Questo sito contribuisce alla audience de

Edoardo Frau 3 nel gigante di Schilpario, ma la Coppa del Mondo di Martin Bartak

Edoardo Frau 3 nel gigante di Schilpario, ma la Coppa del Mondo  di Martin Bartak
Info foto

fisi.org

Sci d'erbasci erba

Edoardo Frau 3 nel gigante di Schilpario, ma la Coppa del Mondo di Martin Bartak

La lotta per la sfera di cristallo maschile, nelle finali sulle piste bergamasche, si conclude con una gara d'anticipo.

E' il ceco Martin-Bartak, classe 1999, a conquistare la Coppa del Mondo di sci d'erba.

E' bastato il 2° posto nel gigante di Schilpario, proprio davanti al rivale di una stagione intera, Edoardo Frau, per togliere al 39enne fuoriclasse azzurro un titolo già conquistato sei volte (e nelle ultime tre edizioni) dal campione nativo di Asiago.

Un duello entusiasmante, quello andato in scena tra due atleti di due differenti generazioni, ma che si sono giocati la Coppa sul filo dei centesimi, gara dopo gara. Un verdetto che, ancor prima della prova odierna tra le porte larghe, pareva ormai scritto dopo l'inforcata di Frau nello slalom della supercombinata, giovedì scorso in apertura delle finali ospitate dall'Italia.

Il gigante ha visto imporsi lo svizzero Stefan Portmann, che ha preceduto di 53 centesimi Bartak e appunto lo stesso Frau, già distante di 165 punti rispetto al giovanissimo ceco; Edoardo Gritti, secondo nello slalom del giorno precedente, si è piazzato al 5° posto ed è stato scavalcato (di 38 punti) dallo stesso Portmann sul gradino più basso del podio nella generale, Pietro Guerini all'8°, Daniele Buio al 12° e Filippo Zamboni al 13°.

La prova femminile, ancora una volta, ha premiato la dominatrice del circuito Jacqueline Gerlach, con l'austriaca capace di battere la slovacca Nikola Fricova e la ceca Petra Mlejnkova. Fuori tutte le azzurre tranne Federica Milesi, settimana, mentre Antonella Manzoni non ha preso il via, ma conserva il 2° posto nella generale dietro a Gerlach e davanti di 55 punti rispetto a Vesela, prima della chiusura prevista domenica con il supergigante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
55
Consensi sui social