Sabato 21 Settembre, 4:32
Utenti online: 209
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

foto di Fisi Bergamo

Lo slalom mondiale regala all'Italia la terza medaglia: Gritti squalificato, Guerini si prende il bronzo

Lo slalom mondiale regala all'Italia la terza medaglia: Gritti squalificato, Guerini si prende il bronzo

Una penultima giornata della rassegna iridata di Marbachegg tra luci e ombre per gli azzurri.

Sì, perchè dagli slalom dei campionati del mondo di sci d'erba in corso di svolgimento in Svizzera, la squadra del dt Fausto Cerentin si aspettava parecchio, ma in qualche modo è arrivata la terza medaglia della spedizione grazie al bronzo conquistato da Pietro Guerini, alla prima medaglia in una competizione di questo livello, nella gara maschile.

Con l'oro e il bronzo portati a casa da Edoardo Frau, tra supercombinata e gigante, Lorenzo Gritti partiva da grande favorito tra i rapid gates, ma dopo il 2° tempo ottenuto al termine della 1^ manche, il campione bergamasco è stato squalificato nella seconda, lasciando spazio al trionfo dei padroni di casa svizzeri, con Mirko Hueppi e Stefan Portmann ai primi due posti e Guerini terzo, distanziato di 72 centesimi, approfittando della squalifica anche dell'austriaco Hannes Angerer, in testa a metà gara.

Per l'Italia ben sei atleti nella top 15 (Frau è invece uscito nella 1^ manche); oltre a Guerini, troviamo dal 7° al 10° posto Filippo Zamboni, Nicolò Schiavetti, Daniele Buio e Fabrizio Rottigni, con Alberto Bleynat che ha terminato invece in 14esima piazza.

Nella prova femminile hanno terminato la gara solo quattro atlete, con Federica Milesi ai piedi del podio, ma parecchio distante dal bronzo; il titolo mondiale è andato alla “solita” Chisaki Maeda, con la giapponese al terzo oro in altrettante gare disputate a Marbachegg, capace di precedere la connazionale Minori Tamura e l'austriaca Daniela Krueckel.

Domenica il gran finale con i due super-g, in programma dalle ore 11.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA