posizione, mentre Nicole Monsorno ha chiuso al 27° posto.

Domani sarà la volta delle ultime due gare distance della stagione, con in programma una 10 km femminile ed una 15 km maschile, entrambe in skating.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
40
Consensi sui social