Sabato 17 Agosto, 13:08
Utenti online: 947
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

foto di Fisi Veneto

Edoardo Frau apre col botto il Mondiale di Marbachegg: il campione di Asiago conquista il titolo in supercombinata

Edoardo Frau apre col botto il Mondiale di Marbachegg: il campione di Asiago conquista il titolo in supercombinata

Un'altra straordinaria impresa, per l'uomo di riferimento del movimento italiano dello sci d'erba.

Edoardo Frau ha aperto il campionato del mondo di Marbachegg col botto, regalando alla nazionale una strepitosa medaglia d'oro nella supercombinata andata in scena sul tracciato svizzero.

Il 38enne di Asiago, sei volte vincitore della Coppa del Mondo (quest'anno naviga al 2° posto dopo le prime prove stagionali), ha battuto tutti tra super-g e slalom, al termine di una gara tiratissima. Frau, infatti, aveva concluso la prova di velocità col miglior tempo, ma soli 4 centesimi di margine sullo svizzero Senn, poi crollato tra i rapid gates, e 5 sull'austriaco Posch, alla fine medaglia d'argento e distante soli 12 centesimi dopo lo slalom.

Bronzo per un altro atleta biancorosso, Hannes Angerer che ha concluso a 34 centesimi dal veneto, mentre ha cercato una grande rimonta nella sua specialità Lorenzo Gritti, secondo azzurro in gara a livello di piazzamento visto che il 6° posto, a 79 centesimi dal compagno di squadra, è arrivato grazie al miglior tempo nella 2^ manche, appena 2 centesimi davanti allo stesso Frau. In top ten anche Pietro Guerini, alla fine 9°, poi ecco dal 13° al 15° posto Filippo Zamboni, Nicholas Anziutti e Daniele Buio, con Nicolò Schiavetti 18° e Alberto Bleynat 22° a completare l'elenco degli alfieri azzurri al traguardo.

E' stato invece un dominio giapponese nella supercombinata femminile, con l'oro conquistato da Chisaki Maeda davanti alla padrona della stagione di Coppa del Mondo, l'austriaca Jacqueline Gerlach staccata di 57 centesimi e unica ad inserirsi tra le nipponiche, che hanno piazzato Marino Maeda al 3° posto, staccata di ben 2”38 dalla connazionale.

Le azzurre? La veterana Antonella Manzoni è stata la migliore, con un 5° posto arrivato in rimonta dopo il 7° nel super-g del mattino. Buona l'ottava piazza per Federica Milesi, capace di risalire ben sei posizioni nello slalom, ma il vero peccato riguarda Margherita Mazzoncini, visto che la 22enne veneta era al comando del super-g, ma è stata squalificata.

Giovedì la seconda giornata del Mondiale, dedicata ai due giganti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA