Questo sito contribuisce alla audience de

Skiroll: è dominio norvegese nella 1^ edizione de "La Venosta": trionfano Kristoffersen e Gjerde

Foto di Redazione
Info foto

Newspower.it

Sci Nordicoskiroll

Skiroll: è dominio norvegese nella 1^ edizione de "La Venosta": trionfano Kristoffersen e Gjerde

Da Glorenza a Melago, appuntamento internazionale di gran successo nella sfida valiva per il circuito Challengers di Ski Classics. Tutti i risultati e il ritorno sul podio di "Didi" Noeckler.

Prove d'inverno, nel cuore della Val Venosta, con i vichinghi calati con gli skiroll a dettar legge. Era la prima edizione de “La Venosta Skiroll”, valida per il circuito Challengers di Ski Classics, una lunga cavalcata da Glorenza a Melago sotto una leggera pioggerellina e la neve ad accarezzare le cime più alte.

Con gli sci da fondo o con gli skiroll, i norvegesi sono indiscutibilmente maestri, ma stavolta nei podi maschile e femminile c'è anche un forte sapore italiano. Ha vinto tra i maschi Patrick Fossum Kristoffersen, portacolori del Robinson Trentino, mentre a livello femminile il successo è andato ad Anikken Gjerde Alnes del Team Ragde Charge, lo stesso di Joar Thele, secondo e capace sotto lo striscione d'arrivo di anticipare per un non nulla l'altoatesino delle FFOO, Dietmar Noeckler, il quale nelle lunghe distanze gareggia con i colori del Team Robinson Trentino.

Il podio femminile della 35 km in tecnica classica è stato completato dall'altra norvegese Jenny Larsson del Team Ragde e dalla svedese del Team Internorm Malin Boerjesjoe. Il Team Robinson ha fatto man bassa nella prova di 11 km valida per la Coppa Italia, con le due new entry Rebecca Bergagnin e Michaela Patscheider. In gara anche i master (11 km), tra i quali il successo è stato ad appannaggio di Giuseppe Antonio Gervasoni. La gara nei primi km da Glorenza non è stata molto vivace. Tutti i migliori si sono messi alla testa a tenere l'andatura, scendendo fin quasi a Sluderno e ripassando poi per Glorenza. Subito dopo, il comando lo prendono Masiero, Busin, Thele e Noeckler, tallonato a vista da Galassi, Kristoffersen e Nygaard.

La prima vera azione di gara è stata sulla spianata vista lago a San Valentino. Noeckler ha dato una vigorosa accelerata, dietro Thele, Busin e Kristoffersen sembrano perdere l'attimo fuggente. Poi i quattro si ritrovano uno in fila all'altro sulla statale che costeggia il Resia, Kristoffersen lancia l'offensiva, gli altri tre rimangono impietriti, il norvegese del Team Robinson Trentino guadagna in un baleno quasi 30” e se ne va da solo. È il momento cruciale della gara. Noeckler non ci sta, cerca collaborazione dai due compagni di fuga, che gli danno il cambio, ma il ritmo è più blando rispetto a quello impresso da Kristoffersen.

All'inizio della lunga salita che impenna verso Melago il norvegese vanta sempre un bel gruzzolo di secondi, una trentina. Dietro sulle prime rampe si arrende Busin che rallenta, mentre Noeckler e Thele spingono forte in double poling, arrivando a ridurre il distacco a 20”, ma Kristoffersen non molla e va a vincere, sempre sotto la solita pioggerellina. Blocca il cronometro su un buon 1h39'32”, i due inseguitori duellano per il secondo posto, Thele allunga di poco, Noeckler si arrende ed il podio è fatto: Kristoffersen, Thele e l'azzurro terzo.

In salita Kardin svernicia Busin, che però riesce a contenere Nygaard e Aukland, tutti del Team Ragde Charge. Brigadoi è 8° davanti a Masiero e Galassi.

La gara femminile non ha storia. Anikken Gjerde, Jenny Larsson e Malin Boerjesjoe prendono posizione e per tutta la corsa rimangono nell'ordine. La Venosta Skiroll era aperta anche ai giovanissimi: si sono messi in luce Thea Moser e Noe Moser (U10), Tobias Schwingshackl e Maddalena Pavan (U12), Oscar Gianola e Aurora Invernizzi (U14), Maria Invernizzi e Davide Piccinini (U16) e infine Carlo Cantaloni (Giovani). Gerald Burger, a capo dell'organizzazione, a fine giornata è particolarmente soddisfatto: la prima edizione, meteo a parte, è stata un successo.

La presenza di alcuni talentuosi atleti stranieri ha qualificato ulteriormente la manifestazione ed ora la Val Venosta e la Vallelunga guardano all'inverno, a dicembre c'è la Venosta di sci di fondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
42
Consensi sui social