Questo sito contribuisce alla audience de

Il gran sabato del salto giapponese: vittoria nel team event a Zakopane e per Sara Takanashi l'8° Summer Grand Prix

Il gran sabato del salto giapponese: vittoria nel team event a Zakopane e per Sara Takanashi l'8° Summer Grand Prix
Sci Nordico

Il gran sabato del salto giapponese: vittoria nel team event a Zakopane e per Sara Takanashi l'8° Summer Grand Prix

Doppio appuntamento, tra Polonia e Repubblica Ceca, con le tappe maschile e femminile della rassegna estiva.

Ed è arrivato un trionfo totale per il Giappone, nel team event del Summer Grand Prix, andato in scena a Zakopane nel quarto week-end di gare per il settore maschile.

Il quartetto formato da Junshiro Kobayashi, Nakamura, Keiichi e Yukiya Sato, ha piegato la favoritissima Polonia (vincitrice nell'apertura di Wisla) con un divario di 10,8 punti, con Zyla, Stoch, Wolny e Kubacki sempre di rincorsa sin dal primo salto. Terza piazza per la Norvegia di Forfang, Granerud, Markeng e Lindvik, distanziata di oltre 30 punti, poi una Germania sotto standard e quarta, ma ben lontana dal podio nonostante un ottimo Karl Geiger, con la Slovenia di Bartol e Zajc, leader del Summer Grand Prix individuale, quinta davanti all'Austria.

Per il Giappone è una vittoria storica quella odierna, in quanto i nipponici non vincevano una prova a squadre nella rassegna estiva da ben 20 anni, quando s'imposero ad Hakuba nel 1999.

Domenica il gran finale a Zakopane, con la quarta gara individuale della stagione in programma alle ore 13: oltre alla sfida Zajc-Geiger per il pettorale giallo e l'attesa per i tanti big che tornano in gara, ci sarà anche un piccolo spazio per l'Italia con Alex Insam in gara, mentre Federico Cecon non ha superato il taglio nella qualificazione andata in scena venerdì sera.

 

DONNE A FRENSTAT

 

Si chiuderà invece già domani il Summer Grand Prix femminile, con la terza e conclusiva gara di Frenstat, in Repubblica Ceca, fissata alle ore 10.30 del mattino.

Sarà però un evento in tono minore, considerato che Sara Takanashi (vincitrice a Hinterzarten e Courchevel) non è presente ma, causa l'assenza della norvegese Maren Lundby (l'unica che ancora avrebbe potuto raggiungerla), ha ufficialmente conquistato il suo ottavo trofeo consecutivo per le gare estive, ovvero la giapponese ha sempre vinto dall'introduzione del circuito femminile in plastica.

La qualificazione andata in scena quest'oggi ha visto proporsi a buoni livelli le sorelle Malsiner (è assente invece Elena Runggaldier), con Lara decima e Manuela 25esima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
19
Consensi sui social