Questo sito contribuisce alla audience de

Salto maschile: Kraft-Granerud, trionfo ex-aequo a Ruka! Bresadola di nuovo in top 20

Salto maschile: Anze Lanisek e la terza perla in serie a Ruka, Bresadola di nuovo nei 20
Info foto

Getty Images

Sci Nordicocoppa del mondo 2022/23

Salto maschile: Kraft-Granerud, trionfo ex-aequo a Ruka! Bresadola di nuovo in top 20

L'austriaco e il norvegese rimonta nella seconda serie, dividendosi il successo nella gara bis sul trampolino finlandese. Sul podio la sorpresa Nakamura, mentre il giovane trentino si conferma ormai una realtà.

Una vittoria per due, quella che il secondo appuntamento della Coppa del Mondo maschile di salto in quel di Ruka ha visto assegnare a Stefan Kraft e Halvor Egner Granerud, primi ex-aequo con una grandiosa serie decisiva da parte di entrambi, per il primo hurrà stagionale che interrompe la serie sul trampolino finlandese di Anze Lanisek, finito fuori dal podio come Dawid Kubacki, che precedeva lo sloveno di un punto a metà gara.

La gara bis di Ruka sorride quindi all'austriaco, partito fortissimo in questa stagione e forse candidato principe alla sfera di cristallo (anche se in vetta alla generale ci rimane lo stesso Kubacki per una manciata di punti), e al norvegese che aveva già dominato la qualificazione del mattino e, con un salto da 145 mt, ha recuperato fino ad agganciare Kraft e superare coloro che occupavano il podio virtuale dopo la prima serie, cancellando quanto successo sabato con la squalifica che gli ha tolto punti importanti.

Ha salvato la sua terza posizione la vera sorpresa di giornata, il giapponese Naoki Nakamura, distante quasi dieci punti dal duo di testa, ma capace di precedere di 3 decimi Lanisek, che aveva trionfato ieri, e di oltre 10 Piotr Zyla, buon quinto davanti al connazionale Kubacki, crollato appunto dal primo al sesto posto, un Andreas Wellinger che continua la sua risalita, con Tschofenig, Paschke e Eisenbichler a completare la top ten, dalla quale rimangono esclusi, dall'11° al 13° posto finale, altri tre austriaci ovvero Fettner (difficile il suo secondo salto), Hoerl e Hayboeck.

E in diciottesima posizione, recuperandone sei nella serie decisiva (con un salto da 137,5 mt), ecco Giovanni Bresadola alla terza top 20 in quattro gare di stagione, dopo il favoloso 11° posto di gara-1 (suo best in CdM), ormai solidissimo tra i grandi della disciplina.

Oltre al giovane trentino, l'Italia ha comunque qualificato anche Alex Insam, che non ha superato il taglio chiudendo poi 38°, e Francesco Cecon, 50esimo.

Prossimo appuntamento già nel primo week-end di dicembre a Lillehammer, dove saranno protagoniste anche le ragazze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
24
Consensi sui social

Più letti in scinordico